PAPA FRANCESCO rischia la vita...?

Papa Francesco a rischio.....vita....!!! E la cosa potrebbe non riguardare solo lui...!!!

Rischio vero o avviso per non rischiare...o cosa nasconde questa dichiarazione..?

La "Mafia" lo starebbe mettendo nel suo pericoloso mirino di morte e distruzione così afferma ieri un noto tabloid nostrano "il fatto Quotidiano", causa  la lotta "senza quartiere" che il neo eletto Bergoglio, venuto, come disse lui nel suo discorso inaugurale, dalla fine del mondo, sta sostenendo contro i soprusi dei prepotenti e dei potenti, contro la troppo opulenza e il troppo sperpero, i vizi e le ingiustizie dei loro poteri troppo grandi, sia economicamente che socialmente sia all'interno dello stesso Vaticano che nella società civile allargata. Domenica scorsa nella sua omelia si è spinto nella "sacralità", nel santa santorum del potere mafioso dei collegamenti illeciti denunciando apertamente, con voce un po dimessa, senza l'enfasi giusta di chi sta redarguendo i colpevoli,  a dire il vero, (o così è sembrata a me...) la stortura tutta politico-economica della.."DEA TANGENTE" non escludendo evidentemente dalla sua invettiva anche i loschi affari della banca del Vaticano (il fatidico I.O.R.) "Ahhhh, esclamò eloquentemente in un suo ormai famoso richiamo, se la Chiesa fosse povera per i poveri....!!!".  Pericolo di vita che la Redazione del ilNadir ha sottolineato assolutamente in anticipo nel suo ultimo articolo sulle "Luci del Cambiamento" in relazione alla analisi dei transiti del Papa non certo "sereni" data la potente e contraddittoria, se non addirittura violenta, opposizione plutonica all'Ascendente Granchio di Bergoglio, il neo papa (http://www.ilnadir.com/logica-astrologica/81-astro-news/astrologia-e-scienza/274-le-tante-luci-del-cambiamento.html). Plutone che retrogrado.....,

in questi tempi dell'autunno 2013, si stava leggermente distanziando dalll'aspetto esatto, toccato in prima istanza nell'estate appena trascorsa, e che, tra poco, sarà di nuovo sui gradi esatti dell'Ascendente del Papa (a 10°Granchio) in opposizione dal Capricorno, dove cammina su e giù già dal 2008.. Giungendovi tra l'altro, accompagnato dalla soverchiante potenzialità energetica della prossima formazione della Grande Croce Cardinale..che nei giorni del prossimo Natale 2013 sarà formata con le potenzialità esplosive che essa comporta di per se. Noi, in quel tempo natalizio, ne prenderemo le giuste informazioni...che comunque non potranno essere di serenità e di pace come il mondo, tutto il mondo, si aspetta in ogni festa ufficiale, che poi festa per molti non è...in considerazione di questi tempi veramente straordinari e stravolgenti che l'umanità intera (e l'Italia in particolare) sta affrontando..!!    

QUESTI I FATTI REGISTRATI DAI GIORNALI: GLI "AVVISI" AL PAPA...

MALORE E AVVERTIMENTO MAFIOSO: Realtà dimostrata o creazione d'intenti più segreti..?

A luglio di quest'anno ci fu addirittura il grande esorcista vaticanense che mise in guardia Papa Francesco e l'opinione pubblica con queste affermazioni molto forti che vi riporto:

Papa Francesco, dice Padre Amorth: “Non vorrei che facesse la stessa fine di Luciani”...

Papa Francesco, disse Padre Amorth: “Non vorrei che facesse la stessa fine di Luciani”. 

ll "timore", se di timore si tratta, dell'esorcista vaticanense, scrive l'articolista del "Fatto" F.A. Grana, è dovuto ai punti "in comune" tra i due Papi. In cinque mesi Francesco ha parlato più volte degli scandali che hanno travolto il Vaticano, così come forse avrebbe fatto anche Giovanni Paolo I. Che, peraltro, inaugurò uno stile di catechesi che richiama molto quello del pontefice argentino durando, sulla soglia di Pietro, solamente i fatidici 33 giorni...con tutto quello che ne conseguì e ancora ne consegue..“Non vorrei che Bergoglio facesse la stessa fine di Luciani“. Parola di padre Gabriele Amorth, classe 1925, conosciuto in tutto il mondo per i suoi esorcismi contro il demonio. La sua più che una profezia si potrà trattare di una semplice paura però non è il solo, dentro e fuori le mura vaticane, a temere che la salute di Papa Francesco sia in serio pericolo..C’è qualcuno che attenta alla vita del Papa argentino?  Il riferimento di padre Amorth a Luciani non è casuale. In quasi cinque mesi di pontificato Francesco ha toccato tutti i tasselli che in Vaticano considerano “pali dell’alta tensione”, così come forse avrebbe fatto anche il patriarca di Venezia divenuto Papa. Ma per quest’ultimo il tempo di permanenza sul trono di Pietro fu a dir poco tiranno e gli consentì soltanto di inaugurare uno stile catechetico che richiama moltissimo quello di Bergoglio. La sera prima di morire Giovanni Paolo I avrebbe avuto un duro scontro con il Segretario di Stato Jean-Marie Villot. Dei motivi del confronto aspro tra i due non si è mai saputo nulla di certo. L’ipotesi più accreditata è sempre stata quella che Giovanni Paolo I avrebbe prospettato al suo “premier” una serie di riforme della Curia e dello Ior che avrebbero trovato una ferma opposizione da parte di Villot. Molto probabilmente Luciani pensava proprio a quelle riforme per una “Chiesa povera e per i poveri” che oggi Papa Francesco intende attuare con l’aiuto di otto cardinali outsider coordinati dall’arcivescovo honduregno Óscar Rodríguez Maradiaga che, proprio in questi giorni a Rio de Janeiro per la Gmg, ha detto che lo Ior dovrà diventare una banca etica....Pensate un po' una banca etica lo IOR.., fa quasi ridere, se non fosse una banca di affari senza scrupoli, agiti da personaggi ancor di più senza scrupoli venuti alla ribalta sin dagli anni 80: si ricorderà Sindona, del Toro anch'esso, d'altronde era un banchiere faccendiere, Calvi-Ariete, il Cardinal Marcinkus-Capricorno, Licio Gelli-Ariete e la P2, Ambrosoli della Vergine e l'immancabile uomo per tutte le stagioni, Giulio Andreotti del Capricorno, il politico italiano più importante degli ultimi 50anni: legato alla sua Democrazia Cristiana, alla Chiesa come consigliere confidente di ben 4 papi e certamente legato alle regole mafiose con cui ha trattato per diversi anni fino al famoso bacio con Salvo Lima che lo ha incriminato come complice della mafia..La Chiesa curiale è sempre stata presente in queste sporche manovre politico-finanziarie che il cardinal Marcinkus diresse con astuzia e abilità tramite lo IOR appunto..fino al discredito e al fallimento..La Chiesa e la Curia Romana sono inzuppate da anni in azioni assolutamente sporche ed anche violente mantenute nel segreto delle mura vaticane, ma venute alla luce comunque per motivi di ingordigia privata e d'invidia anche tra gli stessi porporati..dell'epoca, come quelli di oggi..!!! Padre Amorth, peraltro, conosce bene le funzioni curiali seguendone le gesta sin dall'inizio partecipando, da primo esorcista vaticanense, ai lavori di questa sinodo cardinalizio e soprattutto condividendone gli scopi...Insomma più che fuori è dentro il sistema curiale...!!    

