Astro News Astrologia Cinema e Arte Blog News Cosmologiche

DEDICATO A FRANCO BATTIATO

 

 

Non mi piace solitamente parlare sull’onda perversa di chi, famoso in vita, muore più’ o meno improvvisamente, e lascia questo mondo per scalare il suo inferno, fosse anche tradotto in paradiso… mi sto riferendo a Franco Battiato (sole in ariete, luna in leone, ascendente in leone, e nadir in scorpione) che ci ha lasciato troppo soli, senza la sua “cura”..astralizzata, sciolti dal suo lirismo epocale..: una precisa fissazione alchemica..che sa vedere la dove pochi hanno saputo raccontare la vita e la dimensione..

Quanta differenza di stile., di ansia, di magia, di stelle.., nonostante la forte similitudine astrale che unisce due arieti famosi, nati quasi lo stesso giorno (seppur in anni diversi..)…: Franco Battiato e Dario Fo.

Franco Battiato sa gestire apoliticamente da par suo il buffo mistero del piccolo politico Dario fo…!! l’esimio e unico battiato, aggiungerei.., cantautore per il mondo musicale ma anche, come lo definii negli anni 80′, unico e autentico “autorcante”: libero cioè’ dalle volte tonali della cosiddetta musica d’autore ma autore elitario di un canto filosofico-scientifico, quantisticamente aritmato, scollegato dai consueti calcoli del suono. un “autorcante” appunto, che nelle sue performance tanto animava l’uso ansioso della parola taumaturgica, del teatro ansimante ayurvedico, della fonia himalayana, della drammaturgia karmica.., quanto ne smorzava il canto.., seppur ammaliante lirica ecclesiale, al punto che, non so quanti di voi ricorderanno.., seppe scuotere di livore, in un incontro storico, il nobel in pectore (ancora non titolato al momento cui mi riferisco..), quel borioso di Dario Fo, il “compagno” Dario Fo…, (sole in ariete, luna in leone, ascendente in granchio, nadir in scorpione), sulla cui vera gloria, ho avuto sempre a che dire, seppur in quel tempo “manomesso”.., alterato dalla agiata politica marxista, applicata dai “ribelli” con la “Nikon e gli occhiali firmati” (giovani radical chic delle famiglie “bene..), fosse considerato come un mostro sacro dalla scarsa capacita’ di vera intellighentia di quel mondo radical chic appartenente a quella artefatta sinistra di governo, che, di li a qualche anno, si sarebbe trasformata nella peggiore forma di tradimento popolare che mai si sia potuto immaginare…!!

Un mostro sacro “a priori”, Dario Fo, cosi’ lo definivo.., scandalizzando il mio mondo .toccando un intoccabile..!!

Battiato, nato al mondo il 23 marzo del 45, quindi, con la sua opera trasgredente l’ordine delle cose, scosse a tal punto Dario Fo nato il 24 marzo del 26 (entrambi arieti nati quasi lo stesso giorno di fine marzo), che il furioso drammaturgo ingelosito lo percosse con queste parole sferzanti, inzuppate di pesante invidia, espresse all’uscita di un concerto di battiato: “i tuoi testi non mi piacciono” e.., di rimbalzo, senza tanto batter ciglia, il nostro autorcante rispose: ” e a me che cazzo me ne frega”…!!

Entrambi arieti appunto.., ma l’invidia appartiene al granchio ascendente e mai al leone….!!

Franco il Battiato scrisse e descrisse l’anima ai suoi diversi livelli d’espressione e vorrei vedere che un semplice Dario Fo, costruito politicamente, non ne subisse la genia …!!

Non subisse la genia di chi seppe scrivere, da par suo, evidentemente incompreso da certi pseudoartisti e nobel artefatti, musicandone i dissonanti concetti politici, un testo come “povera patria” che tanto oggi risuona nei nostri cuori feriti..che solo l’arte astrologica sa perfettamente interpretare. prevedendone le pesanti sommosse agli occhi di chi sa leggerle nell’incessante moto di quelle stelle, tanto care al lirismo ispirato di Battiato..“povera patria.”..vi trascrivo la prima strofa…tratta dall’album “come un cammello in una grondaia” (1991) di franco battiato

 

schiacciata dagli abusi del potere

di gente infame, che non sa cos’è il pudore

si credono potenti e gli va bene quello che fanno

e tutto gli appartiene

tra i governanti

quanti perfetti e inutili buffoni

questo paese devastato dal dolore

ma non vi danno un po’ di dispiacere

quei corpi in terra senza più calore?……….

non morirà’ mai chi non e’ mai….nato…a questo mondo.

Dedicato a Franco Battiato
Dr. Claudio Crespina.

Riguardo L'autore

Redazione Il Nadir

Il dr. Claudio Crespina, astrologo, filosofo, counselor psicologico-comportamentale e ricercatore nasce sotto il segno del Capricorno a Roma, una città così significativa e simbolicamente attraente, per i suoi continui richiami storici ed esoterici che credo superfluo e inutilmente ripetitivo spiegarne la grandezza e l’importanza.

Aggiungi un commento

Clicca qui per lasciare un commento