AMORE e CRESCITA VITALE: La mente femminile come propellente del nuovo cambiamento universale

ll sintomo ti appare nella vita per segnalarti che sei su una pista troppo battuta e forse sbagliata. Arriva per dirti che devi cambiare. In questo senso e’ benefico,perche’ ti dice.basta! E’ una svolta, il sintomo, che ti fa male, ma da cui puoi risorgere, come succede anche nelle aziende. I sintomi ,i disagi,le crisi, sono dunque il necessario pedaggio da pagare per il cambiamento.

 Parliamo un po più tecnicamente: psicanaliticamente affrontiamo il problema dell'amore in modo professionale e vediamo che succede confrontandolo nei successi e nei fallimenti al movimento aziendale. LA FAMIGLIA COME L'AZIENDA.

La vita richiede una riorganizzazione e una ri -negoz-iazione continua dei centri cerebrali e dei flussi neuronali, che gestiscono emozioni, punti di vista, sensazioni, obbiettivi: come quando ci si innamora, si deve ripartire quasi da zero per conoscersi, collegarsi, ri-conoscersi e riconoscere sé stessi nuovi.
L’amore genera, oltre che salute, anche una mente generosa.
Contrariamente,la rabbia e l’odio ci rendono rigidi,non aperti e indisponibili. Casse chiuse,in cui e’ difficile mettere dentro qualcosa.La rabbia dunque e sentimenti negativi,influenzano negativamente i flussi del cervello neuronale e non lo rendono plastico,reattivo,procreativo,generativo.
Bisogna prima sciogliere i nodi umorali per avere visioni chiare e ottimali, questo vale per la famiglia come per le aziende, soprattutto se allargate.
I nodi viscerali bloccano la creativita’ mentale in un processo di regressione e inibizione fino alla morte delle iniziative, la depressione sia in senso aziendale che familiare. Esiste lo stesso nesso di causalita’ fra rabbia e inibizione all’apprendimento. Fra odio e rancore e mancanza di spirito di sacrificio,di motivazione.
Per far ripartire la mente pro-creattiva,bisogna togliere nodi e grumi di insofferenza, pena il blocco dell’attivita’ e dell’attivita’ mentale.

L’amore e la mancanza di paura nei confronti del futuro, permette invece di apprendere, addirittura ci dà gioia nell’apprendere, e di stare bene assieme agli altri (i cosiddetti clienti interni, i nostri collaboratori).
Tanto che l’ossitocina (ormone rilasciato in fase di innamoramento) è chiamato anche il modulatore dell’impegno! Tutto questo dipende dalla fiducia che abbiamo in noi stessi, nel nostro potere relazionale,che e’ principio di ogni comunicazione. Fiducia e creattivita’ per far fronte alla crisi.
Se ci sono sintomi, manca la fiducia relazionale, manca il patrimonio piu’ grande che e’ la CAPACITA' DI COMUNICARE.
Smettiamola di temere futuro, prendendo i sintomi come crisi e la crisi come sintomo e come sfida, per dare nuove accelerazioni,o volute decelerazioni, a pensieri ed azioni.
Se così faremo, moduleremo i nostri cervelli in maniera plastica per i tipi di difficoltà che ci aspettano.
E sapremo superare gli ostacoli. Altrimenti i primi ostacoli saremo noi, le paure, le insicurezze, la mancanza di speranza ,il nero con cui tingere ogni cosa. (parlo per esperienze personali sia come counselor da altre 20 anni, sia come situazioni accadute direttamente a me). Ecco un caso che mi sembra esplicativo:" Ebbi un’azienda, (i titolari, padre e figlio) con sede vicino ad Orvieto.Tutto filava liscio. Improvvisamente una crisi di leadership, fra il padre ed il figlio. Avevano costruito muro contro muro. Il primo ad accorgersi di questa de-generazione fu il project manager mio amico di vecchia data, la persona appunto che si prendeva cura del futuro dell’azienda: che mi chiamo’ sapendo che il mio accesso era ed è di natura astrologica nella comprensione delle motivazioni relazionali.
Qualche mese di riunioni centrate sulla comunicazione sul e del gruppo aggirando l'ostacolo principale confrontando caratterialmente un Capricorno con un Granchio. Chi stava con chi e per quale motivo. L’azienda si era spaccata come quando due si separano.
Da una parte il padre con alcuni collaboratori, dall’altra il figlio,quasi solo.
La guerra, la competizione era dentro, e non solo fuori ,come capita anche alle migliori famiglie, aggiungendoci il generale scetticismo dei miei metodi che ha fatto però da parafulmine per scollare l'incomunicabilità dei due contendenti i quali ripreso a parlarsi proprio sui concetti dell'astrologia che proponevo (ma intanto ero riuscito a rompere ..il ghiaccio fra i due senza che se ne rendessero conto...ecco il grande valore dell'astrologia..anche quando l'ignoranza regna sovrana bisogna sfruttarla perchè è un'arte terapeutica in tutti i sensi).
Ora l’azienda va a gonfie vele, poiche’ la crisi ha dissolto quei nodi comunicativi quei silenzi e quei musi, quegli sbarramenti comunicazionali che relegavano il ruolo di ciascun membro dell’azienda all’oppositivita’ e dunque alla stagnazione produttiva.
Anche l’azienda e’ una famiglia.
Le dinamiche psicologiche e comunicazionali sono le stesse.
Per questo hanno bisogno ogni tanto di una cura.Di una sana decriptazione. Come per i geroglifici, o i simboli astrali.

Ma vediamo cosa succede quando stiamo male?
Quando “siamo giu’ di morale”siamo di cattivo umore,o depressi, la plasticità del cervello s’interrompe , s’irrigidiscono gli arti (il colpo della strega!),e i nostri comportamenti interattivi, e sul piano biologico ed organico si abbassano le difese immunitarie, non apprendiamo più: ma anche questo dis-apprendimento è preludio al cambiamento.
Per cambiare mente, dunque, dobbiamo paradossalmente stare male nella vecchia pelle, guarire dai vecchi sintomi,cambiare dinamiche,modi di pensare il futuro.
Come i bruchi ,da cui escono le angeliche farfalle!
Dobbiamo sdoganare le abitudini che ci rendono secco il cervello.
Conoscere meglio i sintomi per combatterli. La mente(mercurio) ed il sistema psicologico ed affettivo (Asse Nettuno-Plutone), sono correlati e in continua trasformazione, a seconda delle relazioni, delle comunicazioni,dei comportamenti ,del pensiero e della rappresentazione che una persona ha di sé stesso,della forza iconica,simbolica della cultura che possiede, della passione che rafforza il pensiero in un circolo virtuoso di straordinaria potenzialità evolutiva..Il darsi da fare per qualcosa, prendersi im-pegni, lottare per qualcosa, rendersi utili, colora la vita, tonifica, ci mette in comunicazione, ci rida il sorriso, che e’ il primo benvenuto per tutti.
La passione emotiva ed affettiva, la spinta motivazionale, l’entusiasmo contagioso sono un fattore biologico primario,di nutrimento per l’architettura emozionale del cervello, per la sua neuro-plasticità.
Piu’,a volte , anzi spesso, di qualsiasi medicina..
SENZA AMORE, muoiono parti del cervello, che a sua volta disinnesca reti neuronali, che abbassano le difese immunitarie., che a loro volta secernono ormoni killer in un circuito che si auto-avvita. Ecco perché i sintomi, siano essi familiari o aziendali, sono sentieri impervi, ma luminosi (o “numinosi” come direbbe Rudhyar) : ci chiedono di fermarci, per riscoprire il daimon, il talento, l’energia vitale bloccata, la connessione che si è spenta, l’amore che hai perduto., la ferita che e’ rimasta aperta. Star male è il primo segno di una strategia globale di cambiamento (...cambia-mente!!!) della vita: il paziente diventa un “senziente” poiché sente che il sintomo gli sta sussurrando qualcosa che non vuole o non sa capire.
Dipende anche da noi come guarire, che strada prendere.

La tua medicina e’ il modo di affrontare la vita e la morte.

Il tuo cervello è “infinito”  ci dice nel capovaloro, Norman Doidge, usalo, continua, attraverso parole nuove, approcci diversi ed entusiasmanti,colori e movimenti ,anche di danza del pensiero.
Così è anche per le strategie d’impresa: se un’azienda sta male non sono solo i conti che traballano, ma è soprattutto la mancanza di progettualità e di obbiettivi, di vision, il blocco emotivo e cognitivo del capitale umano, che la intralciano nel processo produttivo.
Come per le madri nel processo riproduttivo.

La conoscenza e l’amore per il futuro, il pre-vedere e il “sentire” ciò che sta accadendo, è dote materna: deve diventare un allenamento(un’allattamento...),un modo di nutrirsi, costante per chi lavora e per i “lavoratori della conoscenza”. L’INSULA controlla queste funzioni e d e’ a sua volta una ghiandola posta sotto la corteccia cerebrale ,deputata a sentire prima le cose.L’insula e’ deputata anche al cosiddetto sesto senso,negli affari e negli amori,per la tutela dei bambini e la tutela del patrimonio.E’ piu’ sviluppata nel cervello delle donne(cfr.i circuiti legati all’affettivita’,all’umore e all’intuizione)
Il pre- sentire, il prevedere sono visioni corrette della mente: non rifiutiamoci di ascoltarle! Gli antichi usavano questo tipo di cervello per qualsiasi funzione:in quel caso la mente diventava pro-cre-attiva,che significa creare prima attraverso le rappresentazioni mentali,quello che si sente che avverra’.

I romani non avrebbero fondato un impero,ne’ Alessandro Magno sarebbe stato cosi’ grande senza l’ausilio di questo tipo di “mente”immaginifica,pro-creattiva,appunto.
Quello che stanno facendo ora i coach delle grandi imprese sportive,che allenano i loro campioni secondo questo tipo di rappresentazione che precede la realta’..
Le persone che hanno usato una mente procreattiva ,sono nei secoli,stati definiti visionari..
Visionari come ,Madre Teresa di Calcutta,Ghandi, Martin Luther King!
E visionario era Freud,Jung,la Klein,la Freud,per non parlare dell’ultimo Hilmann .
Chi non cambia svilisce, mortifica, inganna, sopisce, sottomette, non ascolta, non rimbalza.
Soprattutto ignora che l’INSULA, piccolissima zona della corteccia cerebrale, ha la capacità di prevedere intuitivamente, di avere dei pre-sentimenti  utili per la conoscenza del futuro.
Tutto ciò è diventato scienza.

Un giovane, DOBBIAMO CAPIRE, e’ più vicino al futuro:bisogna ascoltarlo, se, competente,  sa prevedere gli avvenimenti,  ma nessuno lo ascolta Per questo spesso si deprime, si sfiducia , spesso si ammala o peggio si droga..........
La sua mente e’ troppo avanti rispetto al conformismo di una società sclerotizzata nei dogmi inviolabili senili e viene delusa.
Usa invece il tuo cervello umorale, flessibile, e avrai possibilità infinite di risolvere i problemi, come le madri con i figli, come dovrebbe essere usata la pratica astrologica..con flessibilità e intuito al cambiamento (astrolatria o dialogo con gli astri). Da poco tempo, con Louane Brizendine, si è scoperta la straordinaria plasticità e fecondità mentale delle donne e il loro cervello, che sentono, decidono, sono dotate di senso decisionale e protettivo, di intuizione istintiva per salvare i loro piccoli: soprattutto sono allenate a risolvere mille cose contemporaneamente.
Abituate ad andare su e giù con l’umore, proprio per via dei loro ormoni e del loro tipo di cervello, (il “cervello ormonale”), sono dotate di resilienza, e non resistenza come molti crederebbero, di una propensione cioè biologica e psichica al cambiamento,(e al rimbalzo..), per compensare con il “fare”il “non avere”, o il sentire sé stesse culturalmente inferiori rispetto agli stereotipi sociali che le riguardano.
Esse sono infine dotate di corpo calloso che permette l’interazione fra i due emisferi cerebrali:la nascita del bisogno e della necessita’ di comunicare nasce fisiologicamente dalla originarietà del  loro stesso cervello. Inoltre, hanno instaurato reti di comunicazione fin dall’inizio della civiltà: il nostro secolo ne è la sostanziale riproduzione virtuale. Eppure non è ancora cambiata la loro subalternità psicologica nei confronti dei loro partners.
C'è da auspicarsi un tentativo, almeno un tentativo, di capire il grande apporto dell'ETERNO FEMMININO, aldilà dell'inutile femminismo politico insufficiente a ...creare nuovi modelli di SALUTE....mentale. La mente del terzo millennio sarà dunque umorale , che “sente”e pre-sente, nettuniana  insomma, con Nettuno che sta per entrare nella sua sede naturale in Pesci garantendo appunto, questa precisa evoluzione del pensiero: ecco il mio invito e il mio grido a che i colleghi astrologi si adoperino per capire questa inevitabile trasformazione.....della mente a cui il sistema astrologico deve conttinuamente rifarsi se vuole vivere di indipendenza scientifica e culturale. Una mente che, aldilà della sua precipua capacità di ragionare, se iniziamo a conoscerla bene, e quindi inevitabilmente a saperla usare, sarà in grado di agire la fase sentimentale e quella sensoriale: femminile, flessibile, e “cangiante”. Per la capacità di prevedere, preoccuparsi, trovare soluzioni grazie all’insula e alla corteccia prefrontale (che integra le percezioni sensoriali), nonché all’amigdala (che opera una lettura affettiva degli eventi) entrambi governate come ghiandole proprio da Nettuno che collaborando con Plutone in sestile largo...provocherà il necessario cambiamento della possibile lettura del pensiero come fino ad oggi è concepito: per me e i miei studi sembra inevitabile questo collasso con il vecchio metodo sclerotizzante la capacità dialettica e trasformativa del prevedere femmineo. Anche in questo senso il 2012 è un anno che da il senso ad enormi cambiamenti e a nuove e continue trasformazioni: il crollo di un sistema ormai obsoleto..in tutti i settori dello scibile umano e non.....!!!!!

Certo il quadro di riferimento, la società, non solo continua a cambiare, ma ha dovuto subire improvvisi cedimenti, fino alla totale caduta di qualsiasi riferimento relativo alla sicurezza dei “valori” intesi come punti fermi, imprescindibili. La realta’ ed il futuro lungi dall’elargire promesse, sono vissute maggiormente come minacce da tutte le categorie di persone
La sicurezza emotiva ed economica è stata minata alla base. Il cambiamento è epocale.
Si parla di a-crescita e di decrescita. E’ arrivato forse il tempo della lumaca? Se cosi fosse,siamo preparati psicologicamente a partire da zero?
Avremo la necessaria forza di sacrificio? Sapremo  utilizzare la mente sentimentale ,internet e amore?
La “casa” interna, se prima era sopraffatta da depressioni e insicurezze, oggi brucia letteralmente, poiché bruciate sono state le risorse naturali e le risorse intellettuali, nell’incapacità di gestire, contenere, “vedere” uno sviluppo “sostenibile”. Sostenibile da chi e per che cosa, sembra essere ora la domanda.........!!!! L'astrologia, per chi sa leggerla dentro e non solo fuori, vede e sente questo terrore proprio nel transito del lento Plutone in Capricorno, che appunto nel suo precedente giro (250 anni fà circa...) sconvolse la società agricola esistente per dar inizio alla società industrializzata con i relativi cambiamenti culturali e sociali che apportarono cambiamenti alle strutture cerebrali di ogni persona con le aperture, sempre più sviluppate, alle analisi della mente interna ed esterna...  

Quali segnali mandano oggi la terra e la sua popolazione? Quali sintomi sviluppano le persone, figlie di questo tipo di civiltà?
Paura e depressione dicono che sono pochi i segnali di ripresa della persona e troppe le informazioni: una nebbia psicologica sembra incombere sul mondo. Ma anche una grande sete di cambiamento :preludio di nuovo rinascimento culturale e dunque economico. I conflitti interni, che un tempo erano (secondo il mito di Platone) il cavallo nero e bianco, governati da un auriga che rappresentava la padronanza di sé, la forza dell’Ego, si sono come esternalizzati, con il risultato di avere trincee emotive da mettere ovunque, dentro e fuori di noi.
Dal fantomatico “nasci, produci, crepi” siamo arrivati al “nasci, consumi, crepi”. Quale sarà la terza strada? Siamo in un momento in cui le vecchie glaciazioni si sciolgono e arrivano le nuove desertificazioni.. E’ arrivato il momento del rinascere,nel sentire,nel pensare,nel costruire,nel creare..(cfr. A. Lancellotti)

Se non puoi cambiare il vento, aggiusta le vele.

                        Roma 23.09.2010                                                                  IlNadir  C. Crespina
 
 

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir