HOLLANDE: "scappatella" in piena Grande Croce Cardinale...

"Di una relazione tra François Hollande e Julie Gayet si parlava da almeno un anno, mancavano le prove"...!! A parlare è Ernesto Mauri, amministratore delegato del gruppo Mondadori e presidente di Mondadori France, la casa editrice di Closer, il settimanale di gossip francese che ha pubblicato per primo le foto della liaison tra François HOLLANDE e l’attrice Julie Gayet. Mauri è stato intervistato da Stefano Montefiori per il Corriere della Sera, e racconta i retroscena dello scoop della relazione tra il presidente francese la Gayet e di come sia arrivato alla decisione di pubblicare le foto:
‘Ho chiesto di fare tutte le verifiche possibili, e di vedere il servizio’ che ‘mi è sembrato convincente. C’era la guardia del corpo senza casco, perfettamente riconoscibile. C’era Hollande con il casco, ma si capisce che è lui. Ci sono gli orari degli scatti’.... Il presidente di Mondadori France, poi, dice di essere dispiaciuto per Valerie Trierweiler, la compagna di Hollande ricoverata in ospedale dopo lo scoppio dello scandalo: ..."Abbiamo raccontato un pezzo di verità nascosta all’opinione pubblica”. E “d’altra parte, fummo noi di Closer a pubblicare per primi anche le foto che rivelavano la sua relazione con Francois Holland. Quel che le capita adesso è capitato per prima a Segolene Royal”. Quanto alla causa annunciata da Hollande per la privacy violata, Mauri si limita ad osservare che “in Francia c’è un apparato di sicurezza mastodontico che segue il presidente appena si muove, Hollande lo elude. il capo dello Stato, sta per tutta la notte in un appartamento senza neanche una guardia del corpo, e il problema non sono i suoi atti ma noi che li documentiamo..?” (Photocredit: LaPresse)

Mauri finisce la sua intervista rilasciata al Corriere della Sera così: ..

"Hollande non può fare il presidente normale solo quando gli fa comodo. Noi abbiamo agito con responsabilità prima della pubblicazione abbiamo valutato che si trattava dell’Eliseo, eccetera. Ma insomma il punto è che è vero. Fine dei discorsi..". Si è trattato quindi di DOVERE DI CRONACA..,sembra...!! Ma udite udite c'è un'altra possibile voce di corridoio: dovere di cronaca O VENDETTA DI BERLUSCONI? E come ti sbagli..!! Il cavaliere c'è sempre di mezzo, per dritto o per rovescio ce lo infilano sempre..sopratutto quando la questione porta discredito.!! In tutte le storie di questo mondo è lui l'arteficie principale: probabilmente era anche uno dei soldati romani ad aver crocifisso Cristo..: se ci fossero le foto di quel'epoca ci sarebbe qualche somiglianza.... A parte le battute doverose ormai, questa è la controstoria infiltrata dal Corriere della Sera, noto avversario politico, insieme all'indomabile La Repubblica, di Berlusconi.

Insomma, Closer avrebbe svolto un servizio pubblico, raccontando la verità sulle scappatelle del presidente francese in nome del principio de «la gente deve sapere». Non sfugge però che Closer è diffuso da Mondadori France, filiale del colosso editoriale della famiglia Berlusconi: forse che il dovere di cronaca del settimanale di cronaca rosa, autorizzato dai vertici della casa editrice, possa essere sorta di "vendetta" dell’ex senatore per tutte le battute che la stampa francese gli riservò al tempo dello scandalo Ruby, partito proprio dalla capitale francese con quella telefonata dell’allora premier al capo della polizia di Milano, sostenendo che la giovane marocchina fosse la nipote di Mubarak? O, ancora, per tutte le «risatine» a cui Hollande si è lasciato andare tutte le volte che si parlava di Berlusconi? (Cfr. giornalettismo.com) Avete capito dove vanno a parare..questi "servi dei padroni"..? D'altronde ride bene chi ride ultimo..si dice solitamente..

A dirla poi tutta, penso, tutto sommato giusto, che poi "chi la fa, se l'aspetti..", ma queste sono vicende solo umane su cui la gente normale può "divertirsi" a pensarla come più gli aggrada, mentre il battito astrologico anche qui, come ovunque, entra, ed entra dalla porta principale.

Il tema di Hollande lo pone dentro lo schema configurativo della Grande Croce Cardinale..in atto (e non solo lui...!!), ci fa sapere la preziosa collaboratrice A. Furmiglieri che si approccia nella prima investitura ufficiale nel ilNadir per l'analisi di una configurazione astrologica importante legata a questo gossip dell'Eliseo e del suo massimo rappresentante istituzionale.   

Urano in Ariete, Plutone in Capricorno, Giove in Granchio e l’ultimo arrivato Marte in Bilancia: i quattro pianeti dell'Apocalisse...!!! Il tema natale del presidente Holland presenta: Giove in Granchio  al momento dello scandalo perfettamente congiunto a Giove in Granchio di transito all’opposizione della Luna natale a 11° Capricorno, perfettamente congiunta a Plutone in Capricorno di transito. Marte in transito in Bilancia si congiungeva alla Venere natale del presidente Holland! Una Venere natale in Bilancia, l’amore… in 5^ casa, l’amore…, che ospitava in transito di Marte … amante di Venere! Attrazione fatale!  Attrazione che esplode in una perfetta quadratura  con Plutone di transito, congiunto alla Luna natale: lo scandalo! Lo scandalo causato da un’attrazione fatale per amore/piacere di una donna!

Il caso non esiste, come abbiamo detto tante volte...!! Credo che se il presidente avesse avuto la conoscenza di questi elementi e dell’attivazione della Croce Cardinale sui suoi pianeti natali e così posizionati, forse avrebbe fatto un pochino più attenzione! E non è un caso anche perchè, come specificato nell'antefatto dell'articolo, la querelle d'amore del capo dell'Eliseo era già conosciuta dalle agenzie di stampa da oltre anno e scoppia esattamente con quei transiti assolutamente inequivocabili da un punto di vista astrologico..Ma non è finita qui... ci dice animandoci di nuova curiosità  la Furmiglieri: leggiamo allora con interese il proseguio della sua sintetica e precisa analisi..    

E la bella Jiulie...? Ma guarda il caso, anche se abbiamo detto che non esiste (ma qualcuno ci crede ancora..), anche lei si imbatte nella grande Croce Cardinale in atto..! Jiulie Gayet, che durante la campagna elettorale del 2012, aveva dato il suo appassionato "endorsement" a Hollande,  presenta nel suo tema natale Urano di nascita in Bilancia perfettamente congiunto a Marte di transito, che insieme si oppongono a Urano di transito in Ariete! Mentre Giove natale in Capricorno viene raggiunto dalla congiunzione in transito di Plutone (popolarità incresciosa..) e insieme quadrano Urano di nascita in Bilancia congiunto a Marte di transito, (evento esplosivo improvivso e senza avvertimento..) e Urano di transito in Ariete: tutto parla di Grande Croce Cardinale e tutto parla di avvenimenti dirompenti l'equilibrio della relazione, evidentemente esistente per la dinamica astrologica, già da qualche tempo. Plutone stravolge e fa emergere le nostre incongruenze, i nostri sotterfugi sena pietà: distrugge e, se avrano capito il senso dell'accadimento gli attori principali, forse potranno ricostruire..altrimenti tuto cadrà come legge analogica vuiole..  Un evento imprevedibile che proprio non si aspettava che segna come cambiamento la fine di una situazione “clandestina”!

Credo che il caso non c’entri proprio per nulla..! Era chiaramente tutto preannunciato.., a sapere di astrologia e a comprenderne il valore maieutico profondo..,che serve assolutamente a rendere giustizia a questa disciplina del sapere umano trascurata e bistrattata dall'ignoranza colpevole di chi, in realtà, ne conosce da secoli a perfezione le reali potenzialità...


                                    Roma 13.01.2014                                         Redazione del ilNadir

                                                                                                    A.Furmiglieri e C.Crespina 

 

 

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir