Blog

TRA I NATI DEL 24 MARZO C'E'...

Tra i nati del 24 Marzo, c'è il nostro Harry Houdini, un grande illusionista e attore statunitense.
È stato uno dei più famosi illusionisti ed escapologi della storia, reso celebre dalle sue fughe impossibili. Un Arietino con molte tendenze trasformiste, un mediocielo in sagittario trigono con il sole, ha portato questo grande artista al massimo delle sue aspettative, e voi cosa ne pensate di questo incantatore tutto pepe?

...All'età di quattro anni, Houdini si trasferì con la famiglia, originaria dell'Ungheria, negli Stati Uniti; in tale occasione i nomi furono modificati al fine di renderli più americani: il nome del bambino passò quindi da Ehrich Weisz a Erik Weiss. I Weiss dapprima vissero ad Appleton (Wisconsin), dove il padre Mayer Samuel Weiss prestava servizio nella locale congregazione ebraica riformata in qualità di rabbino. In seguito, nel 1887, Mayer si trasferì col figlio a New York, dove vissero in una pensione sulla 79ª strada, fino a quando la famiglia non fu in grado di riunirsi in un alloggio definitivo.

Nel 1891 Erik divenne un illusionista professionista, riscuotendo però poco successo. La fama arrivò per lui quando iniziò ad esibirsi come escapologo; scelse il nome d'arte di Harry Houdini come tributo al mago francese Jean Eugène Robert-Houdin e riuscì nel 1913 a farlo diventare il suo nome legale.

Agli inizi la sua carriera di incantatore non riscosse un grande successo, ma gli fece incontrare nel 1893 Wilhelmina Beatrice "Bess" Rahner, anch'ella illusionista, che sposò dopo un corteggiamento durato tre settimane. Bess divenne la sua assistente di scena per tutto il resto della sua carriera.

Houdini inizialmente si applicò ai giochi di carte e alle altre arti di prestigio tradizionali - si autoproclamò il re delle carte - ma cominciò presto a sperimentare le sue evasioni. La sua grande occasione venne nel 1899, quando incontrò lo showman Martin Beck. Beck, impressionato dal numero di Houdini con le manette, gli consigliò di concentrarsi sulle evasioni e lo inserì nel circuito di spettacoli di vaudeville dell'Orpheum. Nel giro di pochi mesi si esibì nei teatri di vaudeville più rinomati degli Stati Uniti e nel 1900 andò ad esibirsi in Europa. Al suo ritorno negli Stati Uniti, quattro anni dopo, era diventato una leggenda.
Nei primi vent'anni del XX secolo Houdini si esibì con grande successo in tutti gli Stati Uniti. Era capace di liberarsi da manettecatene,corde e camicie di forza, spesso penzolando da una corda o immerso nell'acqua e sotto gli occhi del pubblico.
Nel 1913 presentò quello che per molti è il suo numero più famoso, la cella della tortura cinese dell'acqua, in cui rimaneva sospeso a testa in giù in una cassa di vetro e acciaio piena d'acqua e chiusa a chiave...

La Redazione IlNadir

Sara Del Monte

IL GIORNO 8 MARZO DEL 1977 NASCEVA...

Tra i nati dell'8 Marzo, c'è il nostro JAMES VAN DER BEEK, attore statunitense del famoso telefilm Dawson's creek, un Pesci appartenente alla seconda decade...e voi cosa ne pensate di questo sognatore ad occhi aperti?

Nato in una famiglia benestante di lontanissima origine olandese. Il padre Jim Van Der Beek era un giocatore di baseball professionista, ed ha militato anche nei Los Angeles Dodgers, mentre la madre Melinda Van Der Beek era una ballerina di Broadway. Dal 5 luglio 2003 fino all'inizio del giugno 2009 è stato sposato con l'attrice Heather Ann McComb. Il 1º agosto 2010 ha sposato Kimberly Brook, da cui ha avuto tre figli: Olivia (25 settembre 2010), Joshua 13 marzo 2012 e Annabel, nata nel gennaio 2014. Iniziò a recitare a soli tredici anni, interpretando il personaggio di Danny Zuko nella produzione teatrale di Grease, presso la sua città natale. Nel 1993 fece dei provini a New York City e partecipò agli spettacoli off-Broadway Finding the Sun e Shenandoah (1994).

Poco dopo si iscrisse all'università Cheshire Academy e continuò a recitare in numerosi spettacoli scolastici. Successivamente passò alla Drew University, in cui ottenne una borsa di studio che gli permise per molto tempo i trasferimenti necessari per raggiungere i set cinematografici. Il suo esordio al cinema avvenne nel 1995 con Angus, ma la sua carriera ebbe un decollo solo nel 1998, allorché egli ebbe la parte principale nella serie tv adolescenziale Dawson's Creek nel ruolo del protagonista, Dawson Leery. Per poter prendere parte senza distrazioni alla serie decise di lasciare l'università, anche se progetta di ritornarvi al fine di completare la sua educazione.
Nel 2011 è stato il protagonista del video musicale Blow di Ke$ha. Nello stesso anno entra a far parte del cast principale della serie televisiva Non fidarti della str**** dell'interno 23 insieme a Krysten Ritter e Dreama Walker. La serie è trasmessa negli Stati Uniti sul canale ABC dall'11 aprile 2012 al 15 gennaio 2013. Nel 2014 è entrato nel cast fisso della serie CSI: Cyber, interpretando il ruolo di Elijah Mundo.

 

 

La Redazione ilNadir
Sara Del Monte

“EPIDEMIA DI ZOMBIE”, CATASTROFE O SEMPLICEMENTE FANTASIA?

Spesso si dice “è solo un film”, ricordando tanti “cult catastrofici” come The Walking Dead, l’epidemia di zombie, ma quello che si cela dietro tante fantasie, potrebbe raccontare alcune verità.
Uno dei motivi per cui si creano “malattie” in laboratorio, è perché cominciamo ad essere tanti su questo pianeta, e non ci sarà posto per tutti, dunque i grandi “potenti” dovranno inventarsi qualcosa per cui assicurare la loro supremazia e garantire un controllo pieno di tutto il sistema.
Questo potrebbe creare forme di repressione silenti, e sicuramente un epidemia mondiale, potrebbe essere la soluzione per i loro problemi, o magari qualche attentato nei grandi centri metropolitani.
Ma vediamo cosa corre nelle notizie di queste nuvole piene d’acqua, dove ogni tanto un fascio di luce illumina qualche idea interessante. Eureka!

Leggi tutto: “EPIDEMIA DI ZOMBIE”, CATASTROFE O SEMPLICEMENTE FANTASIA?

L’ ECLISSI SOLARE: ECLISSERA’ ANCHE L’ENERGIA ELETTRICA?


Sembra strano che un Eclissi possa interessare una testata giornalistica di tipo finanziario-economico, come “Il Sole 24 Ore”.
Affermando che: «I gestori dei sistemi elettrici hanno lanciato l'allarme: un'Eclissi di sole, che avverà il 20 Marzo del 201, potrebbe mandare in tilt la rete energetica europea, perché sono tantissimi ormai i Paesi che fanno affidamento sull'energia solare.
«Il rischio di incidenti non può essere del tutto escluso», ha detto lunedì la Rete europea dei gestori di sistemi di trasmissione elettrica (Regste), aggiungendo che l'eclissi del 20 marzo sarà «un test inedito per il sistema elettrico europeo».
«Tutta l'Europa è interessata, direttamente o indirettamente», aggiunge, ma i Paesi più a rischio sono quelli dove il solare ha un ruolo importante, come la Germania e l'Italia.
La Rgste dice che sta pensando da alcuni mesi a «contromisure» coordinate per contribuire a proteggere il sistema energetico continentale dall'eclissi del 20 marzo, prevista tra le 8.40 e le 12.50 (fuso orario dell'Europa centrale) e che dovrebbe essere visibile in tutta Europa.
In Italia, e più precisamente a Roma, l’Eclissi inizierà precisamente alle ore 09:23 e avrà fine alle ore 11:42.
Forse, la testata giornalistica è seguita da un'esperto Astrologo?

Ci sono precise motivazioni, per cui questi fenomeni hanno un'importanza tale da poter sconvolgere un ordine che "barcolla" ormai da tempo. Parlando di Eclissi, nella tradizione si dice che tutte le eclissi di Sole riguardano l’oriente, l’emisfero solare dove  il Sole sorge prima; mentre, tutte le eclissi di Luna riguardano l’occidente, l’emisfero lunare. Si ritiene che, di norma, tutte le eclissi di Sole riguardano i regnanti, mentre le eclissi di Luna il popolo. Specificatamente, le eclissi di Sole riguardano i mutamenti di regni e quello che accade al regnante. Questi accadimenti ai regnanti, ovviamente, possono, nei loro effetti, a volte in modo feroce, coinvolgere direttamente il popolo. Mentre, le eclissi di Luna riguardano principalmente il popolo e quello che 

avviene nel popolo senza che vi siano mutamenti che riguardano i regnanti.A questo proposito Tolomeo dice che gli effetti dell’eclisse di Luna durano tanti mesi quanto è la loro durata, mentre, delle eclissi di Sole, tanti anni quanto è la loro durata. Cioè, tanti mesi quante sono le ore di durata, tanti anni quante sono le ore di durata. Pertanto, per la Luna e le eclissi lunari gli effetti non possono andare oltre i 4 mesi, perché il tempo massimo della loro durata sono circa 4 ore. Per il Sole e le eclissi solari sono all’incirca 2 anni e mezzo perché il tempo massimo della loro durata è di circa 2 ore e mezzo.Ma oltre all’Eclissi, fenomeno di grande importanza, c’è una forte congiunzione che sarà presente sempre il 20 Marzo tra Marte e Urano in Ariete provocherà non poche scintille, soprattutto quando Marte si trova nel suo Domicilio, attiva tutta la sua forza, e insieme a Urano diventa esplosivo. Urano presente nella sua casa di appartenenza, essendo governatore dell’Acquario, e quindi dell’Undicesima Casa, è considerato il più alto ottavo di Mercurio e il primo dei Pianeti  trascendentali. Rappresenta il progresso, la tecnica e le scienze. E’ legato ai grandi mutamenti e a quegli eventi, anche di tipo naturale, che sovvertono un ordine già stabilito. Urano rappresenta l’eccentricità, con quella spinta interiore che ci consente di essere diversi e precursori dei tempi. Il suo moto, contrario a quello degli altri pianeti, lo dimostra. Urano governa l’ingegneria politica e sociale, le associazioni, i movimenti di protesta. Ha a che fare con il cosmo (nel mito era il cielo) e quindi le scoperte che hanno consentito all’uomo di andare più in là del suo pianeta, sono sotto il suo dominio, così come tutti i mezzi di comunicazione e, in modo particolare, i satelliti che ruotano attorno alla nostra terra. In campo tecnologico le onde radio sono di sua pertinenza, l’energia elettrica, i raggi laser, e i campi magnetici.Urano, per la sua attinenza all’elettricità e per la sua congiunzione con Marte lo rende quasi "pericolosamente elettrico".       Forse è di questo che hanno paura i nostri “gestori di sistemi elettrici”?


La Redazione IlNadir

Sara Del Monte

FESTIVAL DI SANREMO 2015: VINCONO IL TRIO "IL VOLO".

FESTIVAL DI SANREMO 2015 - I tre ragazzi di "Il Volo" vincono la 65esima edizione del Festival di Sanremo. Secondo Nek, terza Malika Ayane. Si conclude così la prima edizione targata Carlo Conti, baciata da record d'ascolti e da un successo come non si vedeva da anni. A Nek va il Premio della Sala Stampa Radio e tv "Lucio Dalla". Mentre a Malika Ayane va il Premio della critica "Mia Martini". Sarà la congiunzione Giove - Urano che nel 2010 ha creato la condizione "atmosferica" planetaria, per il successo che a Sanremo ha vinto con il trio "Il Volo" ?

 

 

 

La Readzione IlNadir

Sara Del Monte

Naviga verso:

Logica Astrologica 

Ultime dal Blog

Monitoraggio Personale sul nadir