Blog

OGGI NASCEVA…BAZ LUHRMANN

Scene tratte dalla fantasia, che si confondono con la realtà, fanciulle come “pulselle” da salvare, uomini audaci, a volte timidi, a volte un po’ duri, ma con un’anima delicata, sono questi i personaggi più volte descritti nei film di Baz Luhrmann (Vergine).

Regista, sceneggiatore e attore australiano nato il 17 settembre 1962 a Herron's Creek, ancora bambino vede la separazione dei genitori, trasferendosi a Sidney con la madre e i fratelli. Coltiva il suo interesse per il cinema e si iscrive al prestigioso National Institute of Dramatic Arts, trovando l’amore per il teatro e influenzando particolarmente il modo di comunicare la recitazione.

Con un Nettuno  in Scorpione l’immaginazione è illimitata, così anche l’ispirazione, così come con una sensibilità estrema che può trasformarsi, dalla realtà al sogno e viceversa, perdendo di vista ciò che è concreto e solido da illusioni o sogni. Un poeta, un visionario, avvolto nella nebbia Baz Luhrmann, ma non solo, anche da un fascino misterioso…
Con il Sole in Vergine diventa un perfezionista del suo lavoro, ma anche un rivoluzionario (Plutone congiunto a Urano) della visione cinematografica.

Debutta al cinema nel 1992 con “Ballroom – Gara di ballo”, tratto dal suo spettacolo teatrale, ottenendo un successo inaspettato, e tracciando le qualità e caratteristiche di questo grande regista: l’uso fantastico e fondamentale della colonna sonora, creando atmosfere surreali e soprattutto colorate.

Da “Romeo + Giulietta” con Leonardo DiCaprio, al Moulin Rouge con Nicole Kidman ed Ewan McGregor , “Australia”, ancora protagonista Nicole Kidman, “Il grande Gatsby”, con Leonardo DiCaprio, Tobey Maguire e Carey Mulligan, tutte produzioni di grande valore morale, dove c’è la delicatezza di una donna, c’è la ruvidità di un uomo, dove l’amore esiste negli angoli più remoti della terra, e dove a volte ci vuole il coraggio di un cuore impavido, disinteressato per abbracciare quel sentimento di cui tutti parlano, ma che nessuno ha la conoscenza e la consapevolezza per “toccarlo”.



LA REDAZIONE ILNADIR

Sara Del Monte

OGGI NASCEVA...BARRY WHITE

Una voce cavernosa, ma con una temperatura “calda”, sensuale (Plutone in Leone), spontanea, che difficilmente si dimentica: Barry White (Vergine), un grande e “abbondante “  cantautore,  sostenitore dell’amore e soprattutto della musica (Urano in Gemelli).

Nasce il 12 settembre 1944 a Galveston, nel Texas e ispirato da Elvis Presley , appena aver compiuto la maggiore età, si unisce ad un gruppo soul chiamato "The Upfronts", suonando il basso, che in breve tempo portò a registrare dei singoli (Ascendente in Capricorno).

L'artista texano ha sempre svolto una ricca attività di produzione (Mercurio sestile a Saturno), un lavoro dietro le quinte che condivideva con la sua passione per il canto e per l'esibizione solistica.
E’ il momento di tracciare la musica come solista, e non più come gruppo, realizzando: "Love's theme" e "Can't get enough", canzoni che fecero epoca, cavalcando le classifiche del momento.
Note calde le sue canzoni, cariche di passionalità, come quel  Marte congiunto con Venere che diventano esplosivi. Non meno è la Venere congiunta con Nettuno,  donando  al nostro cantautore la fantasia e l’aspetto sognante che il ritmo delle sue composizioni cerca di coinvolgere, le menti innamorate, o le "coppiette" che amano rivivere i momenti di "viva" passionalità.

Gli anni Ottanta furono un periodo di assenza per  Barry White; soltanto negli anni 90 ritornò in scena con il brano "Practise what you preach" . Una carriera che ha avuto il suo massimo successo negli anni 70, ma il riconoscimento molto più tardi. Nel 2000 il cantante ha ricevuto il primo “grammy” per la migliore perfomance maschile assoluta .


Purtroppo la vita di Barry si spegne presto, all’età di soli 58 anni, per problemi renali  e di pressione, abbandonando i fedeli ascoltatori che erano legati alla vena particolare del grande Barry White.

“Non so se è la mia musica, i miei testi, il mio sound, e conoscendo il mondo della musica il mio modo di fare: tutto quello che posso dire è che la mia carriera è durata più a lungo di quanto mi aspettassi”.

 

LA REDAZIONE ILNADIR

Sara Del Monte

OGGI NASCEVA...PETER SELLERS

Un Vergine nei panni dell’ispettore Clouseau: Peter Sellers, che non smentisce mai la sua nomina di “imbranato”   della Sécurité francese a cui Blake Edwards dedicherà una serie a partire da "La pantera rosa"  del 1963. Un ruolo degno della sua personalità metodica, razionale e qualche volta “precisa”.

Nato a Southsea, Hampshire (Gran Bretagna), il giorno 8 settembre 1925, Richard Henry Sellers, cresce in un ambiente di artisti, i genitori sono esperti attori di varietà, rendendolo già apprendista delle proprie capacità.
Il mediocielo in Gemelli le conferisce capacità di movimento e comunicazione, e con Luna “Taurina” (Luna in Toro) lo trasporta nel mondo dell’immagine in questo caso del Cinema, con la sua “voce” dall’accento francese che rende ancor più comico il suo modo di rappresentare un ispettore, che si sforza di essere serio, ma più ci prova e più combina disastri…

Un Peter Sellers spesso in divisa, o all’interno di situazioni che lo portano alla ricerca di verità, e quindi di conoscenza (Sole in Vergine), un Marte in 1 casa lo “militarizza” a tutti gli effetti, lo rende guerriero di se stesso, non a caso a diciasette anni si arruola nella RAF e organizza spettacoli per i suoi commilitoni, attività che continua subito dopo quando si esibisce nel music-hall in veste di imitatore e suonatore di trombone.

Fra i sui successi più famosi rimangono nell’immaginario collettivo le sue facce più svariate in:  "Hollywood party" (un capolavoro del genere comico),  "La signora omicidi", "Caccia alla volpe", "Il ruggito del topo",  "Il dottor Stranamore”, "Uno sparo nel buio", nei panni di un timido e gentile  maggiordomo in "Oltre il giardino", una delle interpretazioni più commoventi e di grande importanza, fuori dalla maschera comica (Giove in 5 casa) che ha sempre indossato nella maggior parte dei suoi film.

Al termine delle riprese del film  "Il diabolico complotto del dr. Fu Manchu”, il 24 luglio 1980 ha una crisi cardiaca che mette fine alla sua vita: quel Nettuno e Mercurio congiunti in Leone, in 12 casa, segnano la fine della sua vita.

Un genio dei disastri e della comicità, ha saputo regalare un omaggio alla grande storia del cinema che lo ricorderà sempre come il “guastafeste” Ispettore Clouseau …



LA REDAZIONE ILNADIR

Sara Del Monte

Sono aperte le ISCRIZIONI per i corsi di "SCUOLA ASTROLOGICA" nella NUOVA LOCATION del ILNADIR.

Sono aperte le ISCRIZIONI per i corsi di "SCUOLA ASTROLOGICA" nella NUOVA LOCATION del club ILNADIR:

-CORSO MERCURIO (per Principianti)
-CORSO GIOVE (per Cultori)
-CORSO PLUTONE (per Esperti)

- I corsi avranno inizio il 09/10/2015, con cadenza quindicinale (due volte al mese), e dovranno essere composti da un minimo di 6 persone, ad un massimo di 12 (eventuali eccezioni in deroga a questi limiti saranno valutati di volta in volta), con una durata di 9 mesi (da ottobre 2015/giugno 2016).

-I corsi si svolgeranno nei seguenti giorni: VENERDI' (dalle ore 17 alle 20) SABATO - DOMENICA (dalle ore 11 alle 13 + 1 ora di pausa, e dalle 14 alle 16).

N.B. SU RICHIESTA la location prevede anche un PRESTIGIOSO ALLOGGIO (a costi contenuti in B&B) per i non residenti.

PER RICHIEDERE QUALSIASI INFORMAZIONE CHIAMARE AL NUMERO 3929426150 O INVIARE UN'EMAIL DEL SITO: 
- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA REDAZIONE ILNADIR

OGGI NASCEVA...FERDINAND PORSCHE

Un Colossal dell’automobilismo “a grandi velocità” il nostro Ferdinand Porsche (Vergine) nasce il 03/091875 a Maffersdorf, nella Boemia settentrionale, in una famiglia cattolica ma di costumi calvinisti. 

Frequenta la Staatsgewerbeschule, una scuola professionale di Liberec, nel 1898 si trasferisce nella Vienna della belle époque. Mentre frequenta la scuola, lavora per alcune aziende, come la "k.u.k-Hofwagenfabrik Jakob Lohner & Co." di Floridsdorf che produceva carrozze per la casa imperiale, oltre che per i reali di Norvegia, Svezia e Romania.

 

Mentre il mondo cambiava, il settore automobilistico stava attraversando una fase di grande modernizzazione, tanto che l’obiettivo volevo essere quello di diventare uno strumento della vita quotidiana. Grande occasione per Ferdinand Porsche fu l'Esposizione Universale di Parigi del 1900, dove venne presentata la "Semper Vivus Lohner-Porsche", primo veicolo ibrido nonché a trazione integrale della storia, dotato di un motore a combustione interna e di un motore elettrico su ciascuna ruota,  pensate che il nostro giovane genio (Urano in Leone) non aveva ancora nessun titolo universitario…!!!

Leggi tutto: OGGI NASCEVA...FERDINAND PORSCHE

Naviga verso:

Logica Astrologica 

Ultime dal Blog

Monitoraggio Personale sul nadir