O.O.B.E.

Out Of Body Experience

OUT OF BODY EXPERIENCE

 

"La luce divenne brillante - dichiarerà in seguito la Eadie - più brillante del sole, e capii che nessun occhio umano in condizioni normali avrebbe potuto guardarla. Solo gli occhi dello spirito potevano sopportarla".
Episodi di questo tipo, come sanno molti medici e anestetisti, non sono affatto rari nelle sale operatorie e di rianimazione degli ospedali. Centinaia di casi del genere sono stati studiati dal dottor Raymond A.Moody, un filosofo con una specializzazione in psichiatria. Costui ha coniato il termine OOBE, "out of body experience", ossia viaggio fuori dal corpo o esperienza di pre-morte.

IMMORTALITA': La Morte della Morte

”Non siamo esseri umani che stanno vivendo
una esperienza spirituale ma esseri spirituali
che vivono una esperienza umana".

Teilhard de Chardin
  
“....l'anima non é un organo, ma qualcosa che da vita e che esercita tutti gli organi; non é una funzione come il potere della memoria, del calcolo, del confronto, ma usa tutti questi poteri come mani e piedi; non é una facoltà, ma una luce; é lo sfondo del nostro essere, in cui essi giacciono, un'immensità non posseduta e che non può essere posseduta”
Immortalità cosa può significare...?
il nadir immortalitàQuale domanda é mai stata rivolta un maggior numero di volte, quale idea é stata più abile conduttrice per gli uomini nell'indagine del problema dell'universo, quale quesito é più inseparabilmente connesso con la nostra esistenza, dell'immortalità dell'anima umana? E' stato il tema di poeti e di saggi, di sacerdoti e di profeti; i re sul trono ne hanno discusso, mentre i mendicanti per le strade hanno sognato di essa. La parte migliore dell'umanità vi si é avvicinata, mentre quella più reietta ne ha fatto oggetto delle sue speranze. L'interesse per tale argomento non é scomparso né scomparirà finché esisterà la natura umana. Varie risposte sono state date da menti diverse. Migliaia e migliaia di persone, in ogni periodo della storia, hanno rinunziato a discuterne, e ciò nonostante il problema rimane più vivo che mai. Spesso nel tumulto e nelle lotte della nostra vita sembra che lo dimentichiamo, ma improvvisamente, quando ci viene strappato qualcuno da noi amato, qualcuno ch'é vicino e caro ai nostri cuori, e cessa per un momento la lotta e il trambusto del mondo che ci circonda, l'anima si chiede: “ Che cosa vi é dopo ?” “Che cosa diviene dell'anima?” .

Naviga verso:

Logica Astrologica 

Ultime dal Blog

Monitoraggio Personale sul nadir