Aprile 2013

Aprile

A
prile, dai primi germogli in rinascita,
Primaverile che affiorano alla vita.
Risveglio creatrice della natura,
Immersa nei colori ricomparsi,
Luminosi in un ancora tenue calore
Esaltati in un nuovo ciclo vitale.

Aprile, mese del tempo in cui la Primavera esplode in tutto il suo splendore, dai primi germogli che dalle radici affiorano nella loro attività creatrice, al risveglio di un nuovo ciclo di vita della natura. Nello Zodiaco Aprile è il mese che entra in sinergia nella dimensione dell’Ariete, e nell’ultima decade del mese con l’incontro alla prima decade della dimensione del Toro …
 
L’ARIETE  -“La scintilla che genera il fuoco”-

L
Ariete è il primo dei segni dello Zodiaco, segno cardinale che apre linizio dellanno astrologico, il principio dello Zodiaco, dal giorno dellEquinozio di cielo-di-aprilePrimavera, in apertura alla stagione del risveglio delle energie della natura, in un ritorno allattività creatrice di un nuovo ciclo vitale, dalla nascita dei germogli per la comparsa della vita. Per simbologia legata alla Primavera, lAriete rappresenta liniziativa nutrita da una grande energia propulsiva, che sprona ad agire impetuosa, appartenete alla triade dei segni di Fuoco, dal Sole primaverile attinge un fuoco vivificante che attiva energie creatrici e costruttive, da cui ogni forma ha inizio e prende vita attraverso l’azione, impetuoso come procede la natura, sotto l’influenza di Marte suo governatore pianeta della lotta e dell’attività. Il nativo dell’Ariete si esteriorizza in uno slancio spontaneo esposto con un’energia propulsiva che si brucia velocemente: il Sole si trova in esaltazione in questo segno di Fuoco che ne attinge le energie con una gran fiducia nelle possibilità di conquista della sua individualità, mentre Venere è in esilio nel combattivo Ariete pronto a bruciare le tappe dell’amore a discapito dell’edonismo, in veloci innamoramenti che come colpi di fulmine si consumano rapidamente, e Saturno pianeta della riflessione e della pazienza, si trova in caduta in Ariete

a difesa della sua spontanea impulsività, che irriflessiva si precipita ad agire sovente con poca perseveranza. La corrispondenza fisica del segno dell’Ariete è la testa, di conseguenza nel legame psichico e intellettuale lo predispone al comando e a essere il capo nelle situazioni che lo circondano, l’energia di Marte suo governatore gli infonde un intelletto d’intelligenza vivace dallo spirito ardente, nelle pronte decisioni generate da una mentalità impulsiva, a guida nelle scelte delle iniziative e azioni, soggetta a irriflessione come può essere in discontinuità. Il nativo nel segno dell’Ariete è caratterialmente un entusiasta di indole sincera, nel manifestarsi impetuoso e indipendente, tendenzialmente è soggetto a momenti di collera, specie se ciò che incontra nella vita non si verifica seguendo i suoi disegni, ma che durano poco e che svaniscono rapidamente senza coltivare rancori. La sua forza impetuosa genera un’energia creatrice nella piena fiducia in se stesso, che lo sprona ad affrontare ogni sorta di ostacoli gli si pongano sul suo cammino, con una combattività audace. Sa cogliere il punto centrale di ogni situazione da affrontare con una concentrata attenzione al problema, ma che spesso si perde nei particolari, indifferente nella sua temerarietà senza calcolo dei pericoli che può incorrere, precipitoso nelle azioni che intraprende proiettate al trionfo dei suoi intenti, che esporrà con estrema chiarezza nelle sue affermazioni, anche se prive di diplomazia e i suoi modi possono apparire bruschi. L’Ariete può manifestarsi in tipologie differenti: in quanto motivato dalla consapevolezza della sua individualità è spronato da un profondo senso di conoscenza della forza delle proprie risorse e attinge alla propria carica di energie per contrastare i condizionamenti esterni alla sua crescita evolutiva, nella ricerca di misurare le sue capacità che spesso gli vengono confermate dai risvolti raggiunti e dati dalla constatazione tangibile del suo potere creativo. Insofferente a gerarchie e a ogni tipo di imposizioni dettate da norme e regole di vita sia materiale sia morale, nella direzione di tipologia d’indole distruttiva, rivolge la potenza della sua carica energetica in aggressività, contro ogni cosa gli si contrapponga o chiunque  lo contrasti, assumendo atteggiamenti caparbi su prese di posizione tenaci anche se errate, tramutando la sua ricerca in una affannosa conquista verso realizzazioni concrete. La tenace volontà, costante e indomabile è sempre viva nella sua indole mai predisposta a sottostare a restrizioni, propenso a dare il meglio di se stesso quando le circostanze gli permettono di intraprendere iniziative e decisioni nella libertà di agire, seguendo il percorso che si è scelto avvalendosi delle sue capacità con la meta di realizzare i suoi intenti prefissi., generati da una mentalità d’intelletto dinamico nella scelta della strada da intraprendere. Inadeguato alla solitudine, non è predisposto e mai propenso a mettersi in disparte assumendo una figura solitaria, la sua naturale tendenza sarà di esprime la sua personalità attraverso impulsi spontaneamente sentiti che generano la sua influenza sulle altre persone, anche se la sua indole è potenzialmente il desiderio di acquisire un dominio primario, che lo vede a comando della sua guida in ogni contesto compresi quelli nei rapporti con le altre persone. Nel suo animo si responsabilizza dei compiti che si assume come impegno anche se difficoltosi, in un’indole di natura generosa dedicata agli altri fino al sacrificio di se stesso quando è spinto da slanci generati dal cuore, anche se la sua indole temeraria che in determinate circostanze si rivela preziosa, a volte può esporlo a rischi che potrebbero rivelarsi nocivi per se stesso. Come la Primavera, stagione del risveglio della natura, l’intraprendente e combattivo Ariete ne possiede la tenerezza, e una celata ingenuità spesso ignorata, che lo predispone a seguire l’istinto e i suoi gli impulsi ad assecondare la sua spontaneità in ogni circostanza in cui si senta attratto e coinvolto, così come anche in campo affettivo. In amore la sua intraprendenza è sempre pronta all’iniziativa, la sua spontaneità elargita con ampia generosità, semplice e sincera, e la tendenza espressiva segue un temperamento passionale che non si sottrae alla lotta competitiva quando si trova di fronte a rivalità. Le sue passioni travolgenti nascono sovente da amori nati come colpi di fulmine o che appaiono come tali per l’indole propulsiva a precipitarsi istintivamente a esternare le proprie emozioni in un eccessivo ottimismo, nella certezza della forza delle proprie emozioni, emotive e di sentimento, forza energetica che emozionalmente può rivelarsi il suo stesso ostacolo, poiché ciò che rivela esteriormente è l’attrattiva all’avventura in amore, spontanea ma incostante, in quanto creatrice di relazioni sentimentali instabili, per cui la sua difesa inconscia può manifestarsi nella realizzazione di relazioni effettivamente instabili, generate dalla sua forza creatrice in situazioni che arderanno come fuochi di paglia, perché emozionalmente poco sentite e percepite. Marte suo governatore lo sostiene in una passionalità che gli rivelerà un fuoco che arde materialmente, ma che ha le sue radici nella profondità della sua spiritualità.

La 2^ decade è retta da Sole - Ambizione
Rappresenta un’ambizione che viene raggiunta e conquistata con fatica, attraverso una lotta decisa nel superare le difficoltà che si presenteranno e che dovranno essere affrontate con forza. Questa decade predispone un’individualità che percepisce il senso di devozione all’amicizia, in una partecipazione che si manifesta attiva in forma di intervento provvidenziale, nei momenti di difficoltà più cruciali e critici. La forza di volontà viene vagliata dall’intelletto e da un’intelligenza nutrita dall’attività mentale. Professionalmente predispone ad attività legate all’arte quali la pittura e anche alla danza, o ad attività prettamente sportive. Tra gli svaghi preferiti dei nativi di questa decade vi sono la lettura di testi dedicati a una scelta di un determinato livello intellettuale

La 3^ decade è retta da Venere - Sensibilità
L’incontro con Venere dona una sensibilità altrimenti sottovalutata dall’individualità marziana dell’Ariete, la cui forza aggressiva viene ammortizzata dalla sensualità venusiana. La tendenza di questa decade sarà l’attrattiva all’aspetto sentimentale della sua passionalità, il suo entusiasmo e intraprendenza in amore si nutre di sentimenti emozionalmente più vivi nelle relazioni d’amore, mentre emerge una dolcezza di fantasie armoniche d‘amore, che agisce esternandosi senza controllo e che appare eccessiva e stravagante.
 

L'ARIETE archetipo, Il Primo Moto Marziale
L’Ariete, segno cardinale, è il punto di partenza dello Zodiaco tropicale, rappresenta in natura la Primavera, e come tale è dotato di una grande quantità d’energia propulsiva che spinge ad agire, essendo il primo segno appartenente alla triade dei segni di fuoco. Chi appartiene a questo segno zodiacale, ha un compito ben preciso nell’arco della vita: dovrà imparare a domare l’impulso ad agire con modalità quasi sempre reattive, tutta l’energia dovrà essere incanalata ed indirizzata verso precisi scopi ed obiettivi, evitandone l’inutile dispersione, nonché gli scontri con portoni che risultano essere sempre chiusi. La direzione, la costanza, la forza, saranno qualità utili per raggiungere la vera essenza. Il suo pianeta governatore, Marte, come nel mito di Ares alla quale simbologia il segno è collegato, rende il nativo un guerriero, un amante delle battaglie, difatti si trova ad essere al centro di lotte, spesso, senza conoscerne la motivazione. L’Ariete, non ama perdere, ma quando questo succede, trova sempre la forza di rialzarsi e ricominciare. Solo col tempo si renderà conto che sarà necessario imparare a costruire, non può distruggere tutto, a conquistare con lealtà, a sentire la sua forza interiore, a domare gli istinti, a programmare, a trovare costanza, a riconoscere gli altri, recuperando i propri valori personali e la parte emozionale, l’unica che lo renderà capace di “sentire” ciò che si muove dall’interno. Essendo il nativo un contestatore per natura, ma forte non è, spesso si scontra con l’autorità poiché, i limiti gli stanno stretti, ma se saprà trovare la sua forza personale, il proprio valore personale, potrà davvero diventare il guerriero valoroso, forte, generoso, il grande capo che egli è per natura..

NADIR in Ariete

In Sanscrito si chiama MESHAM,il cui sinonimo Aja vuol dire "ciò che non ha nascita" e dunque Causa prima, Essenza primordiale. L'energia dell'Ariete è quella del fuoco, ovvero movimento del pensiero primordiale che genera l'Universo. L'Ariete, primo dei segni, contiene in potenza tutti gli altri, che sono sviluppi della sua potenzialità. Il primo gesto del principio creatore o principio maschile e attivo, opposto e complementare, a quello femminile o ricettivo in Bilancia, è il motivo energetico del segno, governato da Marte che presiede l'aggressività indifferenziata: primo movimento della vita, esplosione del germe. I suoi impulsi si traducono rapidamente in azione, spesso senza una riflessione adeguata sulle conseguenze, per cui è un imprudente. Vede e agisce come se l'infinito pescino gli appartenesse, è in una continua effervescenza creatrice: non sopporta gli ostacoli né la routine, vive il tutto o niente. Il suo appagamento deriva, non tanto dai suoi atti, quanto nell'azione creatrice in se stessa. L'Ariete deve esprimersi e manifestarsi altrimenti esplode. Il suo attivismo "nevrotico" lo proietta spesso al di là dello scopo, compromettendone il risultato finale a causa delle sue azioni premature e istintuali. La struttura psicologica dell'Ariete si manifesta attraverso lo slancio, l'impulsività, l'intrepidezza, la subitanea ispirazione. Le risorse del suo potenziale sono illimitate. Egli sente che può spingersi nell'universale, la forza primordiale dell'Ariete gli conferisce una costituzione vigorosa, una grande vitalità, una capacità di rigenerazione quasi inesauribile, ma proprio questo enorme slancio vitale diviene il suo limite, sia fisico che mentale, provocandogli un continuo esubero di energia che, difficile da controllare, può distruggerne l'organismo, provocarne la congestione cerebrale o, nei casi più particolarmente drammatici, la follia. Non è un caso che, soprattutto per i tipi psicologici medio-bassi, sia necessaria una vita all'aria aperta dove possibilmente sfogare le energie esuberanti. Non che gli Ariete non abbiano facoltà creatrici in campi astratti (arti figurative o altro) o scientifici ma, il tipo medio-basso, non si adatta facilmente alla vita dello spirito, anzi esplode in effetti distruttivi, tipicamente marziali, che lo fanno essere il guerriero o meglio il guerrafondaio per eccellenza. C'è sempre un nemico da abbattere e da combattere e se non lo vede,..... se lo crea. Questo eccesso va controllato altrimenti può sfociare in una perenne insoddisfazione di se, e del proprio Se, che porta a "paralisi" mentale con conseguente paralisi fisica. Il significato evoluto del segno, invece, conferisce all'Ariete una mistica dell'azione e una effervescenza creatrice: non esiste il "non si può", trova il suo appagamento non tanto dai risultati dei suoi atti, quanto nell'azione creatrice in se stessa, di cui è il maestro zodiacale. (cfr. M. Senard)
NADIR in Ariete - Zenit in Bilancia - Ascendente in Capricorno

Toro
1^ decade
Il Toro è la potenza dell'attrazione indifferenziata dal magnetismo cosmico, rappresenta la fecondità, la sua prevalenza è quella dell'istinto e del desiderio, delle facoltà subconscie. Ottiene le sue migliori performance quando è stimolato da energia positiva in affinità con la sua, degli elementi attrattivi in Toro gli appartengono, la sua sensibilità magnetica, e l'attrazione del desiderio giocano un ruolo principale, guidato dalla spinta primordiale cosmica che emana dal subcosciente, il Toro rappresenta la natura impegnata in un'opera creatrice da cui possono scaturire le manifestazioni dei suoi appetiti, e la capacità energetica fine a se stessa, di realizzare la riserva inesauribile della potenzialità nella forma, la sostanza Toro crea la condizione necessaria della "fecondazione" del Tutto col ritorno dell'Energia alla manifestazione sotto nuove forme. Il toro è simbolo di energie inconsce che operano per sensitività, un contatto psichico con le energie cosmiche, il modo di percepire del Toro è la sensitività, egli attira e richiama la dominazione, Il Toro si rivela come prigioniero del piano materiale e durante il suo ciclo di incarnazione la sua salvezza è il suo magnetismo attraente.
 
Il Toro è un segno fisso, appartenente all’energia di terra, legato dunque alla concretezza, alle sicurezze, ai valori personali, al radicamento, al nutrimento, a tutto ciò di cui i sensi parlano.
Il suo Pianeta governatore, Venere, ma non solo, anche Giove, rendono il soggetto amante dei piaceri della vita, tutto ciò che è legato ai sensi rende piacevole il cammino del nativo, soprattutto ed in particolar modo, il nutrimento, inteso come piacere primordiale, diretto alla soddisfazione del primo bisogno naturale....
 

La 1^ decade è retta da Mercurio - Intelligenza
In questa decade, le facoltà mentali si elevano attraverso l’interesse per le scienze e per la letteratura, la concentrazione è mirata a nutrire la nobiltà di spirito.Rappresenta uno spirito dedito alla creazione, per questo la sua concentrazione si proietta sull’apprensione laboriosa e su una spiccata eloquenza a tal fine. Può assumere un atteggiamento dall’apparenza timida ma la sua indole è sovente libertina, di una sua sensualità fortemente accentuata, le cui vibrazioni sono percepibili a livello psichico, è attratto a soddisfare i suoi appetiti fisici e materiali che riuscirà a realizzare grazie a queste potenzialità.
 

Movimenti Planetari di Aprile

A
prile, dai primi germogli in rinascita,
Primaverile che affiorano alla vita.
Risveglio creatrice della natura,
Immersa nei colori ricomparsi,
Luminosi in un ancora tenue calore
Esaltati in un nuovo ciclo vitale.

Nel tempo in cui la Primavera esplode in tutto il suo splendore, dai primi germogli che dalle radici affiorano nella loro attività creatrice, al risveglio di un nuovo ciclo di vita della natura … tra i movimenti che i Pianeti ci hanno riservato …

Effemeridi dei pianeti

Pianeti veloci che nel corso del mese cambiano di segno Zodiacale

Sole in Ariete
(11°25’) fino al 20 Aprile, e in Toro per il resto del mese (fino a 9°48‘).
Mercurio in Pesci (da 13°38’ a 30°) in moto diretto fino al 14 Aprile poi in Ariete fino a fine mese (fino a 26°48’)
Venere in Ariete (da 12°06’ a 30°) fino al 15 Aprile, poi in Toro fino a fine mese (fino a 18°09)
Marte in Ariete (da 15°04’ a 30°) fino al 20 Aprile poi in Toro fino a fine mese (fino a 7°06)

Pianeti lenti che persistono nello stesso segno durante tutto il mese

Giove in Gemelli
di moto diretto (da 11°51 a 17°17' )
Saturno in Scorpione di moto retrogrado (da 10°09' a 8°05')
Urano in Ariete di moto diretto(da 8°39' a 10°15')
Nettuno in Pesci di moto diretto (da 4°13 a 4°59')
Plutone in Capricorno, di moto diretto fino al 13 Aprile poi retrogrado ( da 11°33’ a 11°31‘)

Eventi rilevanti del mese

Il mese di Aprile inizia con lo Stellium in Ariete formato da Urano, Marte, Sole e Venere, e il giorno 10 si formerà la Luna Nuova nel segno dell’Ariete. Il 14 Mercurio entra nel segno dell’Ariete, seguito dal giorno 15 dal passaggio di Venere in Toro. Il giorno 20 Aprile il Sole entra in Toro, seguito nello stesso giorno 20 dall’entrata di Marte nel segno del Toro

Il mese di Aprile si apre con la presenza dello Stellium in Ariete formato da Urano, Marte, Sole e Venere, legati nel susseguirsi dei pianeti in strette congiunzioni l’un l’altro, e ognuno in aspetto di sestile con Giove dal segno dei Gemelli, contemporaneamente in aspetto di quadratura a Plutone dal segno del Capricorno.Il giorno 10 la Luna Nuova in Ariete andrà ad amplificare lo Stellium in Ariete, formato da Urano, Marte, Sole, Venere e Luna Nuova in Ariete. Il giorno 14 Mercurio entra in Ariete unendosi allo Stellium in Ariete che sarà formato da Urano, Marte, Sole, Venere e Mercurio, per modificarsi il giorno dopo 15 Aprile con il passaggio di Venere in Toro, lo Stellium allora sarà formato da Urano, Marte, Sole, e Mercurio. Il giorno 20 col passaggio del Sole in Toro, seguito nello stesso giorno dal passaggio di Marte in Toro lo Stellium i Ariete andrà a sfumarsi, andando a formare questa volta un piccolo Stellium in Toro formato da Venere Sole e Marte, in congiunzione tra loro e in aspetto di sestile a Nettuno dal segno dei Pesci e di opposizione a Saturno dal segno dello Scorpione. Il mese di Aprile si chiude mantenendo lo Stellium in Toro, che si porrà in aggiunta alle sue configurazioni in aspetto di trigono a Plutone dal segno del Capricorno.

Lo Stellium in Ariete
Urano, Marte, Sole e Venere legati nel susseguirsi dei pianeti in strette congiunzioni l’un l’altro, e ognuno in aspetto di sestile con Giove dal segno dei Gemelli, contemporaneamente in aspetto di quadratura a Plutone dal segno del Capricorno, è il pronostico di una congiunzione dagli aspetti esplosivi, con Urano imprevedibile dalle sue energie liberate inaspettatamente e dagli effetti improvvisi e inevitabili come un fulmine a ciel sereno, di Marte dall’energia di una propulsione impulsiva che si attiva tempestivamente ad ogni più piccola occasione che istintivamente lo incita ad agire ancora più velocemente e impulsivamente, e il Sole che apporta un’energia tale da rendere l’attività di questo Stellium, praticamente instancabile e sempre pronto ad agire, con tutta la forza di questo concentrato di energie. Venere in queste energie ammorbidisce il suo dinamismo, propensa a volgere il suo sguardo verso armonie d’amore, ed ecco che genera l’esplosione dei sensi in una sensualità proiettata all’attrattiva sensibile a una sensualità prorompente e passionale, e a prendere iniziative in amore sentite come inevitabili dall’impeto del fuoco della passione. L’aspetto dello Stellium dei pianeti in stretta congiunzione e in aspetti di sestile a Giove dal segno dei Gemelli, ne amplificherà le energie estendendo le energie in ogni direzione e favorendo, con la complicità dell’entrata di Mercurio nello Stellium, la comunicativa in tutti i contatti di relazioni e soprattutto in ogni relazione affettiva, sia in unioni d’amicizia, o sentimentali in unioni intrise d’emozioni d’amore.

La Luna Nuova in Ariete
è la prima Luna Nuova dell’anno Astrologico, come tale apportatrice di energie propizie ad ogni inizio, energie propulsive che generano ogni creazione, dal Fuoco dell’Ariete si avvale degli impulsi istintivi del segno, la scintilla generatrice della fiamma che accende il fuoco

Lo
Stellium in Ariete, Urano, Marte, Sole, Venere, con la Luna Nuova in Ariete acquisisce nuove energie propizie a sostenere ogni iniziativa, arricchite della sensibilità emotiva di una Luna che in Ariete diviene istintiva e spontanea.

Mercurio
in moto diretto procede dai 13°38’ a 30° nel segno dei Pesci fino al 14 Aprile poi passerà nel segno dell’Ariete e prosegue fino a 26°48’ del segno a fine mese

Mercurio entra nel mese di Aprile nel segno dei Pesci, in una larga congiunzione a Nettuno in Pesci, in aspetto di Trigono a Saturno dal segno dello Scorpione e in aspetto di sestile a Plutone dal segno del Capricorno, mentre si pone in quadratura con Giove dal segno dei Gemelli, inoltre in aspetti di semisestile a Sole, Venere e Marte dal segno dell’Ariete. Configurazioni che andranno a sfumarsi già nella prima decade, mantenendo gli aspetti di semisestile con i pianeti nello Stellium in Ariete. Dal giorno 14 con la sua entrata in Ariete andrà ad ampliare lo Stellium in Ariete, e andrà a porsi in aspetto di congiunzione a Urano in Ariete che si presenta stretta il giorno 20, contemporaneamente a un aspetto di quadratura con Plutone dal segno del Capricorno, nei giorni seguenti aggiungerà a queste configurazioni un aspetto di sestile a Giove dal segno dei Gemelli, configurazioni che andranno a sfumarsi verso fine mese. Mercurio chiude il mese di Aprile senza aspetti di rilievo.

Mercurio in Pesci si lega alla natura sensibile del segno e nutre le facoltà mentali di percezioni intuitive, capaci di sentire con empatia cosa scorre nelle profondità dell’animo umano, e acquisisce così una più completa comprensione che arricchisce la sua natura razionale sia nell’intelletto, sia nelle comunicazioni che prenderanno in considerazione l’emotività del pensiero oltre che il raziocinio. Dalla sua seppur larga congiunzione a Nettuno apprende l’abilità di amalgamare l’intelletto alla fantasia, nutrendo la mente di immagini e visioni sognatrici di ciò che aspira a voler realizzare, ma nello stesso tempo di una fantasia lucida che diventa arte nell’illuminare una logica con facoltà quasi chiaroveggenti capaci di tramutarsi in abilità psichica, adeguata ai progetti futuri dedicati ad ogni rinascita attraverso nuove forme delle aspirazioni di cui si ambisce a raggiungerne la meta. Il trigono con Saturno in Scorpione, attiva la facoltà di sviluppare le qualità acquisite in modo strategico soprattutto se proiettate in realizzazioni costruttive stabili e durature e dove tali realizzazioni impongano o prevedano un cambiamento dei piani per realizzare i propri progetti, o anche un cambiamento radicale dei progetti a cui si aspirava. Il sestile con Plutone in Capricorno sarà un solido alleato che tende a pronostici proficui realizzativi per ogni progetto che prevede in fase di trasformazione radicale, e potenzialmente in una nuova forma di valida stabilità. La quadratura con Giove dal segno dei Gemelli, pone l’attenzione a valutare più accuratamente le percezioni psichiche e a separarle da un’immaginazione troppo fervida che potrebbe essere tentata da fantasie troppo accese e illusorie, affinché non si espandano gli effetti di un’eccessiva noncuranza delle facoltà intellettive pratiche e razionali e non cadere in auto-inganni illusori. Il segnale del semisestile con Sole, Venere e Marte dal segno dell’Ariete, indica che l’energia dovrà essere incanalata ed indirizzata verso precisi scopi ed obiettivi, la direzione e la costanza, saranno la forza per raggiungere la vera meta cui si aspira.

Dal giorno 14 con la sua entrata in Ariete andrà ad ampliare lo Stellium in Ariete con Urano, Sole, Venere e Marte e si arricchisce di un’energia propulsiva, pronta nei riflessi ad agire e reagire tempestivamente, alle occasioni che si presenteranno, di poter applicare idee progettuali, attivate impetuosamente da energie creatrici e costruttive. Dal giorno 20, la stretta congiunzione a Urano in Ariete, incita potenzialmente idee innovatrici per ogni progetto si voglia attuare, le cui iniziative e conseguenti azioni saranno intraprese seguendo irrefrenabili impulsi, che se attivati senza inutili dispersioni si riveleranno proficui, contemporaneamente l’aspetto di quadratura con Plutone dal segno del Capricorno pone attenzione a non farsi coinvolgere da improvvisi “colpi di testa”, dettati irrazionalmente da istinti distruttivi verso ciò che appare come un ostacolo da abbattere poiché facilmente si potrà essere tratti in inganno con conseguenti danni irreparabili. Il successivo sestile con Giove dal segno dei Gemelli, fungerà da amplificatore alimentando ulteriormente l’energia propulsiva di Mercurio in Ariete, che se incanalata ed indirizzata verso precisi scopi ed obiettivi, nutrirà con la sua energia la forza per raggiungere la meta cui si aspira e diverrà un valido aiuto proficuo espandendo i frutti di quanto si è costruito.

Venere
in moto diretto procede dai 12°06’ a 30° nel segno dell’Ariete fino al 15 Aprile, poi passerà nel segno delToro proseguendo fino a 18°09 del segno a fine mese

Venere entra nel mese di Aprile in congiunzione con il Sole Marte e Urano nello Stellium in Ariete, mentre formerà un aspetto di quadratura con Plutone dal segno del Capricorno e di sestile con Giove dai Gemelli, configurazioni queste ultime che vanno a sfumarsi nella prima decade del mese, mantenendo la sua posizione nello Stellium. Dal giorno 15 col la sua entrata nel segno del Toro andrà a formare un aspetto di sestile con Nettuno dal segno dei Pesci mentre si troverà congiunto al Sole dal giorno 20 nel segno del Toro, in seguito formerà un aspetto di opposizione a Saturno dal segno dello Scorpione e di trigono con Plutone dal segno del Capricorno. Chiuderà il mese mantenendo una larga congiunzione al Sole in Toro e in semisestile a Giove dal segno dei Gemelli.

Venere in Ariete acquisisce
ed esprime emozioni esplosive, in una passionalità impetuosa particolarmente intensa in amore, non si ritrae dal prendere l’iniziativa, nella sua semplicità di esprimere la sua spontaneità negli impulsi irriflessivi dei suoi slanci in esplosioni passionali, soggetta anche ad amori improvvisi e colpi di fulmine. Si espone con un fuoco ardente, in un fascino che esplode nel suo entusiasmo e la sua energia si espande con calore, un calore che seduce e commuove, poiché i forti impulsi la rendono ingenua, in una grande fiducia sicura nei propri slanci, nel suo candore dove la passione travolge, in impeti di fiducia. La logica razionale non la tocca nelle scelte d’amore, ma la sua spontaneità la vuole lontana da sotterfugi o ambiguità. La congiunzione al Sole in Ariete andrà a nutrire d’ulteriore energia creatrice e propulsiva verso questi impulsi amorosi venusiani, e la congiunzione a Marte in Ariete incita la passionalità in una sensualità dalle emozioni esplosive, che trovano estensione nella congiunzione a Urano in Ariete, con una maggiore spinta verso gli slanci spontanei e imprevedibili. L’aspetto di quadratura con Plutone dal segno del Capricorno potrebbe porre un freno a slanci troppo impulsivi e irriflessivi, mentre incita a coltivare l’intensissima passionalità in emozioni più stabili, e il sestile con Giove in Gemelli amplifica gli slanci spontanei colorati di una sentita ed esternata fiducia.

Dal giorno 15 col la sua entrata nel segno del Toro Venere si sentirà sicuramente più a suo agio, in quanto domicilio primario quale governatore del segno, Venere in Toro diviene l’amante dei piaceri della vita e di tutto ciò che è legato ai sensi, proiettata alla conquista di tutto ciò che soddisfa i sensi e di tutto ciò di cui i sensi parlano. Venere in Toro diviene la potenza dell'attrazione dal magnetismo, d’indole prevalentemente tendente all'istinto e al desiderio sensuale, rivela se stessa in una sensibilità magnetica e in un’attrazione del desiderio che mostra la sua parte migliore quando è stimolata da energia in affinità con la sua, guidata da una spinta che emana dal profondo della sua essenza, che agisce per sensitività con un contatto percettibile psichicamente, Venere in Toro è la Venere che attira richiamando il suo senso del dominio quando la sensualità richiama la sua attenzione, padrona dei suoi sensi forte del suo magnetismo attraente. Dall’aspetto di sestile a Nettuno dal segno dei Pesci acquisisce una sensibilità sensitiva al richiamo di una sensualità magnetica, che unisce il senso del desiderio sensuale fisico, all’empatia e al romanticismo verso chi suscita la sua attrattiva d’amore. L’opposizione a Saturno dal segno dello Scorpione, la frena dall’espandere la sua energia per fine a se stessa e la richiama a potenziare la sua essenza in una forma creatrice, rinforzata positivamente dal trigono con Plutone dal segno del Capricorno che la sprona a potenziare la sua sensualità con facoltà percettive psichiche col coinvolgimento di un sentimento cerebralmente sentito, proiettato a costruire relazioni solide e di stabilità duratura. Il segnale del semisestile con Giove dal segno dei Gemelli, indica che le energie acquisite, incanalate in una direzione costruttiva le apriranno la strada per attingere a nuove risorse.

Marte
in moto diretto procede dai 15°04’ a 30° nel segno dell’Ariete fino al giorno 20 quando passerà in Toro e prosegue fino ai 7°06’ del segno a fine mese

Marte entra nel mese di Aprile congiunto al Sole, Venere e Urano nello Stellium in Ariete, mentre formerà un aspetto di quadratura con Plutone dal segno del Capricorno e di sestile con Giove dai Gemelli, e si troverà in semisestile con Mercurio dal segno dei Pesci. Configurazioni che andranno a sfumarsi alla fine della prima decade del mese, mantenendo la congiunzione col Sole e con Venere in Ariete, mentre si troverà congiunto alla Luna Nuova in Ariete. Dal giorno 21 di Aprile col passaggio nel segno del Toro si troverà in congiunzione al Sole in Toro e a Venere in Toro, mentre andrà a formare un aspetto di sestile con Nettuno dal segno dei Pesci e di opposizione con Saturno dal segno dello Scorpione, chiuderà il mese con queste configurazioni aggiungendo un aspetto di trigono con Plutone dal segno del Capricorno.

Marte nel segno dell’Ariete, quale suo domicilio primario, emerge con tutta la sua energia soprattutto nell’esternare la sua combattività , nella sua natura guerriera, contro ogni ostacolo gli si ponga, che non si tira indietro di fronte alle battaglie da affrontare mirate alla vittoria, di cui non ne contempla la sconfitta. Marte in Ariete assume tutta la sua più potente energia, che canalizzata a mete con scopi costruttivi, intrapresi con lealtà e senza inutili dispersioni, sarà una valorosa guida che poterà con forza alla vittoria e alla conquista delle mete che si vogliano raggiungere. La congiunzione al Sole, Venere e Urano nello Stellium in Ariete, sarà un’energia propulsiva che alimenta gli impulsi ad intraprendere iniziative proiettate a progetti innovativi e rivoluzionari soprattutto verso gli ostacoli che pongono limiti da abbattere, la sua potenzialità si eleva nel principio creatore e i suoi impulsi si traducono facilmente in azioni creatrici. Un potenziale Stellium che rivolge la sua energia potenzialmente verso gli slanci d’amore, e Marte
acquisisce emozioni che esplodono in una passionalità impetuosa e intensa, espressa in slanci d’amore avvolti in un fascino che coinvolge nell’esplosione passionale dei suoi entusiasmi e dove la passione travolge. Dalla quadratura con Plutone dal segno del Capricorno, Marte potrà essere incitato a reagire con la sua elevata energia attiva, ad abbattere ogni sorta di ostacoli gli si pongano, con azioni istintivamente impulsive, ad annientare l’ostacolo stesso e le difficoltà incontrate. L’energia del sestile con Giove dai Gemelli influita su Marte amplificherà le forti energie di questo Marte, in piena padronanza del comando delle sue azioni nel suo primario domicilio in Ariete suo governatore. Il segnale del semisestile con Mercurio dal segno dei Pesci indica che potrà fare affidamento agli istinti intuitivi, nella scelta delle sue azioni. Gli influssi dati dalla congiunzione con Luna Nuova in Ariete accresceranno le energie di Marte per sostenere ogni iniziativa.

Dal giorno 21 di Aprile col passaggio nel segno del Toro Marte si lega alla concretezza, perseverante nelle sue lotte mirate al dominio delle sue conquiste, per il valore che attribuisce alla sua ricercata sicurezza materiale, e affettiva nella sua congiunzione a Venere in Toro, di cui ne esalta la sensualità, in un legame che asseconda la natura taurina di amante del piacere e di tutto ciò che i sensi parlano. Marte in Toro può diventare irascibile se ostacolato nelle ambite conquiste, e l’opposizione a Saturno dal segno dello Scorpione è un freno non indifferente per questo Marte in Toro non congeniale nel segno e proiettato al senso del possesso per le mete che aspira a raggiungere. L’aspetto di sestile con Nettuno dal segno dei Pesci, ammorbidisce questo Marte in Toro influendogli valori psichici extrasensoriali più spiritualmente sentiti e anche l’amore dei piaceri della vita prenderà colori più emotivamente sentiti.

Lo Stellium in Toro
Venere Sole e Marte,
in congiunzione tra loro è l’esaltazione dei sensi dei piaceri della vita e di tutto ciò di cui i sensi parlano, in aspetto di sestile a Nettuno dal segno dei Pesci si arricchisce di valori sensibili alla sensualità ma più profondamente sentiti a livello spirituale, e l’ opposizione a Saturno dal segno dello Scorpione, frena gli impulsi passionali fine a se stessi per dirigerli in amori più consapevolmente vissuti in armonia alle percezioni cerebrali rinforzate da un più armonico aspetto di trigono con Plutone dal segno del Capricorno.
  

                                                                                                                                     Anna Furmiglieri  (La Redazione ilNadir)

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir