Segni Zodiacali

Nadir in Aquario

A Q U A R I O   Dal 21/01  al  18/02

NADIR in Aquario – Zenit in Leone – Ascendente in Scorpione

In sanscrito si dice KUMBHA cioè portatore d’acqua. Un segno d’aria associato per significato e simbolo grafico all’acqua, il carattere fluidico, mobile ed unitivo dell’aria si confonde al carattere dissolvente dell’acqua, ambiente di ogni nascita e rinascita (come abbiamo già visto): il movimento – aria – genera insieme alla dissoluzione dell’Io – acqua – la realizzazione o la nascita dell’uomo alla virtualità universale. L’Acqua dissolve, fa cessare la coesione degli elementi costitutivi di un tutto, ovvero li riporta in uno stato primordiale o “abissale”. L’abisso è una profondità di cui non si può misurare il fondo, che sfugge ad ogni misura, per questo si usa spesso in relazione dell’esperienza mistica (Pesci). Questa azione dissolvente dell’Acqua primordiale in Aquario corrisponde all’abbandono totale, alla notte dell’anima. L’Aquario è rappresentato da una figura umana (l’uomo perfetto) che tiene un’urna, da cui versa l’elemento fluido primordiale come fonte e dispensatore dello Spirito. L’Energia dell’Aquario è quella del Dio fatto uomo che guida l’uomo verso la Luce originale: è energia mistica che si manifesta come illuminazione della coscienza, cioè quando il pensiero umano, fermandosi alle impressioni del mondo esteriore o sensibile si concentra sul mistero del proprio essere, risveglia alla sorgente l’energia mistica che si manifesta nella coscienza tramite la percezione della luce sovrasensibile. Energia mistica, germe fondamentale di questo aspetto trascendente, che permette al grande mistico di elevarsi fino a sentirsi completamente libero, dominando il mondo dei sensi,  è latente in tutti gli uomini: laddove il mistico ha il genio dell’assoluto, noi tutti possediamo, seppellito nel fondo del nostro animo, un piccolo talento differente in ciascuno di noi per intensità. Sta solo a noi permettere a questa piccola scintilla dell’anima di emergere, a seconda della sua forza, a quelle condizioni ineluttabili di trascendenza che reggono la Vita mistica. La manifestazione energetica si muove come risveglio in Sagittario, che afferra il legame cosmico sovrasensibile, come disciplina in Capricorno, come sgancio definitivo dal mondo sensibile e fenomenico, come illuminazione in Aquario dove si esalta il desiderio di unione che conduce all’Abbandono di sè. L’unione in Pesci, come l’immersione dell’umano nel divino. In Aquario, proprio per questa capacità mistica di dissolvenza della realtà, si hanno la confusione di tutti i valori, l’abolizione del senso di gerarchia, quando si tratta di una precisa involuzione psicologica che non consentendo la capacità trascendente, si attorciglia nel disordine mentale: il senso dell’aldilà, si traduce in impulso dell’aldiquà, l’amore per l’ideale in perversione sensoriale. L’abbandono di sè diventa rinuncia al libero arbitrio, spinto fino a creare illusorie e barbare teorie: invece di liberarsi elevandosi al divino, l’individuo si asservisce alla tirannia di un idolo religioso o politico (vedi moti rivoluzionari politici e religiosi di qualunque epoca e tempo). I mostri dell’abisso prendono possesso della mente ed ecco le nevrosi, le inversioni, le schizofrenie bloccanti ogni evoluzione dell’umanità. L’aquario attua il suo desiderio di amare oltre, i suoi  cari, e va verso l’equilibrio sociale dove primeggia in devozione verso gli altri, può essere il classico benefattore dell’umanità mantenendo i suoi atti generosi in piena anonimità, si esalta nell’amore animale. La luce illuminante dello Aquario, si esprime attraverso l’intuizione scientifica, creando i pionieri delle scienze naturali e gl inventori, le cui scoperte sono beneficio dell’umanità intera (Edison ad esempio). Non c’è via facile per la realizzazione del mistico e chi passa per l’indolenza muore in aquario come un drogato e un sognatore idealista che vive di ebbrezza sensoriale ma perde, appunto, il misticismo. (cfr,M. Senard)

 

NADIR in Aquario – Zenit in Leone – Ascendente in Scorpione

Riguardo L'autore

Redazione Il Nadir

Il dr. Claudio Crespina, astrologo, filosofo, counselor psicologico-comportamentale e ricercatore nasce sotto il segno del Capricorno a Roma, una città così significativa e simbolicamente attraente, per i suoi continui richiami storici ed esoterici che credo superfluo e inutilmente ripetitivo spiegarne la grandezza e l’importanza.

Aggiungi un commento

Clicca qui per lasciare un commento

Monitoraggio Personale

News Cosmologiche