ASCENDENTE E ASTROLOGIA FUTURA

'UNA PIECE DI ASTROLOGIA FUTURA...APPUNTI DA ilNADIR E LA SUA SCUOLA

La questione Aliena sta salendo alla ribalta sempre più frequentemente: sta sui tg, sta nei nuovi attegiamenti della Cia che sta aprendo a documenti secretati, sta in nuovi prossimi film, sta nelle dinamiche religiose... Vuoi vedere che le mie conferenze sull'astrologia extraterrestre o del Centro Galattico sono state anticipatrici di tutto un movimento che si sta consolidando, non dimenticando le clamorose dichiarazioni del transfugo ex-CIA, ora rifugiato nella Russia di Putin., EDWARD SNOWDEN, Gemelli doc, prima sui controlli illeciti dei servizi segreti americani poi sulla presenza aliena all'interno dell'amministrazione USA: sarà un caso che Putin si sta muovendo in libertà politico-organizzativa rispetto all'intero establishment  occidentale o la presenza di Snowden in Russia gli ha consentito queste accelerazioni...?

Di questo fatto, ormai eclatante, ne parlerò meglio approfondendo l'analisi del tema natale del fuggiasco americano...(ma anche degli "acquisti" esorbitanti della Cina...a casa nostra !!) messo in parallelo delle verità estratte dalle mie ricerche sul Centro Galattico connesso alla radio sorgente del buco nero in Sagittario che garantisce di certo una precisa relazione tra l'umano e l'alieno senza ombra di dubbio.

Nella astrologia che cerco di "raccontare" (alla qule prima o poi affibierò un nome distintivo tutto da decifrare..), aldilà del metodo classico, che è una base sostanziale dalla quale non ci si può distaccare, chiunque scriva, descriva o parli di astri, è la struttura del  processo analogico: solamente comprendendo che la  forma di conoscenza vivente è connessa al principio dell'ANALOGIA, solo così  potremmo venire a capo dell'apparente enigma sulla capacità di descrivere i caratteri che l'astrologia possiede nelle sue corde..diagnostiche, molto simile peraltro (sottolineo simile..) alla dinamica psicologica della teoria dei caratteri: voglio ricordare a chi si picca di fare astrologia psicologica che noi siamo convinti di identificarci con la nostra struttura caratterologica fino al punto di essere certi, in buona fede s'intende, che quella struttura sia la nostra identità..e che questa identità..sia "unica"...(Saturno all'Ascendente)!!! Se così fosse, è bene intendere, non ci sarebbe la possibilità di descrivere, a priori, le linee fondamentali del nostro comportamento, del nostro psichismo.. (Nettuno opposto all'Ascendente). L'Astrologia, se ben compresa nelle sue linee fondamentali, attraverso l'Ascendente, punto immateriale fondamentale del tema (ancora poco chiaro ai più nel suo significato specifico), può aiutarci, e ci aiuta di fatto, a distinguere tutto ciò che è IDENTIFICAZIONE (Saturno-Ego-allineato al Sole), di per se interpretabile, da tutto ciò che è INDIVIDUALITA', non interpretabile, in quanto appunto "Unico", non a disposizione di altre congetture..(Urano allineato al'Ascendente: libertà, unicità..).  L'Ascendente, senza pretesa di saperne di più, ma riflettendo attentamente anche utilizzando la storia della psicologia, è il principio di "NON-INDENTIFICAZIONE" (Urano congiunto all'Ascendente) che mantiene il pensare attivo e consapevole.. L'errore clamoroso di questa deformazione d'intenti  sta  nel comprendere che invece di astrologia, si dovrebbe parlare di astro-manzia  (quella visione bassa e inutile d'intendere la dinamica astrologica come qualcosa che ha a che fare unicamente solo con la mantica.. predittiva..!!) in quanto è proprio l'aver cercato d'interpretare, in buona o cattiva fede, tramite la dinamica astrologica, l'individualità, l'unicità, omologandola così alla personalità...!! (cfr.A. Sandrelli).Ciò che è paradossale di questa quantica astrologica, è che le assillanti e pedanti critiche scientiste, e non certo umaniste, che vengono di solito costantemente assegnate all'astrologia, si pongano sistematicamente sul terreno delle scienze naturali, senza rendersi minimamente conto di quanto naturalmente oggettiva sia la teoria della personalità astrologica..unica nel suo genere, aldilà del soggettivismo compulsivo delle teorie della personalità psicologiche, più famose e più accettate dall'iniziazione universitaria, ma assolutamente inadeguate a spiegare l'uomo nella sua individualità, nella sua unicità, com-prese, come sono, del pensiero esclusivamente soggettivo (mai oggettivo..!!) del loro ideatore, fosse Freud, Adler, Jung o chiunque altro di eguale competenza scientifica.

L'Ascendente (si relaziona dialetticamente con i pianeti sovrasaturniani..), nella astrologia futura di cui parlo, capiamolo una volta per tutte, è il vero punto di svolta nella pratica oroscopica, che attende, da due millenni e più, un'adeguata comprensione e valorizzazione. L'Ascendente affiorato nella coscienza umana in un periodo che è, al contempo, l'inizio e la fine (l'alfa e l'omega) del tempo (il compimento del grande ciclo precessionale dell'asse terrestre di 26.000 anni..) può, e sarebbe, a giusto titolo, essere considerato il simbolo umano per eccellenza: la capacità di accedere alla dimensione dell'identità, la liberazione da ogni credenza identificatoria...Pertanto, e questo è il principio di base determinante della mia scuola astrologica, l'autentico lavoro sulla Carta del Cielo, sarà tutto volto (o meglio dovrebbe essere...) alla DIS-IDENTIFICAZIONE dai determinismi collettivi, ai quali ognuno di noi, volente o nolente, è inevitabilmente sottoposto...   

                       Roma 05.02.2016                                                   Claudio Crespina

 

 

 

Liberamente tratto dai principi astro-psicologici di A. Sardelli

Commenti (0)

500 caratteri rimanenti

Cancel or

Naviga verso:

Logica Astrologica 

Ultime dal Blog

Monitoraggio Personale sul nadir