Vergine

V E R G I N E   Dal 24/08 al 23/09

NADIR in Vergine - Zenit in Pesci - Ascendente in Gemelli

 In sanscrito la Vergine si chiama KANYA cioè la potenza effciente suprema,

che include l'intelligenza fatta di saggezza e di conoscenza. 

Nessun dubbio è possibile sul mito che rappresenta la Vergine: è il mito di Iside.

L'importanza del segno è evidenziata dalla sua posizione nel cerchio zodiacale,

quale linea di confine e di passaggio dalla curva involutiva alla curva evolutiva cioè la transizione dal processo d'individuazione

e della coscienza distintiva dell'Io e del Non-io e degli opposti, al processo della coscienza intuitiva dell'unità cosmica,

il cui pieno sviluppo avviene in Sagittario.

La plasticità energetica del Leone, in Vergine, si inaridisce nelle speculazioni dialettiche,

tutte basate su procedimenti "logici"legati ad argomentazioni intellettuali con prove e risultati tangibili: quì l'egoismo e la volontà

dell'io per l'io leonino, sono frustrati negli scopi che perseguono.

Il desiderio di possesso e di godimento non si placa con le sole conquiste materiali, ma vuole di più.

La figura della Vergine è spesso associata all'acqua, quella dei Pesci, suo segno complementare.

Acqua che è la manifestazione esteriore del principio femminile, simboleggiato anche da Iside, la divina donna egiziana.

La Vergine, segno variabile, è il legame per capire l'intelligenza e i suoi significati che nel segno è intelligenza integrale,

sorpassa cioè, il quadro della ragione umana, che essa include, ma aggiunge l'elemento intuitivo, attraverso il quale essa penetra

nel mondo nascosto (ai sensi) delle Idee, con l'abnegazione di tutti i limiti individuali compie la sua vera volontà.

La Vergine è un punto di "crisi" del ciclo della manifestazione : si passa, ribaltando la direzione, dall'individuale al collettivo

polarizzando l'infinito nei Pesci. Questo cambio di rotta è il risultato della massima crisi della vita ciclica, crisi che si evidenzia

con il dubbio, l'esitazione, gli arretramenti morali e fisici (la vergine Maria, casta e pura,

che risponde all'Angelo di Dio: " ecco la serva del Signore").

La terra della Vergine, non è più la sostanza indifferenziata del Toro, ricettiva ad ogni fecondazione, ma sostanza condizionata

dalla volontà di abnegazione personale che feconda lo Spirito. L'intelligenza Vergine riceve e abbraccia il Figlio dello Spirito,

rimanendo integra e salvando così l'umanità, "schiacciando" la testa del serpente dell'Albero del Bene e del Male che causò la rottura

del legame tra l'uomo e la sua origine divina, precipitandolo nella realtà della carne e del conflitto degli opposti.

La volontà egocentrica del Leone opera il conflitto degli opposti, la Intelligenza Vergine (Iside o lo sviluppo dell'intelligenza)

penetra gli opposti per fecondare la capacità intuitiva.

Quindi c'è una vergine intelligentemente materiale,razionale e analitica (tipo medio), in cui l'analisi occupa un posto

di rilievo nel processo conoscitivo: seziona per conoscere le parti, per andare a fondo nei principi, si esalta nei

dettagli evidenziando il ragionamento, alleato alla prudenza e alla ponderazione che ne fanno spesso un serio professionista.

Nel tipo superiore, l'Intelligenza si allea all'intuizione e all'amore e si esalta con scopi altruistici, alienando il proprio io.

L'evidente contraddizione del concetto di mobilità,nel secondo segno di terra, poco propenso al rischio e all'avventura,

si sposa perfettamente nell'essere continuamente in "moto" con la mente creando lì, i suoi limiti e le sue instabilità. (cfr, M. Senard)
 
NADIR in Vergine - Zenit in Pesci - Ascendente in Gemelli