Viaggi Astrali

IL PRIMO VIAGGIO di Anna

Il Primo Viaggio

Un racconto della mente sensibile, un racconto che bisognerebbe leggere non con gli occhi biologici ma con quelli della mente, meglio sarebbe parlare, degli occhi dello spirito.., unica leva per alzare il mondo e "vedere" realmente cosa ci sia sotto.. Anna ci aiuta con questo racconto, meglio resoconto, a dirimere la matassa delle cosiddette certezze scientifiche che escludono a priori queste dinamiche sovrasensibili come fraudolente o malate, senza approfondirne le reali potenzialità in atto..perchè considerate, appunto, inaccettabili come ormai siamo abituati a leggere e a sentirci dire da sempre da questi signori del concreto che da anni in realtà vagabondeggiano astrattamente ( e la tanto sbandierata concretezza...dove sarebbe..?) alla ricerca dell'unica leva che regge il mondo per unificarne le leggi.. La tecnica dei viaggi astrali e di tutte le manifestazioni di o.o.b.e. invece sono di appannaggio quasi comune, essendo ormai moltissimi i casi che si ripetono in varie latitudini della terra di persone che entrano in quel tunnel spaziotemporale che esce fuori da questa dimensione.. 

VIAGGI ASTRALI

 

Nella teoria occulta e' universalmente riconosciuto che l'uomo e' composto da diversi corpi, ognuno dei quali compenetra l'altro e ognuno dei quali svolge mansioni differenti. A tal proposito l'uomo utilizzerebbe il " corpo astrale " per accedere ad un piano composto di materia molto piu' sottile rispetto a quella fisica, detto " piano astrale ". Siccome il corpo astrale e' composto di una materia molto piu' sottile rispetto alla materia fisica, esso puo' tranquillamente occupare lo stesso spazio occupato dal corpo fisico e compernetrarne ogni sua parte. Il corpo astrale non e' sviluppato e strutturato in maniera uguale in tutte le persone ma varia a seconda dell'evoluzione della persona stessa. Il corpo astrale " vibra ", come tutte le cose esistenti, con una sua " tonalita' ". Le vibrazioni del corpo astrale si avvertono in special modo nel momento del distacco.
Durante una propiezione astrale la nostra consapevolezza passa dal corpo fisico a quello astrale, accedendo cosi' alla percezione del piano astrale, soggetto alle sue leggi e alle sue forze. Con il corpo astrale possiamo volare o camminare, percepire l'ambiente a 360°. Ricordo che nel corpo astrale non sono presenti gli organi sensoriali o fisici come la vista, il cervello, il cuore o l'udito, anche se tenderemo ad utilizzare la loro proiezione nella convinzione della necessita' di farne uso (questo e' un fatto molto importante che porta spesso ad avere uscite al buio). Il corpo astrale non e' soggetto a vincoli di tempo o di luogo, esso può spostarsi istantaneamente da una situazione ad un'altra semplicemente desiderandolo.

Naviga verso:

Logica Astrologica 

Ultime dal Blog

Monitoraggio Personale sul nadir