TRASFORMAZIONE PLANETARIA: LA TERRA SI TRASFORMA IN GEOIDE DEFORME..

la-terraL'aumento della tensione tettonica,e' un segno di un cambiamento geologico che potrebbe spazzare tutto il pianeta, la stabilità della Terra è a rischio di un altro nuovo evento di grandi proporzioni di magnitudo tra 8 o 9,0 gradi. L'immagine a sinistra della Terra scattata subito dopo il terremoto del 11 marzo in Giappone dal satellite GOCE dell'Agenzia Spaziale Europea mostra la vera forma della Terra in base al suo campo gravitazionale. Il suo aspetto appare sbilenco dopo essere stata più volte martoriata da 3 terremoti molto forti nell'arco degli ultimi 9 anni, è l'indicazione della deformazione pericolosa della stabilità del pianeta. E' un GEOIDE DEFORME  che sta diventando sempre più stressato a girare.

Da quando la LUNA è ENTRATA NELLA CROCE RIEMPIENDONE IL BRACCIO "VUOTO" DEL GRANCHIO (17 LUGLIO), INNESCANDO LA CONFIGURAZIONE ASTRALE principalmente nei segni Cardinali, ormai famosi, tra l'altro i sismografi della rete di monitoraggio sismico globale sembrano impazziti, su tutti i tracciati si evince di un esponenziale incremento del geodinamismo dellle placche tettoniche. Nell'ultima settimana dal 20 al 27 luglio, in pieno vortice planetario, il pianeta e' stato colpito da una serie sempre piu' crescente di eventi sismici che stanno interessando in particolare i confini convergenti e divergenti dei versanti tettonici. 

 

sismogrammaLe regioni del pianeta geologicamente a piu' alta suscettibilita' sismica stanno tremando. L'anello di fuoco del Pacifico sembra che si stia riattivando in modo significativo, una crescente tensione sismica potrebbe scatenare in qualsiasi momento un evento di grosse proporzioni.

ECCO I PRIMI SINTOMI DEL VORTICE DELLA GRADE CROCE IL CUI CONO D'OMBRA SI ALLUNGA SUL BASSO TIRRENO, PUGLIA (Foggia e Bari sotto tiro...) CALABRIA E SICILIA.... Quattro scosse di terremoto di varia magnitudo, da 2 a 3.5, sono state registrate dalle 3 alle 5.53 del mattino lungo la costa tirrenica del messinese. L'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia ne ha individuato l'epicentro tra i golfi di Patti e di Milazzo INSISTO SULLA POSIZIONE DELICATA DELLA PUGLIA anch'essa sotto maggior pressione planetaria. Intanto c' è stata una grande paura in Sicilia per l'intenso sciame sismico nel Messinese di questa notte... La terra ha tremato anche nella tarda serata di ieri, intorno alle 22.34, a nord delle Isole Eolie. Nessun danno segnalato nei comuni situati entro il raggio di 10 km dall'epicentro

RICORDO CHE GIOVEDI' 26 LUGLIO 2012 c'è stato un altro terremoto di magnitudo 3,5 e' avvenuto nel distretto sismico Tirreno meridionale alle ore 10:34 italiane ad una profondita' di 399 km,l'epicentro e' stato localizzato a 90 km NO dall'isola di Lipari.
Imap_loc-maremoto-2011l sisma e' avvenuto a poca distanza dal vulcano sottomarino Marsili.
INUTILE DIRNE LA PERICOLOSITA'......di cui ne abbiamo già parlato ormai altre volte..in altri miei articoli sull'argomento: correlazione moti planetari e scosse telluriche e tsunamiche.

Non capisco (aldilà delle solite spiegazioni poco efficaci...) il silenzio dei media e dell'INGV...per non parlare della protezione civile...INTERVERRANNO SOLO DOPO UN EVENTUALE DISASTRO...come siamo abituati a vedere ogni qual volta avviene un evento sismico. INSOMMA DOBBIAMO SOLO SPERARE CHE NON SUCCEDA MAI NULLA DI GRAVE...!!!!

Ecco un veloce resoconto dell'I.N.G.V. preposto al controllo delle esposizioni tettoniche e sismiche in Italia ...

Dal primo luglio ad oggi sono 1.116 i terremoti registrati in Italia dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Parte di questi eventi sismici sono concentrati nell'area emiliana colpita dai terremoti del 20 e 29 maggio ma il maggior numero di terremoti rimane concentrato nell'area appenninica centrale da L'Aquila fino a San Marino. Interessata da numerosi eventi anche la Sicilia Orientale da Siracusa fino a Nord dello Stretto di Messina e la Calabria, a Sud di Reggio Calabria e a Nord nel Pollino. Interessata da eventi sismici anche la catena alpina al confine con la Pianura Padana dal Piemonte al Friuli-Venezia Giulia. Nei primi 28 giorni di luglio sono stati registrati 915 terremoti inferiori a M 2.0, 133 terremoti di M fra 2.0 e 2.4, 52 terremoti fra M 2.5 e 2.9, 10 terremoti fra M 3.0 e 3.4, 2 terremoti fra M 3.5 e 3.9 e 4 a-maurterremoti maggiori del quarto grado di cui il più importante la scorsa notte di M 4.9 nei Balcani Bosniaci. Possiamo tuttavia dire che questa attività rientra nella media dei terremoti che vengono registrati quotidianamente sul territorio nazionale ma che in questi ultimi mesi vanno a confermare lo stress cui sono sottoposte le nostre catene montane appenniniche ed alpine. VIOLENTO TERREMOTO 6,7 RICHTER AL LARGO DELLE ISOLE MAURITUS Intanto ecco la "nuova" notizia...(che non viene battuta dalle agenzie...perchè probabilmente non ci sono morti e distruzione...!!!) .a conferma del momento decisamente "traballante..." eufemisticamente parlando... : si è verificato un grande evento sismico nella zona delle  MAURITUS..

 

Un terremoto di magnitudo(MW) 6.7 è avvenuto alle ore 07:33:32 italiane del giorno 26 / Lug / 2012 (05:33:32  26 / Lug / 2012 - UTC).

Il terremoto è avvenuto nel distretto sismico: Mauritius - Reunion region.

Commenti (0)

500 caratteri rimanenti

Cancel or

Naviga verso:

Logica Astrologica 

Ultime dal Blog

Monitoraggio Personale sul nadir