“Se trovo resistenza? Mah! Se c’è resistenza – ha affermato Francesco – ancora io non l’ho vista. È vero che non ho fatto tante cose, ma si può dire che sì, io ho trovato aiuto, e anche ho trovato gente leale. Per esempio, a me piace quando una persona mi dice: ‘Io non sono d’accordo’, e questo l’ho trovato. O ‘non sono d’ accordo’. Questo è un vero collaboratore. E questo l’ho trovato, in Curia. E questo è buono. Ma quando ci sono quelli che dicono: ‘Ah, che bello, che bello, che bello’, e poi dicono il contrario dall’altra parte… Ancora non me ne sono accorto”. Le pugnalate peggiori sono proprio quelle che arrivano alle spalle proprio dai più stretti collaboratori, come sa bene Benedetto XVI° tradito dal suo maggiordomo infedele Paolo Gabriele (almeno questa fu la versione ufficiale....sullla quale ho avanzato tantissimi sospetti...!!!) proprio nell’inaccessibile appartamento pontificio, lì dove Bergoglio ha scelto di non abitare. “Ci sono santi in Curia – ha affermato il Papa – ma anche qualcuno che non è tanto santo, e questi sono quelli che fanno più rumore. E ci sono alcuni che danno scandalo e che fanno male. Credo che la Curia – ha confidato Bergoglio – sia un poco calata dal livello che aveva un tempo, di quei vecchi curiali fedeli, che facevano il loro lavoro. Abbiamo bisogno di queste persone. Ce ce sono, ma non tanti come un tempo. Dobbiamo averne di più”. Non a caso il Papa usa un solo aggettivo per definire il profilo del vecchio curiale ed è “fedele”. È proprio l’infedeltà della Curia che ha fatto deflagrare la vicenda Vatileaks e che ha costretto Benedetto XVI alle dimissioni. Ma Papa Francesco, che continuamente temi molto scottanti come la lobby gay con grande chiarezza e senza paura, non teme per la propria incolumità fisica. Lo ha dimostrato anche in Brasile dove non ha voluto utilizzare la papamobile blindata, costruita dopo l’ attentato a Giovanni Paolo II del 13 maggio 1981. “Con meno sicurezza – ha spiegato il Papa – io ho potuto stare con la gente, abbracciarla, salutarla, senza macchine blindate… è la sicurezza di fidarsi di un popolo. È vero che sempre c’è il pericolo che ci sia un pazzo che faccia qualcosa; ma c’è anche il Signore! Fare uno spazio di blindaggio tra il vescovo e il popolo è una pazzia. La vicinanza fa bene a tutti”. La sicurezza, dunque, di fidarsi di un popolo. E della Curia si potrà fidare il Papa? Del resto proprio l’allora cardinale Bergoglio quando, nel 2005, in Vaticano pensavano di chiamarlo a guidare un’importante congregazione rispose: “Per carità, in Curia muoio”...!!! Se lo ha detto lui, mi viene da aggiungere ....!!! L'avviso di Amorth, sulla possibile morte di Francesco, può essere inteso sia come aiuto, sia come avvertimento ad andare oltre....Peraltro la primavera scorsa, a maggio 2013, per essere precisi, sempre lui, Padre Amorth, se ne usci su Francesco in modo poco conveniente, accusandolo in bonis, di aver agito vere e propri esorcismi..su alcune persone durante.. Così si espresse: «Quello è stato un vero esorcismo, e vi dirò di più: il ragazzo che il Papa ha esorcizzato, oggi, alle 11.30, è venuto da me», ha esordito padre Amorth. Cosa aveva quel ragazzino? «Non era un ragazzino, ha 43 anni moglie e figli. Lui si chiama Angelo, è posseduto da quattro demoni, io oggi gli ho fatto un lungo esorcismo». Alla domanda se quindi il Papa non sia riuscito a guarirlo, padre Amorth ha risposto: «Possiamo dire che gli ha fatto un esorcismo, perchè un esorcismo è anche quello che uno fa mettendo le mani sul capo della persona e pregando, senza ricorrere agli esorcismi scritti». Francesco, ricorderete la scena, impose le sue mani sulla testa di quel signore..Amorth, in realtà, non si comprende con chi sta..a favore o contro il suo Papa...?

Come se tutto questo stillicidio mediatico e non, legato alle invidie nella Curia Romana tra vecchi e nuovi prelati, già al centro delle inconsuete dimissioni di Ratzinger (cardinal Martini -Aquario- deus ex machina vaticanense, docet), non bastasse, è di ieri la notizia non proprio rassicurante che anche la "Mafia" si starebbe muovendo...nei confronti del Papa..!!! Lo sta affermando un personaggio autorevole, il procutore aggiunto di Reggio Calabria. A lanciare l’allarme in un’intervista al "Fatto Quotidiano" è Nicola Gratteri, procuratore aggiunto di Reggio Calabria. “Questo Papa – spiega al quotidiano – è sulla strada giusta. Ha da subito lanciato segnali importanti: indossa il crocifisso in ferro, rema contro il lusso. È coerente, credibile. E punta a fare pulizia totale”. Un fatto che non piace alla mafia finanziaria, quella che investe, che ricicla denaro e che per anni – prosegue il procuratore – “si è nutrita delle connivenze con la Chiesa”. “Chi finora si è nutrito del potere e della ricchezza che derivano direttamente dalla Chiesa è nervoso, agitato. Papa Bergoglio sta spostando centri di potere economico in Vaticano. Se i boss potessero fargli uno sgambetto, non esiterebbero”...Sappiamo che il caso non esiste..: risponderei, così su due piedi, quasi senza tema di smentita, che Papa Francesco sta facendo innervosire la mafia finanziaria ..., (così l'ha definita), con le sue innovazioni..e le sue invettive contro i mafiosi. Probabile che se i boss potessero fargli uno sgambetto, non esiterebbero. E di certo, stando all'avviso del procuratore calabro, ci stanno già riflettendo...!! Bene, abbiamo chiara tutta la situazione diciamo mediatica..ma anche politico-finanziaria direi perchè, se si muove un magistrato e fa dichiarazioni ufficiali ad un giornale di questa portata, evidentemente è a conoscenza di qualche forma di "nervosismo" nell'ambito delle nuove consistenze mafiose (le cosiddette cosche.). Con le nuove generazioni, hanno superato, fa notare il magistrato, se mai fosse possibile, i limiti del loro particolare processo-attaccamento religioso (Religione e Mafia vano a braccetto da secoli..), considerato, un po come una vecchia madre, intoccabile, proprio a vedere le tante icone religiose scoperte nelle riprese televisive dei vari bunker-rifugi dei boss mafiosi quando venivano sorpresi ed arrestati (raramente..) dalle indagini di polizia. Cambiano anche tra loro i costumi e le usanze...!!!  Certo è anche che, non dimentichiamo di essere in un paese dove tutto accade da millenni e mai, un colpevole di "fama", sia stato consegnato regolarmente alla giustizia, neanche l'Innominato di manzoniana memoria..., al dunque, ha pagato per i suoi misfatti!! Certo questa relazione religione-mafia sa di angosciante..nel senso che la struttura mafiosa si regge, diciamo, incollata alle regole cristiane: Gesù Cristo, la Madonna, ivari Santi, sono rappresentati in effige sui muri di ogni casa con i loro altarini illuminati di candele accese come nelle case povere e malmesse di tantissimi anni fa..!! Uno strano connubio su cui bisognerebbe approfondirne di più il legame sotterraneo che lega queste diversissime fazioni, almeno apparentemente: una legale l'altra completamente fuori dalla legalità...Mi verrebbe da dire però, senza sembrare troppo blasfemo, quale delle due è veramente illegale..:la religione della Chiesa o quella della Mafia..? Non pensiamo neanche (e per questo ilNadir, nelle sue nuove vesti editoriali, come redazione aderisce alle dinamiche della diversa-informazione, utilizzando schemi completamente nuovi d'indagine comunque legati all'uso del Laser astrologico..) che tutto che quello che ci viene detto, anche così "sfacciatamente", da più fonti peraltro, o forse proprio per questo, poi debba corrispondere necessariamente a verità..o a certa verità...!!! La notizia del capo questore calabro, se ci si riflette un po, può essere intesa anche come un avvertimento..mafioso appunto...o no..?  

ANALISI ASTROLOGICA: COSA C'E', SE C'E', DIETRO QUESTI ACCADIMENTI GIORNALISTICI..?

Serve certamente un'attenta analisi asrtrologica, che promuoveremo, come detto, sull'intero argomento, così da poter far luce nelle oscure stanze vaticanensi.., dove da troppo tempo, mi viene da dire da tempo immemore, si vive nei segreti e negli intrighi come e di più di qualsiasi diplomazia politica di stato. Mi si risponderà, come spesso accade, che il Vaticano è uno Stato come un altro..., dimentichi, se non complici, della Storia che vuole il Vaticano come centro della cristianità mondiale e non come un punto d'incontro di uomini di affari, di politici e di faccendieri di ogni risma, che è inutile ricordare in questo articolo per dar prova della scarsa illuminazione religiosa che insiste tra quelle, per alcuni, ancora sacre mura.. Senza andare molto indietro nel tempo, basti ricordare su tutto, le obnubilanti dinamiche eversive legate alle dimissioni epocali di Ratzinger del febbraio di quest'anno, che ancora oggi, fine novembre, non sono state spiegate correttamente, ne in chiave teologico-religiosa, tanto meno in quella politico-diplomatica: sono state rilasciate solo una lunga sequela di scusanti riparatorie e confondenti la verità vera che dubito possa mai essere detta.., men che meno, saputa..come avviene da millenni tra le mure altissime dello Stato Vaticano..!! Cosa certa però è che il portavoce vaticano, padre Lombardi, si è prestato, e si presta ancora, a raccontare una serie infinita di bugie (si proprio bugie, per dirla infantilmente, quelle che proprio i preti-insegnanti nelle scuole si raccomandano agli alunni di non dire ai genitori..), una infinità di falsità che un prete, un religioso, portavoce o meno di qualsiasi cosa, non può e non deve usare per primo, data la sua vocazione ecclesiastica, come mezzo sistematico di copertura quand'anche dovesse obbedire ad ordini superiori: loro hanno un unico superiore a cui si votano sin dall'inizio ed è il Cristo figlio di Dio..Se lo offendono loro che sono i preposti all'illuminazione cristiana, figurarsi poi il perchè delle derive scellerate dell'umanità.. Falsità pesanti quindi che inevitabilmente e incessantemente ancora bussano alla "porta della Verità"..., sperando che qualcuno, illuminato appunto da una giusta luce di correttezza e di amabilità verso il prossimo, finalmente la apra..o perlomeno, possa creare un varco luminoso per comprendere al dunque "di che lacrime grondi e di che sangue.." l'intera vicenda..!! Inutile dire che so, che mi rendo perfettamente conto dell'impossibilità che questa "Porta si apra seriamente".., ma il laser astrologico, di cui dispongo, può aiutarmi ad entrarci, senza scassinarla..: chissà che non si riesca a far luce su tutta questa vicenda ancora immersa nelle nebbie della notte tra le più oscure delle vicende vaticanensi e dei suoi scandali. Vorrei ricordarvi all'uopo, la mia ricerca in atto dal momento delle dimissioni del Papa tedesco, sulla questione dell'ora esatta -le 20-, letta, secondo me clamorosamente, da Ratzinger al momento della dichiarazione ufficiale della sua dimissione: atto non indifferente, secondo la mia personalissima visione, che lascia aperte soluzioni, forse illuminanti, la realtà dell'intera vicenda, qualora si faccia, come sto facendo, l'analisi del tema natale del momento, (quello che ho chiamato il "Satus Tempus Cosmogonico" o S.T.C. o Seme d'Inizio) come dire, suggerito, è proprio il caso di dirlo, dall'ex pontefice, non prima però di aver compreso con precisione le regole vaticane sugli eventi dimissionari (se esiste una precisa casistica o meno..nel diritto canonico). Stando alle dichiarazioni di facciata, certamente invase da coperture, più o meno, dichiaranti la realtà dei fatti, non c'è dubbio che, problemi di età a parte, nè pochi nè trascurabili, i motivi dell'abbandono del posto da parte di questo Papa, ci viene detto, sono da ricercare nella impossibilità di far fronte agli impegni che lo attendevano ieri, oggi e più gravosi ancora domani..Come dire che questo Papa, più di altri, se l'è vista brutta..: il suo pontificato era più pesante del solito..? Un Ariete ascendente Pesci non è un tenero, ne un debole sia come politico (Ariete) che come religioso (Pesci). L'astrologia dissente da questa giustificazione.., chiaramente falsa, non ci sono dubbi. E' più credibile invece che si sia sentito solo.., ma non c'è poi da scommetterci.. !! Ricordo frasi di facciata giornalistica che lo definivano come un uomo solo..., lasciato solo a combattere (vi ricordo che Ratzinger è un Ariete.., la battaglia è il pane quotidiano del segno anche se ammorbidito dall'ascendente pescino, che vede una grande forza proprio nella solitudine, soprattutto quando è confortata da una fonte teologica di qualità come il tedesco poteva certamente vantare..Insomma due forzature già abbattute da una semplice analisi astrologica. Un uomo contro il quale si è rivoltata una buona parte del clero, specie italiano, più legato alla nozione di Chiesa padrona, Chiesa potente e sopratutto al di sopra delle leggi (italiane o di altri paesi non importa) che non legata ai doveri di ubbidienza e servizio al proprio pastore di una Chiesa veramente cristiana. Il Signore ha istituito la Chiesa come sacramento universale di salvezza per il mondo, affinché «tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità» (1 Timoteo, 2, 4). La Chiesa non potrà capire se stessa e non potrà giustificarsi davanti al mondo secondo standard di potere, di ricchezza e di prestigio: la riflessione sulla natura e sulla missione della Chiesa di Dio è, quindi, la base e il presupposto di ogni vera riforma. Questa, aldilà di chi crede o non crede, è la linea corretta da seguire se ci si professa cristiani..e cattolici. La Curia è un organismo burocratizzato, è la corte papale, e "assiste" il papa nello svolgimento delle sue funzioni: un blocco granitico su cui sembra difficile spuntarla.., sulla quale anche i Pontefici non hanno il potere assoluto per stravolgerne il compito e l'operatività...!! Si questo aspetto è, con buona probabilità, il centro della questione: la Curia romana, è certamente indemoniata dal Potere e di Potere. I suoi "onorevoli" rappresentanti più famosi sono scritti tutti i giorni sui giornali a partire dal più combattente di tutti, il cardinal Bertone.., in rottura, almeno apparente, con l'attuale filosofia dell'umiltà di Bergoglio.. I tentativi di Ratzinger (anche quelli attuali di Francesco I°..) di portare chiarezza nel mondo della finanza vaticana lo hanno portato a scontrarsi e, probabilmente a perdere, contro chi invece vuol mantenere le operazioni lecite ed illecite della chiesa al di fuori di ogni controllo. I fatti del cosiddetto "corvo" del Vaticano che l'anno scorso hanno gettato fango su tutto l'apparato della Chiesa di Roma finendo per sporcare anche la figura del Papa, lo devono aver così scosso da fargli maturare la decisione di lasciare a qualcun altro il terribile e forse impossibile compito di portare il timone della navicella della Chiesa nelle acque sempre più agitate del 21° secolo: questo aspetto della questione, certamente efficace per convincere chiunque a dimettersi dal posto che detiene, non credo rappresenti verosimilmente quello che si dice come la classica goccia che fa tracimare l'acqua, ma bensì, direi, la classica polvere gettata sugli occhi della storia per non far vedere dove sta il vero assassino, nascondendo abilmente il corpo del delitto... !! Un fatto è certo però in tutto questo bailamme di accadimenti, veri o presunti, di tradimenti veri o presunti, di spionaggi veri o presunti avvisi, avvisaglie, malori e sotterfugi, già presenti nel pontificato di Ratzinger, stanno emergendo prepotentemente con le sterzate comportamentali imposte dalla filosofia religiosa dell'argentino sin dalle sue prime mosse da pontefice..La Curia Romana è stato certamente il problema di Ratzinger e lo è a maggior ragione per Bergoglio che con il suo pontificato ha iniziato una vera e propria deromanizzazione della Chiesa, cioè ne sta decidendo il clamoroso stravolgimento che solo un Plutone, antimaterico come il suo, configurato in prima casa può darne una giusta e corretta spiegazione..astrologica s'intende..Bergoglio arriva dove Ratzinger ha fallito...(almeno per come si sta muovendo sin dagli inizi del suo mandato..), e per questo motivo si è probabilmente dimesso...!! Altro che stanchezza o malattia. Il tempo sarà buon testimone ed anche se dalle mura papaline poco o nulla esce al di fuori, c'è comunque il vento della verità che soffia oltre ogni ostacolo...anche quelli organizzati dai Santi uomini incappellati di rosso e di bianco per sembrare (e non per essere...!!) persone di Dio.

Bergoglio, convinciamocene, credenti o meno che siate, non può essere, e non è, solamente quello che sembra, causa o grazie alla presenza nell'angolo più importante del suo Tema Natale, l'Ascendente in Granchio, di Plutone. Plutone in Prima non scherza mai, Papa o non Papa che sia..!! Inoltre, mi viene da chiedere, come potrebbe un'ascendente Granchio stravolgere la tradizione, così cara al suo sistema psico-comportamentale ? Direi che andrebbe contro ogni cognizione astrologica di base o no? Non è una personalità facilmente definibile infatti quella cancerina, data la natura introversa del segno, sempre sulle difensive nei confronti del mondo esterno e non priva di una certa enigmaticità (cfr.astromanti.it). Emotivamente vulnerabili, hanno un grande bisogno di sicurezza e di punti fermi nella vita che individuano soprattutto negli affetti. Si staccano a fatica da una condizione di vita, anche da rapporti ed esperienze ormai esauriti. Nulla spaventa di più i cancerini quanto l’incognita del futuro o la precarietà delle situazioni: per questo motivo si staccano ancor più a fatica dal loro ambiente d’origine, dai legami familiari e da quelle loro radici a cui tornano sempre col ricordo. Un loro punto di forza è l’istinto. Il tipo appartenente a questo segno d’Acqua è l’uomo conservatore (certamente non un rifondatore, ne un progressista..), fondamentalmente tranquillo, amante della casa e della famiglia, piuttosto diffidente ad allargare la sua cerchia di conoscenze o il suo campo di esperienze. Ma, ad onor del vero, esiste anche il Granchio errabondo e inquieto come la Luna, sua governatrice, che alimenta le sue fantasie e lo spinge a inseguire traguardi spesso irraggiungibili, amori che gli sfuggono o successi che non lo soddisfano mai pienamente: questa tipologia si riferisce maggiormente alla visione relazionale. Tutti i cancerini però hanno in comune l’attaccamento al passato, alle tradizioni di famiglia, agli amici d’infanzia e in qualsiasi frangente della vita trovano un solido ancoraggio nei loro affetti...La natura del granchio, il mollusco, da un’esatta descrizione dell’Ascendente in Granchio: entrambi, in un attimo,  sono pronti a ritirarsi dentro la conchiglia, e il gambero ha un modo di avvicinare le situazioni di lato, riflettendo la natura di questo Ascendente che non si confronta mai direttamente con la vita. Il Granchio non sta bene sempre nell’acqua, così si avventura fuori, nella terra, ma poi si ritira di nuovo nell’acqua. Il Granchio all’Ascendente fa due passi avanti e due passi indietro, quindi è una specie di danza di alta e bassa marea: deve imparare a rispettare e ad andare avanti secondo un senso interiore organico che scandisce il proprio tempo e il proprio ritmo. Quindi un simile ancoraggio zodiacale correlato profondamente al processo della tradizione non favorirebbe certamente nessun tipo di cambiamento, nessuna rivoluzione: farebbe addirittura fatica a pensarla come soluzione per qualsiasi situazione..da affrontare. La rivoluzione che Bergoglio sta organizzando nell'ambito della Curia vaticanense non ha precedenti: uno stravolgimento di siffatte proporzioni, a maggior ragione se ci riferiamo alla nomenclatura vaticana e alla sua tradizione secolare.., non si spiegherebbe, ne si attuerebbe per una capacità energetica personale che un Sagittario-Granchio, di per se mai avrebbe, così imponente, nelle sue rime. Certo, se scendiamo nei termini dell'analisi, come feci al momento della sua elezione (Vedere il mio articolo http://www.ilnadir.com/astrologia-e-religione/183-la-croce-di-ferro.html) c'è l'opposizione Saturno-Nettuno che è parlante nell'orientare forti spinte per una corretta necessità di giustizia (Saturno) nell'ambito della vera spiritualità (Nettuno), ma questo asse non è in grado di sconvolgere la realtà di un archetipo zodiacale come il Granchio che di per se è certamente un tradizionalista e un conservatore..Pertanto è bene riflettere con attenzione sull'analisi di quest'uomo così pieno di controsensi apparenti..che risaltano nel suo tema, dove non si può escludere una seria valutazione diagnostica anche alla potente opposizione Plutone-Luna, governatrice dell'Ascendente Granchio, congiunta per giunta a Venere: questa si molto pertinente alla linea del cambiamento che prevede una forte intolleranza e una buona dose di fanatismo che devono essere controllati, altrimenti possono sfociare in forme di assolutismo isterico che deforma la realtà che si crede di vivere.. Solo un Plutone in Prima Casa, anche se non proprio congiunto all'Ascendente, può garantire una simile rivoluzione...che è pane per i suoi denti..: distrugge per ricostruire... Proprio quello che sta organizzando il buon Bergoglio, perlomeno quello che vorrebbe..o, chissà, quello che ci sta facendo credere...un po a tutti.. Ma, c'è sempre un ma, quando Plutone si trova sulla scena del delitto..: non va mai dimenticata la natura plutonica.

Quando si parla di Plutone dobbiamo imparare a fare attenzione ad alcune vere e proprie trappole, ad azioni poco chiare: nulla è come sembra. Plutone è il pianeta della morte e della rinascita, e ciò significa che si deve eliminare tutto ciò che è vecchio e consunto e far nascere qualcosa di nuovo, di superiore. Con Plutone sul nostro Sole (nel caso del Papa in quinconce..) possiamo essere gli artefici di questo processo di cambiamento, tra l'altro, inprocrastinabile.. Periodo questo che alimenta la forza per scrollarsi di dosso tutte le vecchie strutture decadenti della nostra vita per iniziare una vita nuova: dinamica esplosiva che vale anche per un religioso, ripeto, papa, vescovo o meno che sia..!! Ma ci sono alcune limitazioni di cui bisogna tenere conto. Innanzitutto Plutone conferisce energia e spinta enormi ma utile solamente per disfarsi di ciò che è fatiscente, non per fare i propri comodi... Secondo, Plutone, alla pari di altri pianeti extra-saturniani è un pianeta trascendente che, come orbita, attraversa anche Nettuno-spiritualità, per avvicinarsi alla Terra sostituendosi all'orbita nettuniana: si nettunizza..se mi consentite l'epiteto. Perciò non è una cosa semplice imbrigliare le sue energie al carro dell’egotismo cieco, anzi diviene spirituale al punto di creare divinità anche dove sembrava non esserci alcun segno.. Plutone-Morte va verso la dichiarazione di Padre Amorth:" Papa Francesco, disse l'esorcista vaticanense, come scritto poco sopra, "Non vorrei che facesse la stessa fine di Luciani”....Un avviso che vuole aiutare o un avvertimento che vuole intimidire..? Un fatto è certo, anzi certissimo, Amorth, Toro del primo maggio, sa perfettamente come è organizzata la Curia Romana..di cui in qualche modo fa parte...!! Traetene voi le logiche conseguenze ..!! Bergoglio con quel Plutone in Prima, opposto largamente alla Luna aquariana (congiunta a Venere), governatrice del Granchio, può accusare anche problematiche cancerogene.., proprio come mi è capitato constatare nel tema di più clienti in tanti anni di carriera..: sintomatologia quindi non solo del Plutone in dodicesima.., ma anche di un Plutone in prima, cosignificante dell'Ariete-testa, opposto alla Luna, governatrice del Granchio. Se la Luna presenta lesioni, dice Sasportas, significa che la nostra prima storia d’amore, quella con nostra madre, ha avuto dei problemi. Probabilmente non si è riusciti a sviluppare una certa fiducia nella vita o in noi stessi, il che può portare a paure e paranoie nell’ambito delle relazioni, a sentimenti di ansia e a una profonda incertezza nelle relazioni intime. Ci si sente defraudati da quello che dovrebbe essere un diritto: di essere amati e di avere una madre (intesa in senso lato..non necessariamente la propria madre naturale..) che ci ama..Nella vita questa specifica lesione attira inconsciamente relazioni che ripropongono lo stesso schema, sempre per il fatto che il modello che rappresenta l’amore e l’unione intima è lo stesso che si è formato in base all’esperienza con la propria madre od anche la propria patria..o chi ne fa le veci.. Attorno a lui graviteranno compagni con forti bisogni distruttivi, che lui non farà altro che innescare. Si formerà (consciamente o inconsciamente) la convinzione che l’amore porterà alla rovina. Non ci si può mai rilassare in una relazione quando ci si aspetta di essere abbandonati e traditi da un momento all’altro! La paura che ciò accada fa diventare contorti, estremamente controllanti e manipolatori..!! E' vero anche un possibile contrario (quello che con la mia scuola del ilNadir ho chiamato il "codice inverso"..: in astrologia tutto ha un programmo risolutivo "polarizato"..;nulla è solo in un verso ma tutto è sempre entrambi i versi..): si ha paura cioè di essere quelli che prima o poi finiscono per distruggere ciò che si ama, così come nell’infanzia, quando i propri desideri venivano frustrati si finiva per desiderare di uccidere la propria madre. Continua esaurientemente Sasportas, dicendo che è ovvio che non ci si sente a proprio agio con tali sentimenti, perché se noi dovessimo mettere in pratica questi impulsi, potremmo distruggere le stesse persone che amiamo, potremmo spazzare via persone per assicurarci la nostra sopravvivenza. Chi ha l'allineamento Luna Plutone, come Papa Bergoglio, (anche se larga..) deve fare i conti con la tensione intrinseca a tale ambivalenza. Amore e Odio (le polarità) vanno a braccetto in una relazione intima. Più si ama qualcuno (o qualcosa come ad esempio la regola gesuita...!!), più la propria felicità e realizzazione dipendono da lui. Perciò, se l’altro ti delude, il rischio è di incamerare rabbia e di prendersela per il semplice fatto che esercita un potere molto forte su di noi..!! Plutone è passione, paassione stravolgente e la libido derivante consente a questo senso di passione di coprire l’intero intervallo dall’odio inferocito all'amore appassionato, dal desiderio fino al sentimento erotico... Questa parola, passione, ha una radice latina che significa “sofferenza”, da cui la "Passione di Cristo"..!! Spero di essermi sufficentemente spiegato..! Tutto quello che tocca Plutone dovrà in qualche modo essere trasformato, rigenerato, ripulito, Plutone deve sempre passare attraverso una forma di catarsi. Se noi abbiamo una Luna/Plutone vuol dire che la dimensione emotiva dovrà subire una lenta e graduale trasformazione, perché significa che accanto alle nostre emozioni spesso c’è una buona dose di ombra, di negatività (cfr. Lidia Fassio). La Luna in questo senso connessa allo generare delle emozioni è in stretta relazione con il nostro Cervello (non pensiero, ne mente..). La Luna, appartiene all’elemento Acqua, ai liquidi del corpo, agli organi genitali femminili, utero, ovaie, seno: il ciclo delle mestruazioni è legato alla luna come pure la gestazione, l'apparato digerente, lo stomaco (da non confondere con l'intestino in mano, è proprio il caso di dirlo, alla Vergine), governa il duodeno, il pancreas, il succo gastrico, le produzioni enzimatiche digestive. Alla Luna corrispondono anche il gran simpatico, i tessuti adiposi, l 'occhio sinistro della donna. e il destro dell’uomo, il pancreas, il cervello, il nervo sciatico, la pressione arteriosa bassa. La Luna governa in particolare il liquido cerebrale ed il sistema linfatico, le funzioni vegetative autonome, il cervelletto, le vie nervose, i gangli spinali, la muscolatura liscia. Plutone per il suo grande potere di distruzione , e’ collegato alla morte, alla trasformazione alchemica: governa con Marte, gli organi sessuali, i genitali, i testicoli, il liquido seminale, lo sperma, gli spermatozoi, la virilità, gli ormani, ma soprattutto il sistema cellulare (la vita delle cellule), è collegato alla funzione della sessualità e della riproduzione. E' associato pertanto alla proliferazione cellulare ed ai tumori, alla putrefazione, alla cancrena, alla disintegrazione ed alla ricostruzione, alle perversioni sessuali, all'inquinamento, ai virus, al sistema immunitario. E' facile comprendere come, soprattutto in prima casa (Ariete-testa) possa riferisi ad una, più o meno, benigna o maligna, possibile degenerazione tumorale al cervello, al liquido cerebrale... 

Questa mia affermazione previsionale non deve significare assolutamente per quello che non viene espressamente detto, e cioè che non sempre Plutone in Prima si traduce necessariamente con una malattia cancerogena..e semmai, non sempre la esprime in maniera deleteria..: spero di essermi spiegato.!! La configurazione planetaria in questione deve essere supportata da altri fattori nel tema radix stesso e dai transiti planetari come peraltro è consuetudine di ogni bravo astrologo che, per essere tale, deve essere scrupoloso eticamente ed etimologicamente...L’ingresso di Plutone nella coscienza dell’umanità, la sua scoperta, indica che per l’uomo è giunto il momento di esplorare una nuova dimensione della vita, quella che rimanda alla fine della stessa, alla morte e al nuovo inizio, cioè la rinascita...: è in sintesi estrema il confronto dell’uomo col proprio potenziale distruttivo e con l’opportunità di trasformazione in esso presente..,dice in questa sintesi molto sapientemente A. Gattai di cui condivido in pieno l'intera analisi planetaria. Per capire l'essenza plutonica regnante nella filosofia di vita e di pensiero di Bergoglio, posizionato com'è in pool position nel suo tema, leggiamone il sostegno mitologico, non di poco conto, per capire le sue diramazioni psicofisiche. Nell’antichità si diceva che Plutone (“ricchezza” da Pluto) fosse un nome eufemistico, sotto cui nascondere quello dei terribili abissi di Ade. Il mito c’insegna che Ade è il signore degli inferi, il Dio del mondo invisibile; è fratello di Zeus e quindi suo pari grado come signore dei cieli. Egli è il gemello oscuro, ma altrettanto potente, dell’onnipotente Padre Celeste: in pratica egli ha uno status superiore, a ben vedere, perché la sua legge è immutabile mentre quella di Zeus può essere contraddetta.  Virtualmente ad Ade però non s’intitolavano templi ma si riconosceva semplicemente che la morte è ovunque entro la vita stessa ed ogni cosa vivente ha nel proprio corpo mortale, il proprio altare..Ade non può essere visto dagli esseri umani nel mondo dei Sumeri, perché porta un elmo che lo rende invisibile. E’ lui il legame segreto, il destino segreto, il mondo interno a ciò che ci è dato.. Noi possiamo percepire Ade ma egli è in ogni luogo e in ogni momento, intrinseco al nascere di ogni pensiero, di ogni sentimento, di ogni atto creativo.. Siamo morti alle vecchie strutture mentali, fatte di pensieri, ideali, convinzioni, a tutto ciò che potrebbe ostacolare la nascita di un nuovo spirito. La discesa agli inferi con la sua azione inesorabile e disgregatrice, regola l’eterna creatività della terra- Plutone distrugge e porta oscurità- irradia energia dissolvitrice che muterà la struttura fossilizzata e scuoterà violentemente l’inconscio. La tensione può essere estrema quando la crisi giunge al culmine. Tramite Plutone siamo soggetti al potere della morte, morte del desiderio, della personalità e di tutto ciò che ci trattiene fra le coppie di opposti.

Però Plutone come Morte non distrugge mai la coscienza..! Ci fa sapere ancora la Gattai che ne spiega la vera profondità..Nel corso dell’esistenza di un individuo, Plutone può trovarsi in congiunzione, sestile, quadrato o trigono con i vari pianeti, soltanto una volta o mai. In verità la piena implicazione di un transito di Plutone sulla vita totale è cosi sottile, e nello stesso tempo cosi profonda che talvolta può non essere facile assimilarne il significato. Plutone transita soltanto in un terzo o al massimo in metà delle case (diventa opposto a se stesso..: proprio come sta accadendo a Bergoglio col transito attuale di Plutone in Capricorno opposto al Plutone in Granchio del Pontefice), ma quelle in cui entra, assumono una rilevanza particolare, perché rappresentano quei settori dell’esistenza individuale dove deve avvenire quel cambiamento che permetterà di trasformare il livello personale di coscienza, sacrificando l’apparente stabilità del conosciuto. Infatti è bene sapere che in cambio dei suoi doni Plutone pretende molto e non accetta rifiuti..!! L’influsso di Plutone in transito nel segno del Granchio dal 1914 al 1939, quello riferito a Bergoglio, distrusse quell’aspirazione alla sicurezza tipica del segno ” della luna”, risvegliando atteggiamenti separatisti che portarono al nascere in tutti i paesi del mondo di un forte senso d’identità nazionale. L’ambiente subì grandi trasformazioni con l’introduzione di nuove tecnologie in campo produttivo. Ma soprattutto l’instabilità economica e la guerra mondiale dissiparono qualsiasi senso di sicurezza, di cui il Granchio ha un estremo bisogno.. Plutone, che fu scoperto proprio nel corso di questo transito, (si trovava in Granchio in campo dodicesimo con la luna in Scorpione in campo quarto, in trigono perfetto fra loro ed in mutua ricezione), ha “segnato” alcuni fra gli avvenimenti più importanti del ventesimo secolo e sembra aver favorito la comparsa di uomini come Hitler, Mussolini, Stalin, che hanno costruito da se il proprio potere e la propria rovina. La generazione nata con Plutone in Granchio ha visto distruggere i suoi valori di vita domestica e ne ha sofferto intensamente, costretta ad uscire in un’atmosfera di amarezza e di rimpianto da un passato che non sarebbe più tornato...Per comprendere le dinamiche mentali di Francesco I° è bene rendersi conto che Plutone indica nel nostro oroscopo l’area della vita in cui si dovrà affrontare una profonda trasformazione (quindi per il Papa essa agirà i presupposti della Prima Casa): in qualche modo o attraverso un processo culturale o a seguito di eventi specifici, ci troveremo nella necessità di mettere in discussione credenze, tabù, pregiudizi ereditati dalla famiglia o dalla cultura dominante e nel contempo accettare, come nostri, istinti ed emozioni estreme che abbiamo imparato a ritenere incivili o pericolosi per la nostra sopravvivenza e dunque nascosti sotto il tappeto- inconscio. Anche se questo processo , alla fine del viaggio, ci condurrà a liberare parti di noi che sono state represse, favorendo lo sviluppo di nuove capacità, cercheremo sempre di resistere al cambiamento, che avvertiremo come un attentato alla nostra identità.

Resta la pesantezza di quella posizione che inficia non poco anche la figura eterea del pontefice. Un Plutone, quello di Bergoglio, quadrato a Urano e a Marte (non depone bene..per niente..) e, non è proprio una passeggiata di salute.., neanche il quinconce allo Stellium sagittariano formato dal Sole, dal Nodo, da Giove e da Mercurio.., per non dire della larga, ma presente, opposizione alla congiunzione Luna-Venere. Insomma potrei azzardare, come già descritto, una diagnosi di tumore alla testa (Plutone lesissimo, cellule cancerogene, in prima-Ariete-testa), senza pensare di aver forzato i termini..: la diagnosi minore e, diciamo più addomesticabile, potrebbe consistere in un tumore "gestibile" o, meglio ancora, in fortissimi e acutissimi mal di testa, con veri e propri stordimenti e forti sbandamenti d'equilibrio: problematiche agli occhi e/o alle tempie.. 

Un Plutone che va studiato bene per comprenderne bene il significato...: ripeto non credo che si tratti di una persona solamente compassionevolmente interessata alle sorti dei suoi fedeli e della Chiesa come i fatti finora dimostrati sembrano suggerire.. C'è un demone, Plutone, o dentro di lui o contro di lui...mettiamola per ora così..!! La Curia Romana in questo senso non scherza, certamente politicizzata, come sappiamo, e piena zeppa d'interessi economico-finanziari anche malavitosi che quel Plutone rappresenta a perfezione è assolutamente in grado di attaccarne la reputazione o addirittura condizionarne la forza penetrativa qualora si sentisse, come chiaramente si sta sentendo, attaccata nelle sue fondamenta...e l'avviso di Padre Amorth, secondo me, ne è un chiaro avvertimento..., più che un avviso bonario..appunto chiedo di sapere da che parte sta, proprio come il capoquestore...!!

Resta la pesantezza di quella posizione che inficia non poco anche la figura eterea del pontefice. Un Plutone, quello di Bergoglio, quadrato a Urano e a Marte (non depone bene..per niente..) e, non è proprio una passeggiata di salute.., neanche il quinconce allo Stellium sagittariano formato dal Sole, dal Nodo, da Giove e da Mercurio..per non dire della larga, ma presente, opposizione alla congiunzione Luna-Venere. Insomma potrei azzardare una diagnosi di tumore alla testa (Plutone lesissimo, cellule cancerogene, in prima-Ariete-testa), senza pensare di aver forzato i termini..Un Plutone che va studiato bene per comprenderne bene il significato...: ripeto non credo che si tratti di una persona solamente compassionevolmente interessata alle sorti dei suoi fedeli e della Chiesa come i fatti finora dimostrati sembrano suggerire.. C'è un demone, Plutone, o dentro di lui o contro di lui...mettiamola per ora così..!! La Curia Romana in questo senso non scherza, certamente politicizzata come sappiamo e piena zeppa d'interessi economico-finanziari anche malavitosi che quel Plutone rappresenta a perfezione è assolutamente in grado di attaccarne la reputazione o addirittura condizionarne la forza penetrativa qualora si sentisse, come chiaramente si sta sentendo, attaccata nelle sue fondamenta...L'avviso al Papa quindi, da parte di Padre Amorth ne significa un chiaro avvertimento..., come dire: fermati, non andare oltre, altrimenti rischi grosso se continui ad attaccare..la Curia..; o, come tutti o quasi, lo hanno inteso essere un avviso bonario..di un confratello, cioè, stai attento, c'è qualcuno che sta tramando nell'ombra..per farti del male.. La lettura dei fatti può essere questa, lascia aperte queste due possibili soluzioni: è ambivalente, almeno sembra..e il dubbio sembra poter restare tale..!! Ma..., c'è sempre un ma, come detto, quando c'è Plutone di mezzo...

La domanda vera da porsi..quale sarebbe secondo voi...? Padre Amorth, l'esorcista più famoso del Vaticano, con quella dichiarazione voleva avvisare il Papa, avvertire il Papa (proprio come il capoquestore..) o, udite udite, ed ecco la sorpresa astrologica, ha parlato da esorcista...? Che significa direte..?

La mia sottolineatura è che Amorth, il Toro, quindi tradizionale, con quella dichiarazione non avvisava, ne avvertiva il Papa ma il popolo (inteso eufemisticamente..) sulle problematiche di potere di questo Papa gesuita: altrimenti perchè ha parlato un "esorcista", in più del suo calibro..? Chiunque in Vaticano avrebbe potuto sapere la notizia di un attacco serio al Papa. Un esorcista che parla significa ben altro...che dare una notizia..!! Un esorcista...esorcizza...

Roma 13. 11. 2013                                  Claudio Crespina

 

La redazione e il dr.Crespina in primis, si ripromettono di analizzare in profondo, per quanto è nelle loro ristrette possibilità, tutta la vicenda, fatto fermo comunque il concetto che il Papa Francesco, rischia problematiche serie, senza alcun dubbio aldilà delle parole e delle dichiarazioni di questi illustri personaggi. Il Laser astrologico ci consegna un moto planetario agitato nei confronti dell'Ascendente cancerino del pontefice..,ma ad un'analisi attenta non si può escludere dall'allusione pericolosa, neanche l'altro pontefice, in realtà ancora vigente in Vaticano: Joseph Ratzinger. La sua quadratura radix, Plutone-Luna tra quarta^ e settima^ casa, a 13° Granchio l'uno, e a 14° Bilancia l'altra, sarà innescata anch'essa dalla Grande Croce Cardinale in atto: moto peraltro già in azione, attivato sia dal transito attuale di Giove in Granchio congiuntosi al suo Plutone e quadrato alla Luna, che da Urano opposto alla Luna e quandrato a Plutone..Insomma un momento delicato notevolmente per entrambi, non c'è che dire...Ma come detto approfondiremo la questione..!!! Non lasciandovi però senza dirvi questa ulteriore  "curosità"...trascritta direttamente dal fondatore del sito..

Sapevate che 1978 fu l'anno terribilis della Chiesa cattolica Romana...: fu chiamato l'anno dei tre Papi.? Non lo sappiamo se ne siete a conoscenza, ma lo fu eccome. In Realtà fu un anno assurdamente violento in quanto ad accadimenti a tinte fosche, e non solo per la Chiesa, che dovete annoverare la morte ravvicinata di due Papi (Paolo VI° a 80 anni, Giovanni Paolo I° dopo 33 giorni, e l'elezione del terzo Papa, Giovanni Paolo II°, al secolo, Papa Wojytyla, il papa polacco. Altro shock per il primo pontefice  non italiano dopo 455 anni... Il mistero, ancora irrisolto, su quella morte improvvisa di Papa Luciani (l'unico a cui riconosco la santità spirituale ...per il rispetto dell'uomo di religione: se ha mai un senso comunque conferire a qualcuno la santità, parola certamente di etimo trascendente, quindi inadeguata a spiegare meriti umani, ma tant'è...), che avrebbe consacrato quel 1978 come l’anno dei tre Papi....La cosa si potrebbe ripetere...??

 

                    Roma  13.11.2013

                 © tutti i diritti riservati                               Claudio Crespina ilNadir

 

BIBLIOGRAFIA e SITOGRAFIA 

Si ringraziano Daniela Rocca e Rosita Signorelli per gli approfondimenti su Plutone e Saturnello di cui non conosciamo il vero nome ei tanti citati direttamente nell'articolo.

 

 

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir