Astrologia e Scienza

ABRACADABRA e IL SEGNALE NON C'E' PIU' 2^parte

Avevo ultimato la prima parte di questo articolo con un probante sistema di punti interrogativi, di domande, rimaste inevase, sui tanti presupposti amletici messi in campo: essere o non essere; esistere o non esistere...

Secondo voi ci sarà questa civiltà capace di usare tutta l'energia della propria galassia..? Esiste già questa civiltà extraterrestre in grado di usare l'enrgia della propria galassia..? Abbiamo analizzato i tre primi livelli della Scala di Kardashev (che, ad onor del vero, sale gradini ben più alti..!!) e siamo giunti alla definizione del russo sostenente che oltre i due livelli già studiati (nominati anche dal SETI..) ne esistono altri appunto sempre più sofisticati. Il livello III ipotizza una civiltà che riesce ad usare tutta l'energia della propria galassia. Ora a cosa servirebbero questi livelli se la cosiddetta scienza ufficiale non ammette minimamente l'esistenza di forme aliene o extraterrestri nonostante le ripetute prove, avvistamenti di questi secoli..? Il Seti certamente non ce lo dirà, come abbiamo ben compreso nella prima parte dell'articolo, dati i forti interessi in gioco ma il mio procedimento astrologico con il suo approfondimento analitico ce lo dirà, sia che si tratti di esito positivo, sia negativo, senza tentennamenti.. Ho scritto più o meno in questo modo alla fine della Prima parte dove ho iniziato una prima elaborazione dell'ANALISI ASTROLOGICA sull'emissione, vera o presunta, del Segnale e sulla sua ricezione avvenuta nell'osservatorio russo sui monti caucasici. Ora entriamo più approfonditamente nel merito e scopriremo notizie interessanti. 

Leggi tutto: ABRACADABRA e IL SEGNALE NON C'E' PIU' 2^parte

ABRACADABRA...e IL SEGNALE NON C'E' PIU'..1^ parte.

La scienza è libera di affermare i confini del suo metodo, ma non può precludere ad altri di avanzare con nozioni che essa non è ancora in grado di condividere...!

..."Uno de­gli aspet­ti, scrive il mio amico e collega esimio A. Alessi, dell'uma­na pre­sun­zio­ne che non man­ca mai di sorpren­dermi è que­sta rin­no­va­ta me­ra­vi­glia di mol­ti uo­mi­ni di scien­za, nel tro­var­si di fron­te a sco­per­te che la­scia­no in­trav­ve­de­re nel co­figurarsi dei fe­no­me­ni na­tu­ra­li un'in­tel­li­gen­za di fon­do, an­cor­ché su­pe­rio­re; ad­di­rit­tu­ra un co­di­ce, come insegna il DNA". Tut­to il cre­a­to sus­si­ste ed è ret­to da una Lo­gi­ca, che re­go­la ogni mi­ni­ma re­la­zio­ne fra cose e ac­ca­di­menti, pre­sen­te as­sai pri­ma del­la com­par­sa del cosiddetto Uomo Sa­piens, o di Ne­an­der­thal, il qua­le, per quello che ci è dato sapere, a mala pena sa­pe­va ar­ti­co­la­re un nome. Que­sta Lo­gi­ca, con tut­ta la no­stra evo­lu­zio­ne, è dato solo sco­prirla (comunque prevederla come esistente..!!), non cer­to de­ter­mi­narla o as­ser­virla al no­stro ambizioso, forse esageratamente pretenzioso, pre­ten­de­re: d'al­tra par­te far no­stra l'equa­zio­ne cosmologica, direbbero i pitagorici, ci ri­con­giun­ge a quel­lo sta­to di per­fe­zio­ne ori­gi­na­ria, che vir­tual­men­te ci ap­par­tie­ne, se solo ci si rendesse conto che chiunque ostegia artatamente questa realtà conoscitiva lo fa unicamente per un uso strumentale della realtà: per­ciò è da con­si­de­rar­si pa­tri­mo­nio su­pe­rio­re per l'umanità intera, non­ché il tra­guar­do inestimabile di ogni espe­rien­za.

Leggi tutto: ABRACADABRA...e IL SEGNALE NON C'E' PIU'..1^ parte.

COME SOPRA..COSI' SOTTO.:se n'è accorto anche un quindicenne..!!

In Astrologia tutti ne hanno parlato e tutti ne parleranno nei secoli, mi sto riferendo al principio primo da cui tutto dipende, il principio da cui ogni cosa si "legge": "come sopra così sotto..a miracol mostrare"...

Poche parole, sintetiche e sognanti allo stesso tempo che danno il senso del Tutto e dell'Uno come fusione indivisibile del processo di coscienza e dello svipuppo della consapevolezza dell'Uomo: nostro punto obbligato di arrivo a qualsiasi livello di scienza, di storia, di sapienza, di cultura lo si voglia leggere. Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una. E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica mediante adattamento. Il Sole è suo padre, la Luna è sua madre, il Vento l'ha portata nel suo grembo, la Terra è la sua nutrice. Il padre di tutto, il fine di tutto il mondo è qui. La sua forza o potenza è intera se essa è convertita in terra...Così recita parte del testo della "Tavola Smeraldina o Smeragdina" inscritto e attribuito al famoso e mitologico Ermete Trismegisto, figura leggendaria esperta di magia, astronomia, astrologia, alchimia e di filosofia (cfr. Clara Negri). Di Ermete, ossia il Tre volte grande, personaggio mitico di origine greco-egizia (sebbene molti ancora dubitino della sua esistenza..) ne parlò per la prima volta Erodoto nel 450 a.C. quando tradusse in greco le conoscenze astrali egizie. Egli, si dice, che avrebbe donato agli Egizi l’uso della scrittura, delle leggi e della sapienza divina ed avrebbe lasciato circa 40 libri, ovviamente ai suoi adepti, in cui c’era scritto buona parte del suo sapere. Cosicché dagli antichi egizi e greci, passando per il Medio Evo e il Rinascimento, molti gli hanno attribuito la paternità di numerosi scritti, a cominciare da Erodoto, Platone, Marsilio Ficino, Schuré nel secolo scorso. Il nome di Ermete, peraltro, fu dato dai romani anche al pianeta Mercurio che, in astrologia, simboleggia innanzitutto la mente, il pensiero con tutte e le sue funzioni.

Leggi tutto: COME SOPRA..COSI' SOTTO.:se n'è accorto anche un quindicenne..!!

ASTEROIDE IN AVVICINAMENTO PERICOLOSO VERSO LA TERRA NEI PROSSIMI GIORNI DI MARZO 2016


“L’orbita dell’asteroide è incerta e difficile da prevedere - ha detto Paul Chodas, della Nasa - quando si avvicinerà in questi giorni i nostri studiosi potranno studiarlo meglio per cercare di capire i suoi movimenti”. Ma molti esperti o pseudotali, sul web, hanno già fatto partire l’allarme choc su una imminente fine del mondo.

Ciclicamente, ormai non fa più notizia, ogni volta che un asteroide si avvicina alla Terra, spuntano le voci piene di allarmismo di chi urla alla strage nel caso lo stesso si schianti sul nostro pianeta. Stavolta è il turno dell’asteroide 2013 TX68, che dovrebbe “sfiorare” la Terra senza colpirla il prossimo 5 marzo. L'asteroide, dice blasting news, che potrebbe sfiorare la Terra è stato battezzato 2013 TX68, chiamato così perché è stato scoperto nel 2013 esattamente nel mese di ottobre (Bilancia..) da Catalina Sky Survey; in quell'occasione passò a più di 2 milioni di km dal nostro pianeta, ma poi fu perso di vista nello spazio. 
Quest'anno pare che sia di nuovo diretto a tutta velocità verso di noi e a tal riguardo, ma gli scienziati del Centerfor NEO Studios ci tranquillizzano in quanto la trattoria del corpo celeste non desterà nessun pericolo per l'umanità. Il 5 marzo 2016 (Pesci seconda decade) sarà la data da segnare sul calendario per questo atteso evento astronomico, anche se in realtà TX68 potrà essere avvistato anche prima e dopo tale giorno. Il diametro dell'asteroide è di circa 30 metri e per il momento la rotta di questa roccia è molto incerta e sarà difficile prevedere dove individuarlo.

Leggi tutto: ASTEROIDE IN AVVICINAMENTO PERICOLOSO VERSO LA TERRA NEI PROSSIMI GIORNI DI MARZO 2016

SCOPERTO UN NUOVO PIANETA DEL SISTEMA SOLARE.

L'UNDICESIMO PER NOI ASTROLOGI....


Le prime caratteristiche dicono essere grande dieci volte la Terra, si trova a una distanza 600 volte di quella che ci separa dal Sole. Data la sua incredibile distanza, questo pianeta è stato scovato studiando le perturbazioni gravitazionali prodotte sui pianeti più vicini, come ad esempio Nettuno. A scoprirlo sono stati due astronomi del California Institute of Technology, Konstantin Batygin e Mike Brown, che in uno studio apparso su The Astronomical Journal sostengono di avere in mano dei dati decisamente solidi..

Inutile dire che questa scoperta (aldilà delle altre già esplorate ma insufficienti al ruolo di pianeta..come Sedna, Eris..ecc..) se confermata, sarà il coronamento di un'impresa che gli astronomi inseguono da secoli, ovvero la scoperta del misterioso pianeta X, e potrebbe rivoluzionare la nostra visione del Sistema Solare..., dice l'articolista incolto di laRepubblica, dimentico che più che agli astronomi, interessa a noi astrologi (veri scienziati del cosmo)...dico io..senza esagerare..!! 

Leggi tutto: SCOPERTO UN NUOVO PIANETA DEL SISTEMA SOLARE.

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir