Astrologia e Filosofia

IL SAGITTARIO

Spiegare l’Ariete e il Leone da una sensazione di estrema fluidità. Sembra infatti che non ci siano difficoltà a cogliere i tratti caratteristici di questi segni nelle persone che si possono osservare. Sono due segni limpidi, rispecchiano le forze della natura: almeno ad una prima analisi indagativa. Spiegare il Sagittario è più complicato. E’ stato uno dei segni che ho dovuto studiare molto tempo per poterlo capire. Sarà perché è un segno che si può considerare anch'esso "doppio", ma c'è una visone straordinaria nell'attraversarlo che non si comprende con i soli occhi dell'incombenza decifratoria.  I segni cosiddetti doppi sono più difficili da definire. A dire il vero, come ho detto, è più complicato di questo, poiché esistono due tipi di Sagittario, l’estroverso che vive attraverso i suoi istinti terrestri e l’introverso che vive con la parte più umana del segno. Tutti i due i tipi hanno in comune un fuoco interiore che si vede nei loro occhi. Pieno di passione, il Sagittario è sempre pronto a combattere per il suo ideale che sia materiale, sociale o spirituale. E' un segno che lavora su questi 3 livelli, cercando di armonizzarli non sempre riuscendoci. Segno di fuoco, mutevole, domicilio di Giove, simbolo dell'anima che si eleva al di sopra della croce della materia e dell'espansione attraverso la saggezza.
In sintesi, la libertà dell'anima dal dominio della materia.  Il nome del Sagittario in ebraico è Qesheth che significa arco ed anche arcobaleno, simbolo di una fase del processo alchemico. L'arco non è solo lo strumento per lanciare le frecce, inteso come desiderio di conquista del lontano, ma il principale elemento architettonico di sostegno che "sfida" la forza di gravità per costruire verso il Cielo. 

Leggi tutto: IL SAGITTARIO

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir