SETTEMBRE 2 0 1 3

Settembre  2 0 1 3

Nello Zodiaco Settembre è il mese che entra in sinergia nella dimensione della Vergine, e nell’ultima decade del mese con l’incontro alla prima decade della dimensione della Bilancia …


LA VERGINE Archetipo... il Limite Del Più Piccolo Di Se

Il segno della Vergine è il secondo segno della triade dell’elemento Terra, è un segno mobile e nello Zodiaco tropicale, corrisponde al periodo stagionale del raccolto, della selezione, della discriminazione, sino ad arrivare, attraverso una minuziosa analisi, all’utilizzo dei frutti, alla conservazione, al rifornimento di provviste per il nuovo anno. La simbologia di Mercurio, suo cosignore, nella Vergine, a differenza dei Gemelli, lo vuole legato alla grande capacità di metodo, alla capacità di catalogare, discriminare, frammentare, alla disciplina, alla costanza, alla capacità di critica, ad una mente acuta, alle raffinazione delle risorse, dato il suo grado di assoluta precisione, all’ordine, alle regole, tutte qualità con il quale chi appartiene a questo segno, nasce. Il viaggio del nativo, lo vuole alla ricerca delle sue risorse, che dovranno trovare spazio di realizzazione anche nella società, riconoscendo i propri limiti, superando il senso di inadeguatezza che lo rende suscettibile al confronto, ed all’ansia, che nasce proprio dalla sua paura atavica. Questo sentimento, porta il nativo, spesso, a non mettersi in gioco, poiché è tendenzialmente radicato in lui, un senso di disistima. La troppa fiducia nella mente lo porta ad avere difficoltà con le emozioni, le intuizioni, la capacità di empatia. Il grande viaggio del Segno, sarà proprio quello di integrare mente e corpo, la ragione e l’intuizione, la razionalità e le emozioni, diventando individuo integrato in se stesso, comunque più spontaneo. Quando il senso di disintegrazione interiore è alto, il nativo tende al controllo, alla ritualità dei gesti, alla ricerca della perfezione assoluta ed in alcuni casi, la non integrazione psiche-corpo, lo conduce a soffrire di disturbi psicosomatici. Solitamente chi nasce con questo segno, ha un forte senso del dovere, poiché è ciò che ha assorbito dall’ambiente, attraverso l’educazione...

 

L’ambiente risultava essere troppo rigido, improntato sull’apprezzamento ed il riconoscimento dei meriti, diretto più per ciò che riguardava il "saper fare" che per l’essere, il nativo dunque ha imparato a compensare con il senso del dovere, a scapito del suo essere, facendosi carico di problematiche non proprie ed a volte anche di persone. Dovrà dunque, nel suo percorso, imparare a scegliere se occuparsi degli altri, senza sentirsi obbligato dal forte senso del dovere, poiché se così sarà, si sentirà sempre imprigionato dalle situazioni. La ricerca dell’autostima di sé, ossia del proprio valore, sarà parte integrante del viaggio verso la felicità dell’anima.


La 2^ decade è retta da Venere - Femminilità

La decade rappresenta l'ambizione conquistata attraverso iniziative difficili sostenute da lotte per il successo. I nativi possiedono alte capacità amministrative oltre a l'indole di saper governare la propria casa nella cura delle attività domestiche, dato dall'inclinazione al senso dell'ordine, e alla capacità di saper amministrare l'economia. Le attitudini predispongono i nativi alla letteratura e alle arti. Tendenzialmente hanno il senso del lucro che può rivelarsi apparire in avarizia. Emotivamente sono soggetti a sentirsi feriti nell'amor proprio ma che il tempo guarisce.


La 3^ decade è retta da Mercurio - Inventiva

La decade rappresenta un indole dall'attività irrequieta, portata alle occupazioni più svariate, i nativi sono dotati di doni mentali naturali che permettono una riuscita senza eccessivi sforzi e la forza intellettuale porta alla riuscita sociale. Il destino riserva loro grandi cambiamenti nella vita. Il temperamento caratteriale può portare al verificarsi di contrasti nelle relazioni con i figli



NADIR in Vergine

In sanscrito la Vergine si chiama KANYA cioè la potenza efficiente suprema, che include l'intelligenza fatta di saggezza e di conoscenza. Nessun dubbio è possibile sul mito che rappresenta la Vergine: è il mito di Iside. L'importanza del segno è evidenziata dalla sua posizione nel cerchio zodiacale, quale linea di confine e di passaggio dalla curva involutiva alla curva evolutiva cioè la transizione dal processo d'individuazione e della coscienza distintiva dell'Io e del Non-io e degli opposti, al processo della coscienza intuitiva dell'unità cosmica, il cui pieno sviluppo avviene in Sagittario. La plasticità energetica del Leone, in Vergine, si inaridisce nelle speculazioni dialettiche, tutte basate su procedimenti "logici" legati ad argomentazioni intellettuali con prove e risultati tangibili: quì l'egoismo e la volontà dell'io per l'io leonino, sono frustrati negli scopi che perseguono. Il desiderio di possesso e di godimento non si placa con le sole conquiste materiali, ma vuole di più. La figura della Vergine è spesso associata all'acqua, quella dei Pesci, suo segno complementare. Acqua che è la manifestazione esteriore del principio femminile, simboleggiato anche da Iside, la divina donna egiziana. La Vergine, segno variabile, è il legame per capire l'intelligenza e i suoi significati che nel segno è intelligenza integrale, sorpassa cioè, il quadro della ragione umana, che essa include, ma aggiunge l'elemento intuitivo, attraverso il quale essa penetra nel mondo nascosto (ai sensi) delle Idee, con l'abnegazione di tutti i limiti individuali compie la sua vera volontà. La Vergine è un punto di "crisi" del ciclo della manifestazione: si passa, ribaltando la direzione, dall'individuale al collettivo polarizzando l'infinito nei Pesci. Questo cambio di rotta è il risultato della massima crisi della vita ciclica, crisi che si evidenzia con il dubbio, l'esitazione, gli arretramenti morali e fisici (la vergine Maria, casta e pura, che risponde all'Angelo di Dio: " Ecco la serva del Signore..."). La terra della Vergine, non è più la sostanza indifferenziata del Toro, ricettiva ad ogni fecondazione, ma sostanza condizionata dalla volontà di abnegazione personale che feconda lo Spirito. L'intelligenza Vergine riceve e abbraccia il Figlio dello Spirito, rimanendo integra e salvando così l'umanità, "schiacciando" la testa del serpente dell'Albero del Bene e del Male che causò la rottura del legame tra l'uomo e la sua origine divina, precipitandolo nella realtà della carne e del conflitto degli opposti. La volontà egocentrica del Leone opera il conflitto degli opposti, la Intelligenza Vergine (Iside o lo sviluppo dell'intelligenza) penetra gli opposti per fecondare la capacità intuitiva. Quindi c'è una vergine intelligentemente materiale, razionale e analitica (tipo medio), in cui l'analisi occupa un posto di rilievo nel processo conoscitivo: seziona per conoscere le parti, per andare a fondo nei principi, si esalta nei dettagli evidenziando il ragionamento, alleato alla prudenza e alla ponderazione che ne fanno spesso un serio professionista. Nel tipo superiore, l'Intelligenza si allea all'intuizione e all'amore e si esalta con scopi altruistici, allineando il proprio io.
L'evidente contraddizione del concetto di mobilità, nel secondo segno di terra, poco propenso al rischio e all'avventura, si sposa perfettamente nell'essere continuamente in "moto" con la mente creando lì, i suoi limiti e le sue instabilità. (cfr, M. Senard)

NADIR in Vergine - Zenit in Pesci - Ascendente in Gemelli


B I L A N C I A

1^ decade

Con la Bilancia, si può rilevare il rapporto indissolubile ed essenziale che c'è tra i segni opposti ed anche capire il senso dell'aspetto di opposizione, perché nel codice zodiacale è il primo segno evolutivo, appunto opposto, a quello involutivo dell'Ariete. Lo Zodiaco, o schema del movimento dell' Energie, è una circonferenza rappresentante il ciclo della manifestazione, nella quale e per la quale esiste anche, l'opposizione tra i contrari, tra i vari aspetti che la compongono; ma quando la coscienza umana s'identifica col Centro, che è anche quello dell'Universo, si ristabilisce l'armonia tra i contrari. In Bilancia segno dell'equilibrio, si evidenzia proprio l'armonia dei contrari. Venere, pianeta simbolo della Bilancia..., incarna i simboli bilancini regolandone il ritmo creativo. La Bilancia è il sentimento intuitivo... ha un carattere affabile, amabile, conciliante e socievole. Il suo tatto innato le consente di trovare sempre il giusto atteggiamento... il fascino che riesce ad esercitare proviene, sia da una nota personalissima, sia dalla sua capacità di "riflettere" il partner..., e si maschera così bene con l'attrazione immediata, tanto da risultare in perfetto accordo col partner...


Il segno della Bilancia è il secondo segno della triade dei segni d’aria, posto sull’asse relazionale, essendo per natura interessato fortemente alla relazione. Venere come Pianeta, governatore del Segno, dona ai nativi, un gran desiderio, nonché, bisogno, di entrare in relazione, di riconoscere l’altro da sé. Venere nella sua simbologia è legata ai valori personali, all’affettività, all’amore che nasce dal sentimento, all’autostima, alla scelta, all’amore per la bellezza della forma, alla condivisione, all’equilibrio, all’armonia, alla raffinatezza, all’ideale di perfezione, alla capacità di cooperazione, alla ricerca della propria individualità. Il nativo è dunque predisposto alla comunicazione, allo scambio, unico modo per entrare in relazione, si lega fortemente al senso estetico, al senso etico, alla ricerca dell’equilibrio delle forme...

La 1^ decade è retta dalla Luna - Raffinatezza

Questa decade rappresenta il senso dell'equilibrio e della misura, i nativi possono apparire stravaganti e estremamente mutevoli, ma in realtà esprimono l'amore della libertà e un alto senso della giustizia. L'indole è predisposta a una feconda immaginazione ma nel loro animo possiedono un accentuata sensibilità all'emotività umana. Dotati di energia creatrice, il destino riserva loro attidudini alle arti, amanti della pittura e della musica, possiedono il dono del senso poetico,


Movimenti Planetari di Settembre

Settembre ...

… tra i movimenti che i Pianeti ci hanno riservato …

Effemeridi dei pianeti

Pianeti veloci che nel corso del mese cambiano di segno Zodiacale

Sole in Vergine (da 8°43’) fino al 22 Settembre e in Bilancia per il resto del mese (fino a 7°58‘).
Mercurio in Vergine (da 15°27’) in moto diretto fino al 9 Settembre, poi in Bilancia (da 0° a 30°) fino al 29, poi entra in Scorpione (fino a 1°56’a fine mese)
Venere in Bilancia (da 18°04’ a 30°) fino al 11, poi in Scorpione fino a fine mese (fino a 22°30)
Marte in Leone (da 2°30’) per tutto il mese di Giugno (fino a 21°15')

Pianeti lenti che persistono nello stesso segno durante tutto il mese

Giove in Granchio di moto diretto (da 14° 0’ a 18°20')
Saturno in Scorpione di moto diretto (da 7°09' a 10° 0’)
Urano in Ariete di moto retrogrado (da 11°45' a 10°38 )
Nettuno in Pesci di moto retrogrado (da 3°50 a 3°05‘)
Plutone in Capricorno, di moto retrogrado ( da 9°05‘ a 8°59') fino al 21 poi diretto fino a fine mese (da 8°59' a 9°01)


Eventi rilevanti del mese

Il mese di Settembre inizia nella recente entrata di Marte nel Segno del Leone. Il giorno 5 Settembre si formerà la luna Nuova nel segno della Vergine, il giorno 9 Mercurio entra nel segno della Bilancia, e il giorno 11 Venere effettuerà il suo passaggio nel segno dello Scorpione. Il 23 Settembre il Sole entra in Bilancia, e il 29 Settembre Mercurio passerà nel segno dello Scorpione.

Ill mese di Settembre si apre con la recente entrata di Marte nel Segno del Leone, che andrà a formare un aspetto di quinconce a Nettuno dal segno dei Pesci, e successivamente un aspetto di quadratura con Saturno dallo Scorpione, seguito da un aspetto di trigono a Urano dal segno dell'Ariete.

Il giorno 5 la Luna Nuova in Vergine formerà un piccolo Stellium con Sole e Mercurio, si porrà in armonioso aspetto di trigono a Plutone dal Capricorno, di sestile a Giove dal Granchio e formerà un quinconce con Urano dall'Ariete.

Dal giorno 9 Mercurio in Bilancia andrà a formare un aspetto di quadratura con Plutone dal Capricorno e di sestile con Marte in Leone,

dal giorno 11 Venere in Scorpione si porrà in armonioso aspetto di trigono con Nettuno dai Pesci, andrà a congiungersi con Saturno in Scorpione e formerà un aspetto di sestile con Plutone dal Capricorno, mentre si porrà in aspetto di quadratura a Marte dal Leone, e successivamente formerà un aspetto di trigono con Giove dal Granchio.

Il giorno 23 Settembre Il Sole entra nel Segno della Bilancia, andrà a porsi in opposizione a Urano dal segno dell'Ariete, in quadratura a Plutone dal segno del Capricorno, e in quadratura a Giove dal segno del Granchio, nella formazione di una Croce nei segni Cardinali.

Il giorno 29 Mercurio entra nel segno dello Scorpione, formando uno Stellium Mercurio, Saturno e Venere, e si porrà in armonioso aspetto di trigono con Nettuno dai Pesci. 

                                                              LA REDAZIONE DEL "IlNadir"
                                                                     Anna Furmiglieri 

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir