LE DIMISSIONI DI...CRISTO...!!!

Ratzinger e il principio della sincronicità: de Gloria Olivae....!!!

"La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito.
 
È l'oppio dei popoli."   

K. Marx

OZLa maggior parte di noi una volta o l’altra ha avuto modo di sperimentare alcune "coincidenze inusuali", così sconcertanti che ci hanno costretto a domandarci quale fosse il loro possibile significato o scopo. Come l'incredibile episodio-"coincidenza" riferito al film capolavoro “Il mago di Oz” del 1939: la storia della vecchia redingote, che divenne abito di scena,  che molti conosceranno: l’attore Frank Morgan decise di non usare il costume che gli aveva offerto la casa cinematografica per la sua parte. scegliendo invece personalmente il suo guardaroba, tra i tanti abiti di seconda mano collezionati negli anni dal dipartimento costumi della M.G.M.  Optò per una vecchia redingote che alla fine gli servì come abito di scena durante le riprese del film. Passò del tempo e, un giorno, Morgan stranamente rovesciò l’interno di una tasca della redingote scoprendo così il nome “L. Frank Baum” cucito dentro la fodera. Come più tardi confermarono le indagini, la giacca originariamente era stata disegnata per il creatore della storia di Oz, cioè L. Frank Baum ed era poi rimasta, per tutti quegli anni, nella collezione di abiti della M.G M.....Questi strani avvenimenti hanno forse un qualche intendimento più profondo per le nostre vite? O sono semplici eventi casuali, rigorosamente spiegabili attraverso processi statistici e teorie della probabilità, come la maggior parte degli scienziati moderni vorrebbe sostenere?..Una coincidenza si dirà ignorantemente, ma oggi con l'avvento della realtà quantistica non è più sostenibile una simile ipotesi come unica spiegazione possibile, anzi...
Per spiegare il funzionamento di tali fenomeni Jung teorizzò l’esistenza di un principio o legge di natura piuttosto diverso da quello normalmente descritto dalla fisica convenzionale. Mentre la maggior parte dei fenomeni visibili nel nostro mondo sembra accadere in modo lineare, di causa ed effetto, come le tessere del domino che cadono una sull’altra, gli eventi sincronici sono “acausali” in quanto sembrano legati da modelli archetipali più profondi, piuttosto che da forze lineari. Per esempio, la presenza della redingote di Baum sul set del film non causò in nessun modo la realizzazione del film stesso né la realizzazione del film causò la presenza della giacca – essi semplicemente erano espressioni duali della stessa matrice di significati che si rivelava. In questo modo Jung postulò due tipi primari di relazioni acausali: tra due o più eventi esteriori nella vita di una persona o tra un evento esteriore ed uno stato psicologico profondo.. A tutt’oggi il mistero della sincronicità rimane irrisolto o meglio non precisamente compreso.. Mezzo secolo più tardi di quando fu introdotto per la prima volta (1952) ci troviamo ancora essenzialmente lontani dal disvelare il meccanismo profondo che sottostà al concetto junghiano. Perché? Forse abbiamo guardato nella direzione sbagliata, per avere una risposta... Potrebbe essere, in altre parole, che abbiamo affrontato questo problema troppo da vicino, per osservarne i particolari, perdendo così la visione globale...?  Per analogia consideriamo la celeberrima parabola dei "5 uomini ciechi e dell’elefante"..: cinque uomini non vedenti si imbatterono in un grosso elefante e ciascuno di essi cercò di determinarne la vera natura, dalla sua limitata prospettiva. Per quello che poteva afferrarne solo la proboscide,esso assomigliava ad un grosso serpente, mentre per colui che poteva tastarne solo le gambe esso appariva come un albero e così via. A causa del loro punto di osservazione parziale, nessuno di loro poteva davvero cogliere la vera natura di un tale animale, appropriatamente comprensibile solo da una prospettiva più ampia e globale.
Similarmente potrebbe essere che focalizzando la nostra attenzione interamente sui fenomeni di coincidenze isolate, stiamo esaminando solo una piccola parte di una più grande realtà. Scoprire il significato della sincronicità può richiedere un passo indietro e la visione di questo problema in una luce completamente diversa: forse perfino all’interno del contesto di una cosmologia totalmente differente...
Vi chiederete il perchè di questo preambolo, ma è semplice, meglio, è LE DIMISSIONI DI...CRISTO...!!!relativamente semplice ... Se ragioniamo come i 5 ciechi della parabola sulla questione delle dimissioni di Ratzinger, probabilmente faremo lo stesso errore.., comesso da loro, cercandone i motivi, ognuno, secondo la propria preparazione religosa, politica, teologica, atea, psicologica, finanziaria, storica ecc, e, come quegli uomini non vedenti, interpreteremmo immancabilmente male o, comunque inadeguatamente, le dinamiche di tale decisone di valore epocale ...in quanto la analizzeremmo in modo solo relativo all'osservatore, e, si sa, per il principio d'indeterminazione di Heisenberg, che l'osservatore condiziona l'osservato..... !!! Abbiamo bisogno, pertanto di una visione-altra, di un'analisi approfondita che ci possa permettere di capire meglio quell'evento straordinario , aldilà delle notizie mediatiche e di facciata che si stanno rincorrendo giorno per giorno, ora per ora, senza soluzione di continuità, nelle orgie degli scoop dei notiziari giornalistico-televisivi e della rete, sul Vaticano e i suoi rappresentanti, sia dalla voce ufficiale, sempre poco attendibile, che dalle tante, direi troppe, "gole profonde" che solitamente fuoriescono in questi casi, particolarmente sconcertanti e indecifrabili, se lette unicamente con la sin troppo facile  logica del complotto....tout court. Sono abituato, per "difetto" professionale, più a "vedere", a leggere le simbologie, a tradurle e a decodificarle, secondo i loro aspetti logici e geometrici, impersonali se vogliamo, ma certamente significativi, in quanto si basano sulle teorie acausali sincronicistiche che non possono essere infuenzate dalle riflessioni giornalistico-mediatiche, perchè si riverberano acusalmente e universalmente tramiite connessioni interplanetarie (come astrologia docet.), che, a seguire pedissequamente ciò che viene "in-stallato", come fosse un microchip, nella mente prima e nella memoria poi della gente, attraverso il susseguirsi infernale delle continue notizie, spesso anche contrastanti tra loro, in nome della cosiddetta "libertà" d'informazione, emanate dalla sapiente regia delle fonti istituzionali dello Stato e del Potere.. A miglior suffragio delle mie asserzioni vorrei che vi soffermaste su questo mio dubbio amletico (che poi tanto amletico non è…) e vi chiedo, se secondo voi sia mai possibile che il maggiordomo del Papa, Paolo Gabriele, possa aver trafugato documenti riservatissimi dalle stanze di sua santità…?? Il logico motivo può essere solo per ottenerne dei chiari vantaggi economici….immagino.  Mi chiedo e vi chiedo, chi di voi metterebbe a repentaglio una carriera di quella portata, che, pur se può sembrare a prima vista di poco conto, in quanto in sintesi si tratta di fare il cameriere, ti mette però in contatto diretto addirittura con il papa e la sua privacy…e non è certamente cosa da poco..?? Non credo che chi svolgesse quel ruolo vivesse in ristrettezze e comunque quel contatto, così altisonante, immagino essere  garanzia di qualsiasi aiuto…economico o non che sia.. in caso di bisogno…!! Qualsiasi cifra non avrebbe coperto quel ruolo così vantaggioso a nessun livello, io credo. D’altronde sarebbe dovuto scappare in qualche paradiso fiscale (meglio dello stato del Vaticano credo non esserci nulla nel mondo) prima che si fosse scoperto lo scandalo e magari camuffare i suoi connotati…ma, restando,  sarebbe stato inevitabilmente accusato della sparizione dei documenti, come è regolarmente avvenuto, direi inevitabilmente…, anche se poi il Papa lo ha perdonato…dalla pena detentiva…!!! Questo per dire che il cosiddetto Vatileaks termine che si riferisce ad una serie di scandali scoppiati nella Città del Vaticano nei primi mesi del 2012, tra cui questo dei documenti trafugati… ,(termine peraltro coniato da padre Federico Lombardi, direttore dal 2006 della Sala stampa della Santa Sede) non mi convince affatto come una possibile concausa della decisione di abdicare di Ratzinger…., come peraltro tutte quelle che giornalmente sento dire dai vari telegiornali che, tra l’altro, non si saprebbe poi come possano essere informati seriamente dei vari complotti che come tali dovrebbero essere tenuti nascosti anche a chi ne fa ...parte !!!  Lo Stato Vaticano stesso è ampiamente conosciuto nel mondo per il suo riserbo, per il suo conservatorismo circa l'impenetrabilità delle informazioni, storicamente mantenuto nei secoli, attraverso omertà e segretezza dei suoi rappresentanti di qualsiasi grado e occupazione, che raramente hanno superato le soglie delle sue mura circondariali...Insomma non credo che Ratzinger si dimette per le violente accuse al Vaticano di questi anni e di conseguenza al suo mandato, stanco di subire conseguenze non solo sue....ma comunque esistenti già da parecchi anni, se non millenni: un sole in Ariete in prima casa, per quanto ascendente Pesci, non lascia per stanchezza .."morale", ne per vecchiaia...Ma questa è una ipotesi semi-astrologica in quanto è legata sostanzialmente ad una prima analisi politico-mediatica....dei fatti che corrono sui fili dell'informazione..       .
Parlare di complotto, che ormai, per come è ridotto il Vaticano, trafitto dagli scandali appunto politico-economici dello I.O.R. che è la sua banca d'affari (di cui si è eletto pochi giorni fa il nuovo rappresentante, il tedesco Ernest von Freyberg nato il 26 ottobre del '58, quindi Scorpione prima decade, (Saturno da pochi mesi sulla decade, a dimostrazione che non è necessariamente, come sistematicamente si dice, un pianeta negativo tuout court)   
che proprio un santuomo non deve essere, tra i principali esponenti del ramo tedesco dei Cavalieri di Malta, cioè massoneria, ma era l'uomo proposto da Ratzinger...sembra !!! La scelta non è infatti ricaduta sul candidato quasi certamente preferito da Bertone, il belga Bernard de Corte...) e da quelli invasivi e sconcertanti dei preti pedofili ampiamente coperti negli anni dalla sede pontificia...e da chi la rappresenta, che si è macchiata certamente di orrendi crimini, non solo direttamente perpetrati nei secoli, ma anche grazie alla sua sapiente regia omertosa e d'insabbiamento che ne ha consentito di rinviare i processi e le conseguenti dure responsabilità.. (a volte ab aeternum..), sembra quasi inutile, non fa più notizia, (meglio non SPIEGA SERIAMENTE LA NOTIZIA), affondare il coltello della Verità nella pancia di questo mostro antico che sarebbe in fase di decomposizione sottoposto com’è ai durisimi colpi della “Storia”….!!! Come vuole Plutone in Capricorno , (ampiamente anticipato dai miei articoli, contro lo scetticismo culturale che mi rispondeva opponendosi all'impossibilità del crollo di un Vaticano...), che sta agendo come il Cristo coi mercanti nel tempio, distruggendo con veemenza tutte le strutture obsolete e compromesse, proprio come ormai inevitabilmente lo è la casa del Vaticano che, senza un cambiamento nevralgico, una sterzata significativa, crollerà definitivamente sotto quei colpi, perchè senza ombra di smentita alcuna ha perso l'anima del suo vero mandato eucaristico... originale...per il quale era stata fondata…
Quindi ci serve una visione alta e altra, sincronicistica appunto, per vedere aldilà delle cose che ci vengono proposte da un mondo perverso e sconnesso dalla realtà sincronica in cui siamo invece immersi. C'è un chiaro interesse, da parte delle lobby del potere ecclesiastico, a non far "vedere", a non far "capire": per questo io difendo, con tutte le mie forze, l'autentica anima astrologica, unica vera matrice che ci consente di leggere nell'universo superando tute le barriere conoscitive che vengono anteposte alle nostre coscienze.. ASTROLOGIA COME UNICA SCIENZA, fra la divisione storicamente e istericamente imperante delle scienze. E' l'unica infatti che può leggere il sacro e il profano, il materiale e l'immateriale, la terra e il cielo, senza scinderli...., tramite la sua lente profonda, la sola capace ad agire con le sue metodiche la sincronicità di cui sopra, è l'unica peraltro che può dimostrarne l'esistenza (qualora i signori astrofisici ci degnassero della loro attenzione e non del loro pregiudizio..cieco sia mentalmente che fisicamente), altrimenti non si spiegherebbero le possibili previsioni legate ai transiti planetari che determinano lo spirito del tempo quando sono c.g. centro galassiarappresentati soprattutto dai cosiddetti pianeti lenti: Saturno, Urano, Nettuno e Plutone, che con le loro sinergie interplanetarie “informano” sincronicamente, la nostra mente con quella universale, senza soluzione di continuità,  e per non  contare gli eventuali altri mondi in paralleli “multi versi”....ma questa è un'altra …storia, con cui, presto, dovremo però confrontarci tutti..., agendo intanto, come sto già facendo da alcuni anni, (studiandone approfonditamente le possibili connessioni astrologiche collegate alle pressioni metapsichiche delle visioni aliene in senso lato, -abduction, oopart, oobe e sogni, incubi-  presenti in persone "sollecitate" psicologicamente), il significato del Centro Galattico , vera energia della nostra galassia: la Via Lattea, in cui si estende il nostro sistema solare. Energia primaria quella del C.G. che, come vedremo nell'analisi specifica, si applica in modo decisamente significativo nel Tema Natale di Ratzinger....avendo il suo Mediocielo di nascita esattamente congiunto al C.G.. a 25°Sagittario.. e per la mia esperienza di ricercatore incallito, posso dire che gli Oroscopi in cui questo punto risulta congiunto a pianeti (natali o progressi), segnalano individui o istituzioni che detengono il potenziale per causare grandi cambiamenti nella direzione dell’evoluzione umana...Inutile sottolieneare la decisiva importanza della figura di un Papa in relazione alla evoluzione dell'umanità.. Per questa ed altre ragioni, vorrei dire, con tutta la dovuta cautela, che la sostanza della sincronicità sta molto meno nello studio dell’acausalità, come lo ha impostato decisamente Jung, che in una più piena comprensione del significato, che va svelato non attraverso gli strumenti della scienza ma attraverso quelli dell’indagine filosofica ed ermeneutica...La sincronicità e l'analogia,  potrei dire, vivono un po in loro la differenza che c'è tra chi fa il politologo e chi fa il politico: differenza abissale in realtà che va letta con le giuste lenti, d'ingrandimento magari,...altrimenti sembrano essere la stessa cosa, ma come si sa, sono lavori profondamente diversi...  
Proprio come gli studi di astrologia ed esoterismo, di metafisica e paranormale, di ipnosi e regressione, di divinazione e illuminazione che comprendono appieno lo scopo delle coincidenze significative, possono richiedere niente meno che una “teoria del campo unificato” che incorpori soggetti tanto diversi quali la geometria sacra, la teoria delle corrispondenze, la psicologia dei chakra, la teoria dei numeri e una cosmologia multilivelli, per elencarne solo alcune. Solo all’interno di una più ampia struttura offerta da una scienza "sacra" e dalla scienza del Sacro per eccellenza, come ceramente è la sintesi astrologica, possiamo davvero sperare di carpire ...l’intero elefante della sincronicità, così com’è, e non semplicemente uno dei suoi complementi isolati, come ci accade di trovare fortuitamente in occasione di qualche coincidenza di rilievo....
PERCHE' ABDICA RATZINGER...? QUALI SONO I MOTIVI DELLA SUA DECISIONE...?
È necessario comprendere che la religione non è chiamata a schiacciare nessuna creatura, bensì ad offrire a tutti la chiave della trascendenza. Purtroppo la storia è piena di eventi terribili, in cui le persone sono state uccise e torturate per le loro credenze. La triste realtà che la storia ripete nel suo manifestarsi, è che la religione senza coscienza finisce sempre per crocifiggere il Messia . Il nostro storico è imbottito di spiritualismi alienanti, sostenuti da molti tipi di programmi chiamati fede, che si basano sulla paura e su un dio di parte. Una vecchia vedova, alla fine della guerra: “Dio è stato molto buono con noi: abbiamo pregato senza sosta…e tutte le bombe sono cadute dall’altra parte della città!”....!!! (Antony de Mello). La Chiesa cattolica è un incrocio tra un’antica monarchia feudale e un moderno partito politico. Svolge il ruolo di ideologo collettivo per conto della grande borghesia . Per questo compito reazionario utilizza, oltre al personale laico, un apparato di oltre 400mila preti (metà dei quali concentrati in Europa), 750mila suore ecc. Solo negli USA più di un milione di persone lavorano per la Chiesa. Si finanzia in prima istanza in tre modi: con le donazioni in denaro, in natura e in lavoro volontario; con la rendita delle sue vastissime proprietà immobiliari; parassitando alcuni Stati, in particolare la Repubblica Italiana. Questi canali tuttavia sono sempre più ostruiti.  Il calo delle vocazioni ha costretto la vaticano il nadirChiesa europea a una massiccia importazione di religiosi dal Terzo Mondo. La percentuale di cattolici nel mondo è stagnante al 17%, ma questo nasconde una forte riduzione qualitativa dell’adesione ai precetti religiosi e alle liturgie, che si traduce in donazioni meno frequenti. Solo una minoranza dei cattolici va a messa ogni domenica; in Italia nel 1995-2000 il 48% degli adulti cattolici dicevano di andare in chiesa settimanalmente, nel 2005-2008 la cifra era scesa al 36%. Sarà per questo motivo che ieri, 21 febbraio, la chiesa tedesca ha votato affermativamente per l'uitilizzo della pillola del giorno dopo in caso di stupro...: immaginate che sforzo hano dovuto fare, per ammettere come corretta religiosamente, una mormale prassi civile e di buon senso nei confronti di esseri umani stravolti senza la loro volontà.... 
Per la prima volta (sarebbe la seconda in realtà se consideriamo Celestino V°) nella storia della Chiesa Cattolica, un Pontefice abbandona il suo mandato prima del tempo per dedicarsi alla preghiera . Ma come mai? Che cosa è successo? Nonostante le spiegazioni dell’entourage del Pontefice il caso delle dimissioni del Papa è un vero e proprio .. "mistero". A leggere, come dicevo, i media c'è tutto e il contrario di tutto: qualcuno ha addirittura parlato di vicende giudiziarie che avrebbero scosso la Chiesa dalle fondamenta. Benedetto XVI dal canto suo fa sapere di essere sereno e tranquillo: la sua è solo stanchezza. Ci sarebbero problemi legati a sesso e carriera, con conseguente serie di ricatti in Vaticano, dietro le dimissioni di Papa Benedetto XVI. Lotte di potere e denaro che vengono svelate in un rapporto segreto con i risultati di un'inchiesta, sul neo nominato "Vatileaks", consegnato da tre cardinali al Papa. E c'è chi ipotizza anche la presenza di una lobby gay. Certo è che per Benedetto XVI, già operato al cuore tre anni fa, i problemi sono stati tanti. Forse troppi. Il caos legato a Vatileaks, condotto dal cardinale Julian Herranz, 83 anni, lo spagnolo dell'Opus Dei, è stato un colpo durissimo. La fuga di notizie, le carte rubate dal suo appartamento e così via. Fino alla scoperta che ha sconvolto: una rete trasversale accomunata dall'orientamento sessuale . In una seria crisi, come quella che sta imperversando sul globo terracqueo, la religione rappresenta per molti una certezza cui aggrapparsi; ma se neanche un Papa è più certo di restare al suo posto fino alla morte, tutto vacilla. Il sorprendente annuncio di papa Benedetto XVI avrà effetti drammatici inevitabilmente sulla coscienza di 1200 milioni di cattolici...., che sarebbe ora, dico io, che aprissero gli occhi della mente e della coscienza..!!! Se ci aggiungiamo poi la concorrenza di altre religioni e la crescente ostilità dell’opinione pubblica verso privilegi come l’8 per mille e le esenzioni ICI (che esistono anche in molti altri Paesi), mettono le entrate ecclesiastiche sempre più a rischio. Il Vaticano dipende dunque sempre più dal reinvestimento dei suoi capitali in operazioni finanziarie, compiute approfittando della possibilità di trasformare il microStato d’Oltretevere in un paradiso fiscale e in un porto franco per il riciclaggio internazionale....
Lo strumento di queste spericolate operazioni è lo IOR , del neo eletto Ernest von Freyberg, una banca privata controllata dal papa. Questa banca sorse nel 1929, (praticamente all'alba della grande crisi di Wall Street), dalla necessità di amministrare in modo efficiente il flusso di capitali proveniente dallo Stato fascista alle casse vaticane in seguito ai Patti Lateranensi... Dal 2010 (Grande Croce Cardinale...) sta scoppiando una serie di scandali che dipingono lo IOR come sponda preferita delle operazioni sospette di almeno dieci grandi banche italiane. Il precipitare della crisi economica ha prosciugato la tolleranza degli enti di vigilanza verso lo IOR che agisce nella totale deregulation papale, senza tasse e senza rispettare le norme internazionali. La situazione, per chi non lo sapesse, è arrivata al punto che a inizio 2013 BankItalia ha fatto spegnere per alcune settimane i bancomat di Città del Vaticano...per chi non lo avesse saputo...!!!  
Mi sembra che uno stravolgimento dei poteri costituiti per realizzare una nuova via di crescita che io spero spirituale (ma non so se potrà realizzarsi a breve...!!!), un'innovazione degli antichi e potenti vescovadi vaticanensi sia perfettamente in atto, agita tramite la conferma più clamorosa che si potesse avere : la DIMISSIONE DEL PAPA ...!!!  Il lungo elenco dei motivi sopracitati, tutti peraltro ampiamente pertinenti a far si che si perdano i requisiti per regnare serenamente nei 440mila metri quadrati dello Stato della Chiesa...che ha come centro teologico-spirituale la figura del Cristo, che bisogna ricordare, NON SCESE DALLA SUA CROCE ...Croce che era decisamente più devastante sia corporalmente che spiritualmente di quella che semmai sopportava il papa tedesco...!!!     
La quadratura in atto dal 2010 (che si protrarrà ininterrottamente fino al 2015) tra Urano in Ariete, tra l'altro segno zodiacale del Papa, e Plutone in Capricorno della cui potenza esplosiva, ne ho parlato approfonditamente da oltre tre anni in molti dei miei articoli, è la configurazione principale di riferimento per capire lo spirito del tempo..tramite l'archetipo preciso, che il loro allineamento nell'attuale quadratura crescente, sta installando nelle coscienze della gente.ed anche evidentemente in quella del Papa e della sua decisione.... Inutile dire che per il sistema planetario il Papa equivale un qualsiasi essere umano, sottoposto alle stesse leggi di risonanza sincronicistica che coinvolgono noi umani e l'universo..in un tutto unito e unico...Anche in politica, come accennato all'inizio, a veder attentamente, sta agendo lo stesso archetipo prometeico (Urano) - dionisiaco (Plutone), di liberazione dal conservatorismo del passato, con la fulmine-a-san-pietrodistruzione dei partiti vecchi e dei loro corrotti rappresentanti, tramite l'esplosiva e, per certi versi sorprendente, ascesa del "movimento 5 Stelle" di Grillo, che, mentre scrivo l'articolo, sta riempiendo a Roma la piazza, San Giovanni,  fino a ieri  casa storica dei comizi e dei movimenti della sinistra e dei sindacati, i cui rappresentanti ormai, considerati corrotti e venduti, non sono più accettati come leaders popolari..., sostituiti, nell'immaginario collettivo del popolo, proprio dalla verve politica innovatrice, direi prometeica, del Granchio-Gemelli Beppe Grillo...(supererà il senza dubbio il 20% su base nazionale.. e, vedrete, sarà il vero vincitore di queste elezioni 2013..) 
Una Chiesa-banca  può saltare come saltano le banche in tutto il mondo   . Una Chiesa che parla una lingua anacronistica quando si tratta di diritti civili e di uguaglianza sociale, ma che sembra capire benissimo il linguaggio del potere e dei derivati finanziari, può perdere rapidamente il suo bacino ancora ampio di consensi. L’apertura di divisioni al suoi vertice su oscure questioni di potere le farà perdere credibilità e prelude a scismi, sia a destra come i lefebvriani, sia a sinistra come i teologi della liberazione... Nel Suo Testamento Gesù dice "Crolleranno tutte le Chiese, non avrete più bisogno di Maestri, perchè scoprirete che Dio è nel vostro cuore," e Gesù era venuto in terra per portare la religione dell'Amore, che è l'unica vera e possibile. Questo le religioni hanno fatto: negare questa verità, per proporsi come unico ponte con Dio....facendosi monolpolio di verità assolute senza agirle sul campo..della disponibilità e della generosità...
Delle ragioni che hanno spinto Ratzinger a dimettersi, possiamo già fare un’enciclopedia, tali e tante sono le illazioni, le ipotesi, le “rivelazioni” di siti, giornali e TV. Il Cardinal Sodano ha parlato di “fulmine a ciel sereno”, e per "sincronicità" appunto è caduto un fulmine sulla cupola di San Pietro , che a chi interpreta i segni, come faccio io, (avendolo parafrasato anch'io, il fulmine...,  nel mio articolo previsionale del 2011, sulle eventuali dimissioni del papa, regolarmente accadute..) che insegno da anni nell'Analisi Astrologica del Nadir, la tecnica per interpretare ciò che accade, e non solo ciò che accadrà, non può che avere un funesto significato, come l’ira di Dio per i mercanti che hanno invaso il Suo Tempio....o comunque, ad essere benevoli, è un ultimo avviso prima del giudizio universale (ricordate il film indimenticabile di De Sica del 1951, "Miracolo a Milano"..) a cui saranno certamente sottoposti in primis, chi ne presiede i sacri crismi...!!!  Ed a seguire le vicende che affiorano dal Vaticano oggi, lotte intestine, riciclaggio di denaro sporco, rapporti occulti con i centri del potere mondiale, pedofilia, tanto per fare qualche esempio, c’è soltanto da meravigliarsi che quel fulmine sia stato per ora soltanto un segno, e non abbia già fatto crollare rovinosamente la Chiesa di Roma...  Il papa-re è nudo.  Secondo le mie previsioni astrologiche, sugffragate dal passaggio del Plutone iperuranico che spazzerà via il marcio del vecchio estinguendolo, coadiuvato dal Nettuno spiritualizzato ai suoi massimi valori nella sua casa di governo, da un anno in Pesci,  che provvederà a "ripulire" i rifiuti inorganici dello sventramento plutonico, innestando principi di nuova spiritualità nelle nuove istanze religiose che risorgeranno dalle ceneri di questa inevitabile distruzione legata alla sempre più popolare rivendicazione dell’esproprio delle proprietà ecclesiastiche, dell’interruzione delle sovvenzioni statali alle Chiese, della cacciata dei preti dalle scuole pubbliche. L’odio che sta montando tra i giovani e i lavoratori verso i mercanti nel tempio potrà trovare un’espressione positiva nella lotta contro tutti i mercati finanziari e non e contro tutti i templi religiosi e non.... La crisi del capitalismo è anche la crisi dei suoi puntelli ideologici. Nessun nuovo Papa potrà trovare un’uscita da questo vicolo cieco se non sarà in grado si smuovere veri motivi religiosi e non politico-economici. La religione, un formidabile fattore di stabilità per il sistema, può diventare un fenomenale elemento di disordine e di sconcerto. .., legata com'è indissolubilmente alla fine del Vaticano e della sua potenza "infernale"...!!! I tempi sono maturi, ed entro questi prossimi anni, legati ala quadratura iperuranica, si realizzerà il crollo delle potenze religiose....così come le conosciamo.... 
PROFEZIE O SINCONICITA'  PLANETARIE
Poscia ch'io v'ebbi alcun riconosciuto,
vidi e conobbi l'ombra di colui
che fece per viltade il gran rifiuto. »
(Dante Alighieri, Divina Commedia: Inferno, Canto III, 58/60)

Quando ci sono le elezioni l'Italia si blocca, ha detto Crozza a Sanremo, quando c'è Sanremo l'Italia si blocca, e come non bastasse è pure nevicato. Figurarsi come tutto si blocchi quando un Papa abdica. Siamo sommersi e infranti da un'ondata di eventi eccezionali che, per accumulazione, sembrano eccezionali anche quando magari eccezionali non sono affatto ironicamente parlando.. Non è per niente inusuale, infatti, che dei banchieri intrallazzino con soldi non loro, allo scopo di metterli nelle proprie tasche (singolare è, piuttosto, che vengano scoperti). Non è strano neppure che, sotto elezioni, i magistrati procedano a frenesie di arresti, non si sa se di colpevoli o innocenti, si vedrà dopo: l'importante è arrestare per dimostrare trasparenza anche chi non è il vero colpevole.... Insomma, a ben vedere, di eccezionale non è accaduto proprio niente, se ci regoliamo su queste notizie tranne la rinuncia del Papa... La pioggia di meteoriti in Russia, l'asteroide (che molti pensano essere Nibiru..) che è oltrepassato a distanza ravvicinatissima dalla terra, le storiche dimissioni del Papa appunto, i presagi sul futuro della Chiesa e dell'umanità con tanto di fulmine premonitore.., il meteo impazzito che sta imperversando in tutta l'Italia con temperature inusuali e pioggie torrenziali (il dramma di Catania sommersa da un nubifragio sottovalutato anche dalla protezione civile...) e tifoni di vento stravolgenti, assolutamente non consueti per le nostre latitudini meteorologiche (a Roma è esondato il Tevere.), le profezie dei Maya che,"scampato" il termine fatidico del 21 dicembre 2012 (ma, come ho detto più volte, siamo sicuri che sono stati fatti bene i conti...dell'anno di riferimento...?), indicherebbero l'avvento di un'era di trasformazioni epocali: una lunga catena di avvenimenti inquietanti e quasi concomitanti sta scatenando di nuovo sul web una vera e propria 'febbre da fine del mondo che sembrava essersi assopita durante le feste natalizie da poco trascorse.... Piogge di meteoriti, asteroidi in avvicinamento, dimissioni di un Papa...cosa succede al mondo..? E' la domanda che rimbalza sul web e sui social network...ed anche sulle tv nazionali. Ultimamente sembra che gli eventi straordinarì, o presunti tali, stiano prendendo il sopravvento, viene rilevato con una certa preoccupazione nelle discussioni online che chiamano in causa anche presunte recenti dichiarazioni dell'ex presidente russo Dimitri Medvedev, che avrebbe commentato l'incredibile incidente asserendo che il pianeta è vulnerabile, non solo l'economia, finendo di nuovo sotto i riflettori mediatici dopo le recenti esternazioni riguardanti la presenza aliena sul nostro pianeta.. Prima, a dicembre, quindi la profezia dei Maya, poi le presunte dichiarazioni del premier russo Medvedev, che tra l'altro, durante un fuori onda registrato in un programma tv avrebbe affermato di possedere una valigetta top secret con le prove dell’esistenza degli extraterrestri...!!!  
malachiaE come se non bastasse il fulmine a ciel sereno delle dimissioni di Ratzinger, proprio del pontefice che la profezia di San Malachia che identificava l'attuale papa al versetto latino ‘De Gloria Olivae’ dopo il quale si aprirebbe la strada ad un periodo di sconvolgimenti e distruzioni epocali..che sembra aver già preso quella china... Malachia O’Morgair (Armagh, 1094 – 2 novembre 1148), fu arcivescovo di Armagh, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica. La devozione dei fedeli gli attribuisce diversi miracoli e una visione riguardante l’identità degli ultimi papi, la cosiddetta Profezia sui papi. Venne canonizzato da papa Clemente III, il 6 luglio 1199. La Profezia sui papi è un elenco di 112 brevi frasi in latino che vorrebbbero  descrivere tutti i papi della Chiesa cattolica Romana a partire da papa Celestino II (eletto nel 1143) e fino ad arrivare ad un Papa di la da venire, descritto nella profezia come “Pietro il Romano”, il cui pontificato finirà con la distruzione di Roma e con il giudizio universale. Secondo questa profezia, a papa Giovanni Paolo II seguirà un altro Papa (De gloria olivae ), in punto materializzatosi come papa Benedetto XVI, e quindi Pietro il Romano (Petrus Romanus o Petrus Secundus). Su questa profezia si è molto dibattuto, per vari motivi l’ultimo papa, Pietro il Romano, secondo alcuni commentatori sarebbe stato aggiunto nel 1820, e non apparirebbe nell’elenco originale. Se così fosse, Malachia avrebbe indicato come ultimo il papa attuale....!!! La profezia è apparentemente basata su una visione avuta da Malachia durante il primo viaggio a Roma nel 1139. Avrebbe riportato per iscritto le visioni e consegnato il manoscritto a Innocenzo II, che avrebbe buttato la profezia fra i tanti documenti accumulati nell’Archivio Vaticano o l’avrebbe nascosta perché nessuno la leggesse. La profezia sul 112° papa, “Petrus Romanus“, appare particolarmente inquietante perché presagisce la fine della Chiesa e la distruzione di Roma dopo l’ascesa al soglio pontificio dell’ultimo papa... !!! La profezia perduta sul Papa nero è nella tradizione popolare romana: la profezia sull’elezione di un papa nero trae origine dal motto perduto “Caput nigrum” della profezia di Malachia... Questo motto, andato perduto durante la trascrizione delle profezie, veniva prima o dopo quello del “De gloria olivae”...?ratzinger lo stemmaLa “profezia perduta” è stata tramandata oralmente per secoli ed è talmente radicata nelle coscienze dei romani che all’elezione di Giovanni Paolo II, nell’udire il nome del cardinal Wojtyla la folla esclamò “il papa nero!”...anticipandone i tempi e associandolo ad un papa straniero, dopo tanti italiani.. Ora bisogna sapere che nello stemma di Benedetto XVI è presente una "testa di moro" che nella tradizione bavarese è denominata “moro di Frisinga” o “caput ethiopicum”.  Il motto “Caput nigrum” potrebbe collocarsi prima del De gloria olivae, ed in tal caso si attribuirebbe bene a Benedetto XVI.. In tal caso, il De gloria olivae sarebbe il successore di Benedetto XVI, ed avremmo uno e non due papi prima della fine dei tempi.... Se la profezia di Malachia fosse vera, e se davvero ci fosse un Caput Nigrum prima di Petrus Romanus, essa si accorderebbe con una presunta profezia di Santa Ildegarda , che dice che negli ultimi tempi vi saranno due papi , il primo pochi giorni dopo l’elezione sarà ucciso (per gelosia da un cardinale che diverrà antipapa) e sarà succeduto dal secondo che è l’ultimo papa della storia, il più santo di tutti.... Ecco una strana "coincidenza" avvenuta nell'immediatezza dell'inaspettata notizia delle dimissioni papali, che richiama senza alcun dubbio quest'ultima profezia della Santa Ildegarda, in quanto, nella sala stampa vaticana, gremita di giornalisti, anch'essi chiaramente meravigliati e storditi dalla forza della notizia, si chiesero lumi sul significato della contemporaneità dei due prossimi papi viventi e Lombardi, portavoce vaticanense, rispose, come altro non avrebbe potuto dire, che Benedetto XVI dall'alto della sua saggezza e consapevolezza,  non avrebbe interferito sulla prossima figura del nuovo Papa, avendo declinato il suo impegno in piena libertà morale e spirituale, rimanendo comunque nelle mura della sua Chiesa a pregare per la pace nel mondo... Insomma  non c'è da star tranquilli, mi sembra,...a seguire ..santa Ildegarda..!!!
Le dimissioni del Papa sono un fatto storico di enorme importanza. Prima di lui altri casi in duemila anni, tutti molto chiacchierati. Certo, un Papa è il garante di certi equilibri del potere imperiale-cattolico, un enorme potere mondiale. Se si dimette è perché viene costretto da qualcosa o da qualcuno. Se va via è perché l’equilibrio che garantiva è crollato.  L’ultima volta, ufficiosamente, diciamo liberamente, è accaduto con Celestino V: il Papa dei templari e della Perdonanza che voleva rivoluzionare la Chiesa portandola via da Roma, innalzandola su un cristianesimo mistico e profondo e, credo che ne abbia pagato le durissime conseguenze di una morte "provocata".., a voler ben considerare quel buco presente nel suo cranio, contenuto nella teca della Basilica, fortemente esoterica, di ColleMaggio a L'Aquila, "miracolosamente" preservata dal crollo della cupola durante il terremoto fatidico del 2007, giustificato diplomaticamente con una malattia degenerativa..   Per passare dalla corruzione del potere, già allora imperante, – la “ecclesia carnalis” – ad un cristianesimo aperto, pieno di veri valori spirituali sul modello del Cristo: l’ “ecclesia spiritualis”. Ora cosa succede? Mai nella storia un Papa si è dimesso per banali quanto umanamente comprensibili motivi di salute. Mai e poi mai ce ne è stato bisogno: Papa Giovanni Paolo II secondo era ridotto al lumicino negli ultimi anni. In condizioni di gran lunga peggiori di Benedetto XVI. Ma non si è dimesso. Oggi una serie di operazioni, su tutti i livelli, non solo materiali, sembra sia stata condotta per far compiere un gesto così estremo al Papa. Un passo della Chiesa cattolica in direzione di un futuro oscuro avvolto nel mistero. Di questa storia inquietante qualcosa abbiamo visto lo scorso anno: qualcosa che è sembrato un gioco dei ricatti incrociati. La memoria torna al maggiordomo e al fiume di carte vaticane riservate che potrebbero aver preso il largo verso l’estero. Verso dove? Magari verso la Germania. O verso gli Stati Uniti d’America. Chissà...!!! E ingenuamente per questi livelli, mi domando, come quel giornalista nella sala stampa vaticana, come sia possibile conciliare sia spirtulamente, teologicamente, ma anche politicamente la presenza in vita di 2 papi...come se potessero coesistere due Spiriti Santi.....!!! C'è stata un'altra scissione di competenze...? C'è già stato il tempo di due papi viventi uno controllava l'Oriente l'altro l'Occidente...se non ricodo male...  L’ultimo papa ad abdicare ufficialmente prima d’oggi era stato Gregorio XII nel 1415 con l’obiettivo di ricomporre lo Scisma d’Occidente. Anche oggi sembra che all’origine della rinuncia papale si trovi una profonda divisione nella Chiesa.... da ricomporre.... 
benedetto XVIRatzinger  è il carnefice o la vittima...?? E' l'artefice primo della scissione materialistico-spirituale o è la vittima designata perchè opposto alla nomenclatura economico-finanziaria in sede vaticana..??? Forse questa è la migliore domanda che il laser astrologico dovrà sondare per capirne poi l'intelligence d'attuazione... 
Se poi le profezie diventano storia, beh, allora siamo diretti verso il baratro direbbe qualcuno e non verso la salvezza...anche se io, da esoterista convinto, non escludo mai il senso di certe profezie perchè le stesse spesso sono state effetuate tramite i transiti planetari...(come certamente Nostradamus docet...anche se avevano a disposizione nel sistema solare visibile solo gli astri fino a Saturno).  Quel processo, questa è stata la sensazione, è stato chiuso tappando tanto bocche… In cambio di cosa? Quali ‘giochi’ hanno portato allo scenario attuale? La Chiesa era ancora in parte un ostacolo al raggiungimento del super Stato Mondiale? Centrano forse i protagonisti del gruppo di Bilderberg..? Astrologicamente parlando quando si attiva Plutone sulle decisioni di qualsiasi evento , umano o collettivo, abbiamo sempre a che fare con qualcosa di torbido, di poco chiaro, di subdolamente nascosto: c'è truffa, c'è inganno, c'è copertura, c'è distruzione e decadimento.....da qui non si scappa...!!!  Da tempo, plutonicamente parlando appunto, "uomini in nero" si muovono astutamente nelle strade della Capitale del cattolicesimo. Mentre un vortice di esseri oscuri ne avvolge il Cielo. Appena qualche mese addietro, a Roma, centrotrenta potenti del mondo, (l'elenco inquietante dei suddetti è apparso su molti giornali e nel web, pieno dei rappresentanti del governo Monti e con Monti stesso...) coloro che decidono le sorti dell’economia e della finanza mondiale, si sono incontrati nella Citta Eterna. Era il 13 novembre del 2012. Si tratta proprio del cosiddetto Gruppo di Bilderberg, le cui riunioni sono sempre avvolte dal massimo della segretezza...
Di cosa si è discusso in questo vertice mondiale di governanti e banchieri di tutte le specie? Sicuramente dell’andamento economico del globo, dell’eurozona e degli andamenti economici di nazioni che non ce la fanno a stare al passo con la tabella di marcia imposta dai mercati, tra cui il nostro. Indiscrezioni raccontano, però, che, oltre a euro-questioni, durante l’incontro siano state affrontate anche tematiche legate alla politica italiana e alla “spina” vaticana. Secondo indiscrezioni, si sarebbe parlato anche di un eventuale commissariamento dell’economia dei Paesi più deboli della zona euro tra i quali, oltre alla Grecia e alla Spagna, guarda caso figura proprio l’Italia. Sarebbe stato puntualizzato come la questione della presenza della Chiesa cattolica, nel cuore delle questioni italiane, non sarebbe stata più rinviabile: quindi Ratzinger ... vittima!!! Siamo sicuri...di questa sentenza politico-finanziaria, che ripete la storia dei pontefici vaticanensi con l'ultima fine prematura, in questo caso si trattò di morte, del Papa che io considero come l'unico papa autentico: Albino LUCIANI eletto Papa, con il nome di Giovanni Paolo I, il 26 agosto 1978, morto in circostanze poco chiare, dopo soli 33 giorni di pontificato, che ricordano, quasi ad epitaffio, i 33 anni di vita del Cristo e come lui, pagando la scarsa simpatia per il vescovo Paul Marcinkus, numero uno dello Ior (Istituto opere religiose) evidentemente non è SCESO DALLA ...CROCE..!!! 
LOGICA ASTROLOGICA
Insomma: per dirla brutalmente, chi governa il mondo deve avere il proprio Papa.... Infatti, che la questione fosse tutta italiana è indicato dal fatto che l’incontro è stato organizzato proprio a Roma, dove i potenti del mondo hanno chiesto garanzie politiche ed economiche proprio ai banchieri di casa nostra, sempre disponibili e asserviti nei confronti delle lobby mondiali. Tutto questo, però, potrebbe portare al disastro l’Italia, esattamente dove stiamo andando economicamente e socialmente...  Il primo passo della conquista totale del potere temporale è asservire il potere vaticano al Nuovo Ordine Mondiale. Un grande passo da compiere nel cuore della capitale politica italiana. Una tesi portata avanti anche dal giornalista russo, Daniel Estulin, grande conoscitore del sistema di potere del gruppo di Bilderberg e, se si gurda bene il tema del Papa si vede come nel radix c'è un Plutone in Granchio in 4^,  che viene opposto nei transiti della dimissione con Plutone in Capricorno in X^: Un "miracolo" astrologico e mi spiego per chi non ha dimestichezza astronomica sui transiti planetari. Plutone per compiere l'intero viaggio zodiacale ci mette circa 250 anni, conseguentemente, per trovarsi all'opposizione di se stesso, regolandosi sulla circonferenza del cerchio, ci vogliono 125 anni circa. Pertanto tutti sanno che l'uomo ad oggi non vive quegli anni (magari ci si sta avvicinando...) per cui il miracolo di Ratzinger consistepluto vs plutone nel raro aspetto di opposizione di Plutone con se stesso, in quanto l'orbita in questione,  come le altre, non è perfettamente circolare anzi è decisamente ellittica, così da creare sbalzi di elongazione..che consentono queste differenze negli anni.  Questo aspetto, Plutone opposto a Plutone , così decisivo nei transiti, per l’importanza del pianeta in essere, relativi alla dimissione di Ratzinger, è determinante in quanto rappresenta un moto stravolgente sia fisicamente che psicologicamente, direi che lavora nell’inconscio come solitamente agisce Pultone:   Plutone è la morte della Morte opposto alla morte della Morte....!!! Una incisione potentissima nella vita di chiunque figuriamoci quando si è a capo della Chiesa più importante del mondo.. Inoltre il discorso è decisamente parlante perchè investe l'asse del potere realizzativo, dalla 4^ in Granchio alla X^ in Capricorno: dalla nascita ereditaria alla realizzazione vocazionale...nelle case 2^ e 8^, campi di erezione sessuale ma anche e sopratutto di valutazione del principio trasformativo degenerante che sfocia nella morte di qualcosa per la nascita di qualcos'altro... Mi viene da dire da manuale...!!! Beh questa versione è più di una semplice ipotesi a considerare i tempi che si stanno vivendo in tutte le latitudini, di fronte ai quali nessuno può più chiudere gli occhi, facendo finta di non vedere: siamo di fronte ad un cambiamento degenerativo, (o comunque distruttivo del vecchio modo d'intendere la vita,) di una asse intero del mondo...assistito dalle quattro Grandi Croci Cardinali che si sono susseguite ininterrottamente in questi ultimi 4 anni:2010,2011,2012 e 2013... Astrologicamente è più che sufficiente per capire che quando si muovono gli assi Cardinali, quelli che danno l'input agli eventi: c'è inevitabilmente uno spostamento dell'asse sia fisico che psichico dell'intera umanità che viene letteralmente trascinata e questo mi sembra assolutamente accertato sia nella gente che non trova una sua sistemazione ideale, che nelle nazioni che vivono gravi flessioni delle condizioni di vita... C'è una grande forbice, sempre più grande, tra i pochi ricchi del mondo, sempre più  ricchi e i tantissimi poveri, sempre più poveri, al punto che ormai la cosiddetta borghesia, o fascia sociale di mezzo, sta velocemente scivolando nella povertà ..e questo deterioramento civile e sociale non è un caso fortuito, dovuto ad una serie di politiche sbagliate di qualche primo ministro disattento, bensì sembra proprio essere un piano perfettemente concepito atto a destabilizzare il mondo così come lo abbiamo conosciuto in questo ultimo mezzo secolo, dal dopo guerra in poi...Troppi gli eventi  accaduti nel mondo in questi anni controversi che sarebbero .."casuali"...., appunto legati a qualche disattenzione, compreso l'atto dimissionario del Papa, che, se può essere considerato tecnicamente legittimo, in quanto inserito nel diritto canonico ecclesiastico, ne inficia la significanza spirituale, consentendo a chiunque abbia una posizione importante all’interno dello Stato Vaticano,  di creare condizioni limite per una eventuale dimissione per qualsiasi altro Papa.
Il Papa Ratzinger non era certo uno stinco di santo, si badi bene, (un Ariete non lo è mai, se è vero Ariete..) ma era comunque un baluardo del vecchio ordine, questo sì. Ed è l’ennesima vittima, se vittima è, (una vittima a cui è stato dato il contentino del piedistallo storico..) costretta alle dimissioni antistoriche (come in Grecia, in Itaia, in Irlanda e in tante altre parti della terra...) da un mondo di poteri e di potenti che vuole controllare tutto: assolutamente tutto..!!! Un papa quindi umano che perde la sua sub-stantia spirituale, un papa-nudo, come ho detto , che nel caso di Ratzinger significa esattamente l'abbandono del suo Ascendente pescino, legato ai principi religiosi della cristianità, per dar seguito al suo Sole arietino, vivificato dalle necessità marziali, quindi aderenti maggiormente all'uomo... Parafrasando Shakespeare , in particolare il brano del quarto atto del "Macbeth" in cui si trova una celebre citazione: “Nulla nella sua vita l’ha onorato come il modo col quale l’ha lasciata”... Chissà se il Papa la conosceva....Dal mio punto di vista, penso di condividerla se mi riferisco all’opera “visibile” (riferito all’impossibilità di sapere cosa avvenga nelle segrete stanze..)  di quest’uomo, troppo conservatore, e quindi certamente si può dire che nulla ha onorato il papato di Joseph Ratzinger come la sua storica decisione di lasciare l’incarico...che ne da tutta la sua dimensione arietina....a gurdare bene, senza lasciarsi prendere dalla fretta: non dimentichiamoci l’irruenza tipica del segno di fuoco e del suo Grande Trigono, anch’esso, di fuoco che segna indelebilmente il suo tema radix, toccando il vertice del Medio cielo congiunto al grado al Centro Galattico.
Quante sofferenze ha sopportato, e purtroppo dovrà ancora sopportare l’umanità a causa di anziani leaders che non volevano, e non vogliono, abbandonare il potere...e noi in Italia ne sappiamo qualcosa...!!!  Ma viene da chiedersi se l’indubbia scelta modernizzatrice e anzi rivoluzionaria di Benedetto XVI, ( Urano su Urano natale: altro aspetto determinante che parla delle decisioni improvvise inaspettate che portano ad un cambiamento decisivo) non abbia avuto anche un’altra motivazione, più personale, più .."egoica"...!!! Se fosse terminato con la sua morte, il papato di benedetto 3Ratzinger sarebbe probabilmente diventato una nota piè di pagina nei libri di storia del Vaticano: un papa di transizione, durato pochi anni, conservatore, come il suo ben più carismatico predecessore, grande teologo ma freddo nei rapporti umani, oltre che segnato da una serie di scandali e problemi che non ha saputo o non ha voluto gestire.. Diverso dal papa precedente quanto possono essere diversi un polacco da un tedesco, non ha mai saputo essere il capo carismatico che era diventato invece Papa Wojtila, e sicuramente la decisione dei cardinali di nominare un uomo così evidentemente diverso è stata una scelta voluta e non casuale, la conditio sine qua non per essere candidati al soglio papale: volevano un papa tradizionalista ma non troppo deciso e nemmeno troppo protagonista ..L'esatto ritratto cioè di un Ariete  ascendente Pesci.... Decidendo invece di dimettersi, agendo pertanto la fase arietina del suo Tema ("io sono il primo"...così pensano cocciutamente gli Arieti...), di lasciare il papato, Benedetto XVI si è assicurato un piedistallo nella storia, e che piedistallo : non succedeva niente del genere da 600 anni, nell’era moderna non era mai accaduto, in sostanza è un gesto senza precedenti, in virtù del quale il breve papato di Ratzinger sarà ricordato per sempre...
Ma l'ascendente pescino qualcosa deve pur dire: certamente, la sua preparazione teologica confortata tra l'altro dal Saturno in 9^, la casa delle religioni, e la sua fervente capacità di fede, ma anche certamente la sua inettitudine di fronte ai problemi per cui è sceso dalla croce anticipatamente...Azione peraltro che non può non essere criticata seriamente da chi ha ragioni veramente cristiane...parafrasando lo sdegno dantesco...succitato nei versi infuocati della sua divina commedia, anche se riferito probabilmente a Celestino V° erroneamente data la sua superiore figura di santità. D'altra parte il punto decisivo nella lettura dei temi è quasi sempre l'Ascendente, nel caso specifico di Ratzinger l'Ascendente in Pesci è decisivo per comprendere le instabilità, le fragilità  psicologiche del'uomo, in quanto contrasta fortemente con il segno solare..... 
La superattività che l'Ariete richiederebbe al soggetto non si confà proprio alla calma dei pesci, prima o dopo il contrasto diventa troppo forte per poter essere trascurato e possono sorgere problemi di nevrosi o deficit fisico...in considerazione che il pontefice  è una di quelle persone che dormono pochissimo e sono sotto pressione tutto il giorno...e, da bravo Ariete, con Mercurio e Urano all'ascendente in prima, non sopporta di non riuscire a fare quello che sente di dover fare..., dovendo agire in tempi veloci e forsennati per seguire tutte le vicissitudini legate ad una carica così prestigiosa che, invece come Ascendente Pesci, vive in modo felpato, annebbiato:  è sempre indeciso e dubbioso quindi bisognoso dei suoi tempi per decidere..!!! Dicotomia non indifferente per chi è al vertice di uno Stato così importante per l'intera umanità sia fisicamente che animicamente.. Come Ariete siamo agli antipodi di fatto. Bisogna tenere presente anche la presenza di Urano in 1^ casa, anche se distante dall'Ascendente,  è pur sempre una presenza che porta diversità, e sopratutto personalità autonoma... Non si può dubitare della fede e religiosità, dicevo, che hanno contraddistinto la sua vita, basta guardare un attimo ai pianeti, oltre all'ascendente, che definiscono la carriera, le attitudini, la fama del soggetto. Saturno, come detto, come pianeta più prossimo al MC, presente in casa 9^ (la casa della religione) sta a significare la carriera religiosa e la sua consapevolezza nel renderla apputno spirituale.., (per gli astrologhi antichi il pianeta della privazione, dei tormenti, del sacrificio era il pianeta da assegnare in automatico ai religiosi...in genere).
Naturalmente Saturno prossimo al MC non basta di certo per fare di un uomo un Papa, ma prendiamo i segni in cuspide alle case 10^ e 6^  e troveremo come governatori delle case Giove e Sole, che assieme a Saturno rappresentano astrologicamente i tre pianeti del comando: e Giove  e il Sole hanno sempre rappresentato il Dio al potere al momento....dal dio Giove, padre degli Dei dei greci al Sol Invictus dei Romani... Giove come signore del Sagittario e dei Pesci è rimasto poi nell'astrologia come significatore della religione, della filosofia ecc.. in senso lato ma anche legato ai massimi principi di queste scienze... Nel Tema si evidenzia una mancanza di pianeti di terra (c'è solo Venere a 29° 13' in Toro cioè a fine segno cuspide Gemelli), poca aria e una preponderanza di pianeti in segniombra di fuoco e acqua.  In psicologia e in psicoanalisi il concetto dell'Ombra ha significati importantissimi per capire la personalità e i suoi eventuali blocchi. In astrologia  una chiara “denuncia” dell’Ombra può essere data dall’Elemento totalmente mancante, ma anche da un Elemento fortemente presente e non vissuto però in modo consapevole. Essa si nasconde in tutto ciò che noi reprimiamo, non viviamo o rifiutiamo; quindi, può essere rintracciata anche negli aspetti difficili dell’oroscopo, soprattutto nelle quadrature, che indicano un contatto conflittuale di energie, una difficoltà da parte del soggetto a viverle entrambe, per cui spesso una delle due viene rimossa. L’energia rinnegata cade così nell’inconscio , dove potrà ancora agire, ma senza la consapevolezza dell’individuo, oppure verrà proiettata e vissuta attraverso qualche altra cosa o persona. Ci sono, però, anche dei casi in cui l’individuo s’identifica pienamente con l’Ombra, fa agire costantemente la sfera interiore della propria personalità e finisce per bloccare ogni tipo di realizzazione e, così, l’energia è talmente frenata che può circolare solo nelle parti più basse e più scure...dell'anima..Comunque l’Ombra non va combattuta con l'intento di sconfiggerla, bensì va svelata ed integrata. Essa diventa malefica  solo quando, presuntuosamente, ingaggiamo una lotta con lei; allora diventa implacabile. Sulla terra l’ombra e la luce hanno la stessa fonte e l’unico momento in cui non c’è ombra è quando il Sole è al suo mezzogiorno, cioè quando, in termini simbolici, la consapevolezza è al culmine ed allora tutto è illuminato...Ratzinger ha avuto grandi periodi d'ombra, senza alcun dubbio, sia per la carenza dell'elemento di terrra. che per l'affollamento negli elemento di fuoco.e acqua, che aldilà dell'immagine pubblica ne fanno certamente una personalità combattiva e irruenta...anche piena di entusiasmo: quindi poco incline a dimettersi volontariamente se non incorrono problematiche di altro motivo..La mancanza più difficile, da vivere, per noi umani, sembrerebbe essere quella dell’Elemento Terra. Noi apparteniamo al pianeta terra, stiamo con i piedi per terra, a dimostrazione che la Terra ci deve sostenere. Le persone che mancano in assoluto di Terra, si dimostrano spesso incapaci di organizzare la propria vita, prive di consistenza nelle cose che fanno, non riescono ad occuparsi in modo strutturale del mondo lavorativo, vivono la vita nel disordine e non sanno mai come ricavare sostanza dalle loro azioni. Magari hanno enormi capacità in altri settori della vita, ma manca la concretezza e la solidità: mi sembra un bun motivo per capire l'indole inconscia di Ratzinger...o no?? Chi manca dell’Elemento Terra soffre per la mancanza di metodo e per l’imperizia con cui affronta le situazioni pratiche e materiali della vita. Tuttavia, proprio da questo senso d’inadeguatezza può imparare a ricercare quelle soluzioni che lo porteranno a contatto con un senso di sicurezza che prima era inesistente. Sul piano karmico-evolutivo ciò potrebbe avere a che fare con il diventare più completi, imparando quello che ci è meno congeniale per riuscire a scoprire anche quali sono i significati delle potenzialità che non abbiamo a priori. ... Ratzinger sicuramente sottoposto a questa mancanza ha agito da vittima sapendosi carnefice...  Grande entusiasmo dunque (per i cattolici si chiama anche "fede") ma incapacità a mantenersi sulla stessa rotta per il susseguirsi di colpi di testa e azioni dettate dall'istinto e dai sentimenti piuttosto che dalla ragione. (cfr.blog appunti d'astrologia). Tutto molto chiaro, ma, come sempre c'è un "ma "in questi casi, c'è un punto che fa acqua: la sua Luna in Bilancia ..in quanto non basta certo possedere i pianeti del comando per essere acclamati dal popolo automaticamente: la Luna (la folla, la popolarità)  situata in un freddo segno d'aria, legato più al senso di giustizia che al perdono o all'amore, è opposta al Sole, con aspetto largo, ma pur sempre efficace trattandosi dei due luminari ed è, questo è il problema, inoltre quadrata a Plutone ...a quel Plutone, morte della Morte...come dire che il popolo-luna non aderisce alle dinamiche di forza di quel Plutone anche violentemente teologizzato... !!! 
È grazie a Plutone che hanno luogo i processi creativi e rigenerativi. Nessun pianeta è stato analizzato in chiave psicologica così come Plutone, che tradizionalmente ha dominio sul mondo sotterraneo e su tutto ciò che è nascosto, quasi inaccessibile alla coscienza. Plutone ha una forza invisibile, spesso difficile da decifrare e domina gli istinti inconsci più profondi, le energie primitive, che dobbiamo domare se non vogliamo esserne divorati. Plutone, il pianeta del Fato, se così vogliamo chiamare questa forza archetipica ctonia, che ci fa perdere per ricominciare da capo,  che ci costringe ad abbandonare una strada per iniziarne un'altra, il pianeta che ci fa smettere quando è arrivata l'ora di smettere, il pianeta della trasformazione, non si fa mai pregare per decidere il quando degli avvenimenti a lui legati, è ciò lo si può ben vedere nei transiti di due eventi cardine nella storia di questo Papa .
benedetto xvi -transiti investituraIl tema dei transiti nel  giorno e ora della investitura a successore di Pietro, il 19 aprile 2005, ore 17:50 mostra diversi aspetti interessanti ma io voglio portare l'attenzione del lettore sul transito di congiunzione di Plutone con il MC e contemporaneo trigono dello stesso Plutone a Nettuno (il pianeta spirituale per eccellenza) in 6^ casa  (la casa del servizio agli altri): non credo serva commentare ulteriormente..? Il secondo evento è appunto quello delle dimissioni e il tema del giorno dell'annuncio delle dimissioni invece porta, tra i tanti aspetti che affollano la carta, un'opposizione precisa tra Giove di transito (in 3^ la casa delle comunicazioni) e Saturno natale,  mentre il trionfante trigono di sette anni prima tra Plutone e Nettuno si è trasformato in un difficile sesquiquadrato... Il sesquiquadrato è spesso dissociativo e ci dice che la decisione è stata presa tempo fa e comunicata solo ora....per motivi certamente meno evidenti di quelli che si possono capire...perchè la presenza di Plutone tende a mischiare le carte per "imbrogliare" e "imbrigliare" la Verità...!!!  
La casa 6^ occupata da Nettuno natale diviene l"ambiente di lavoro" o anche  dei "subordinati, coloro che dipendono dal soggetto", ed ecco spiegato senza tanti giri di parole il perchè, o almeno uno dei perchè di queste dimissioni.... che però non deve essere letto solo come persone dipendenti che tramano contro il loro padrone (anche se i casi da menzionare sarebbero tanti, troppi, a partire dal maggiordomo, per menzionare tutti i vescovi schierati contro le figura dle pontefice...come abbiamo visto), ma quando si muovono i due grandi, Plutone e Nettuno, abbiamo a che fare con veri e propri scuotimenti tellurici magari insabbiati e insonorizzati, vissuti però non con la deflagrante rumorosità di Urano, che comunque è in azione in quanto viaggia a  bracceto con Plutone da 4 anni, ma con il silenziatore sulla canna del fucile.... Tutto accade ma sembra che non accada nulla....benedetto xvi transiti-dimissioniLe dimissioni erano già decise....questo è un fatto...per la mia analisi   astrologica!!!    Già che ci sono se guardo al tema natale non posso fare a meno di notare come l'asse dei nodi sia controverso, il Nodo Sud, che governa la 4^ è in 10^ casa, in larga congiunzione al MC, sottolinea dove sta il nucleo del problema:  il suo stesso potere, la sua vocazione, la sua fede forse, la sua carriera senz'altro, è come se gli fossero stati imposti o comunque non proprio accettati serenamente, perchè il nodo Sud che sente la quarta, quindi cosignificante del Granchio, non ha in se le capacità di comando, tipiche del Nodo Nord, cosignificante della 10^ e del Capricorno, e se posto in decima, la casa del comando appunto, "lavora" ...al contrario, deleggittima gli obiettivi della decima non avendone le caratteristiche principali: praticamente decide di ..dimettersi o si fa licenziare....!!!
I suoi tentativi di portare chiarezza nel mondo della finanza vaticana lo hanno portato a scontrarsi con questi rivali plutonicamente "silenziosi"... e sicuramente a perdere contro chi invece vuol mantenere le operazioni lecite ed illecite della Chiesa al di fuori di ogni controllo.... Inevitabile il riferimento ai poteri forti, che non possono essere riferiti a qualche vescovo o cardinale, per quanto importante possa essere, per quanti voti ha nel conclave....non credo motivo sufficentemente valido a far dimettere un..papa...!!! I poteri forti, invece, sono quelli che stanno cercando di controllare il mondo intero, secondo un piano prestabilito, che sta allungando i suoi potenti tentacoli sulle nazioni e sulle popolazioni, per distruggerne la loro potenzialità: ecco, io penso, il vero motivo dell'Euro...che è solo una moneta, usata abilmente per scardinare le nazioni e le persone deboli e toglierle di mezzzo senza tanti problemi...e non è stata creata in realtà, come invece avrebbe dovuto, un'unione di paesi che concertano all'unisono la loro crescita aiutandosi l'un l'altro sia coi mercati che con le qualità..personali...Utopia ai massimi livelli politici e finanziari.  
Non penso che  meriti un discredito..,ne  è un segno di viltà..sopratutto se consideriamo l'uomo Ratzinger: qui c'è la vittima..  il giudizio cambia assolutamente se si parla del Papa Ratzinger...: dove invece c'è il carnefice..    In questa violenta separazione amletica e psichica c'è tutto il tema natale di Ratzinger:  la Verità non è una sola...!!!   Non posso accettarne le dimissioni per nessun motivo umanamente disponibile...se è stanco lui, immaginiamoci un minatore che vive sottoterra per 30 anni o una qualsiasi madre impegnata in casa per anni dietro ai figli.al marito, alla sua famiglia..!!!. Non è demagogia la mia: dovete porvi nelle menti di chi vive quella figura così decisiva, come un punto di vitalità spirituale e di fede da seguire pedissequamente e che improvvisamente viene meno...  Nessuno si può dimettere, senza fare danni, dai propri doveri morali, imagiiamoci un papa da quelli spirituali...: per questo semplice ed evidente motivo il papa non si è dimesso "liberamente"..come papa intendo,.ne avrebbe un rimorso infinito.. E, approfondendo un po, un Ariete, che molla non lo vedo sereno.... però, l'ascendente Pesci modifica...l'iiruenza competitiva del marziale arietino che non accetterebbe volentieri di abdicare da una posizione di pribvilegio o di primato come è certamente quella di un Papa..
L'Ascendente Pesci, papa o non papa che sia, che può fare di diverso se non sacrificarsi per il bene degli altri, della Chiesa, della sua Chiesa...? Ma attenzione, sacrificarsi sì ma sapendo di aver fatto il possibile perchè il sacrificio non sia vano: alla fine è proprio la "diplomatica" Bilancia a convincere l'Ariete a dare l'ultimo assalto, travestendosi (fingendo cioè, da buon Pesci, segno doppio) da agnello sacrificale (Pesci)....
La combinazione Sole in Ariete e Ascendente in Pesci con Luna in Bilancia (la Bilancia non va considerata solo un segno estetico e disponibile, non a caso c'è l'esaltazione di Saturno, che le rende un spirito combattente e accanito molto più dell'Ariete che è solo un segno guerriero...) e Urano in 1^ casa (Urano è il pianeta della diversità, in prima casa equivale a scegliere sempre un modo di essere assolutamente fuori dalle regole degli altri e a non curarsi troppo dell'opinione degli altri, ma perseguire solo le proprie idee..) hanno prodotto un mix tale da generare un risultato del tutto gran-trigono fuoco.gifinaspettato ma nello stesso tempo, fortemente e lungamente meditato..., quando Saturno si è opposto al suo Sole durante il 2012 certamente, ma le radici del dubbio e l'anelito a liberarsi venivano da molto prima, quando Saturno è entrato in Bilancia opponendosi alla sua congiunzione natale Mercurio-Urano inizio 2010... Benedetto XVI è il Papa che ha cercato di fermare, con l’esempio più che con le ammonizioni, quella vera e proprio “eresia antiliturgica” che ammorba il mondo cattolico. Ha riaffermato, facendo ricevere la Comunione esclusivamente in ginocchio e sulla lingua, che l’Ostia è Sacra perché in Essa sono realmente presenti il Corpo, il Sangue, l’Anima e la Divinità di Nostro Signore. Una cosa ovvia, è vero, ma alla quale i cattolici credono sempre di meno. Ha poi rimesso il Crocifisso sull’altare perché il protagonista, durante la Messa, non è il sacerdote, ma Cristo. Altra cosa ovvia, ma molto spesso dimenticata dai sacerdoti che, troppo spesso, si sentono degli showman.  E' sempre presente questa scissione tra il pensiero conservatore e il vivido dialogo spirituale che si accende con chiarezza in quel Grande Trigono di Fuoco presente nel suo Tema: Sole in Ariete, trigono a Nettuno in Leone, trigoni entrambi al suo Mediocielo...in Sagittario  direi anche questo da manuale per poter pensare di essere un'autorità religiosa, più legata allo spirito che alla carriera.. Il motivo determinante di questo trigono, di per se parlante, è la congiunzione esatta al Centro Galattico (C.G.)
Il centro Galattico: immense distese di polveri e gas che sono interposte tra il nostro sistema solare e il centro della galassia, distante 26.000 anni luce, bloccano pressoché completamente la luce visibile che proviene da quelle lontane stelle. L'unico modo per vedere cosa c'è al di là della coltre oscura è affidarsi all'occhio penetrante di un telescopio a infrarossi.. La luce emessa dal centro galattico nelle lunghezze d'onda dell'ultravioletto e del visibile viene infatti assorbita dalle nubi di gas e polveri frapposte lungo la nostra visuale e riemessa come radiazione infrarossa, a lunghezze d'onda maggiori. I telescopi in grado di percepire tale radiazione possono così fornirci un'immagine dettagliata di ciò che si cela al di là dello schermo. Parallelamente alla sua ricerca scientifica, l'astrofisico dr.La Violette condusse un dettagliato studio sui miti antichi, tradizioni, manoscritti, mappe, disegni, e messaggi in codice su antichi templi. Mentre stava cercando un importante indizio nei registri antichi e nei miti del passato, stava anche conducendo una complicata ricerca delle misure nel campo dell’astronomia, lavorando con nuove teorie di astrofisica, e dedicando molto tempo allo studio dei pulsars e della cosmologia evolutiva. Durante i suoi studi notó che nello Zodiaco Occidentale, Sagittario punta verso Scorpione, e comprese in quel momento l’estrema importanza di questo fatto, che contiene un messaggio nascosto, vecchio migliaia di anni.
Grazie alle sue ricerche, scoprì che la freccia del Sagittario é collocata in maniera da indicare il centro della Via Lattea.
Nello Zodiaco Occidentale, ci sono due frecce.
Una delle frecce si trova nell’emisfero settentrionale, si chiama“Sagitta” e punta o proietta dal centro galattico; l’altra si trova nell’emisfero meridionale, si chiama “Sagittario” e punta o proietta direttamente al centro galattico.
Queste sono informazioni molto serie, se, se ne comprendono le giuste inflessioni sincronicistiche da cui poi ne deriverebbero schemi e complessi psicologici e psicoanalitici legati alle dinamiche astrologiche di base. Analizzando queste informazioni il ricercatore comprese chiaramente che la freccia di Sagittario indica la data di qualcosa e la freccia di Sagitta indica il risultato di questo qualcosa. Nel 2006 si è prodotta nel Cielo una configurazione planetaria di grande portata per l’evoluzione nostra e della Terra. In quell’anno Plutone si è allineato con il  Centro della nostra galassia.  Unab-Ku, così veniva chiamato il centro galattico dagli antichi Maya che lo consideravano la Sorgente da cui tutto proviene e a cui tutto ritorna, l’Utero Cosmico, l’Origine  dell’Onnipresenza Divina nel suo Cosmico Respiro. Il C.G. è il varco che si apre e ci conduce oltre lo specchio dell’illusione, laddove la nostra verità si disvela. La tridimensionalità, terrena in cui la mente fa da padrona, svanisce e scompare per lasciar spazio alla nuova e ancora non conosciuta multidimensionalità dove il mentale non ha più la stessa importanza e la stessa funzione ma è la parte più eterica di noi stessi a creare la realtà. : ecco il destino del piccolo Ratzinger che sente in se la vita spirituale scorrere, aldilà degli ideali solo religiosi...c'è l'esaltazione del fuoco non va dimenticato....!!!  Là le due polarità si uniscono e le Sacre Nozze possono avvenire in modo semplice e spontaneo, Maschile e  Femminile si fondono nell’Unità, nell’unica luce che tutto pervade.   Grazie a Plutone veniamo in contatto con le nostre ombre , (ecco il passaggio decisivo per il pontefice che si è aperto alle sue reminiscenze interiori, confrontandosi, direi in modo decisamente psicoanalitico, parafrasando, il profetico film di Moretti "Habemus Papam", con le sue paure e con la sua umanità arietina....cielo e terra:(nel Grande Trigono di fuoco c'è Il Sole in Ariete e lo spirituale Nettuno in Leone.) con ciò che non vogliamo vedere o sentire, con le verità scomode di cui non vogliamo prendere consapevolezza. Plutone ci fa da specchio a tutto ciò, una ‘corazza di luce’ diventa così necessario indossare per illuminare queste profondità buie che ancora chiedono di essere illuminate.  Sviluppare la consapevolezza è il solo modo che ci permette di intraprendere questo viaggio all’interno di noi stessi poiché è solo grazie ad essa che possiamo fare luce su ciò che ancora di misterioso e segreto esiste nei meandri e negli angoli bui delle nostre profondità. Lì,  in quei luoghi non illuminati dalla luce, si trova il portale che ci apre sulla vastità della vera conoscenza, dei mondi di luce  che già albergano dentro di noi e che non attendono altro che farsi strada e imbevere della loro potenza e del loro amore fin la più piccolissima parte di noi, dei nostri pensieri, delle nostre emozioni, della nostra creatività...Se parlare di Plutone significa evocare un mondo sotterraneo, il substrato profondo di quelle passioni che così intrinsecamente ci ancorano alla nostra fisicità, ed è solamente quando ci rendiamo consapevoli di tutte quelle informazioni archiviate nella nostra memoria cellulare durante millenni di storia dell’umanità, sviluppando quelle evolutive  e liberandoci invece da quelle coercitive che attanagliano la nostra libera azione e il nostro libero sentire, che siamo in grado finalmente di presentarci  come Esseri Nuovi... Nettuno, è l’abbandono.. . Abbandono implica due possibilità molto differenti tra loro, quasi agli antipodi per quello che sanno suscitare in noi: possiamo essere abbandonati o possiamo noi abbandonarci, due situazioni in cui sperimentiamo l’essere vittime o carnefici (protagonisti è termine più sereno...).
Ecco come diventa determinante nell'analisi,   il Centro Galattico, congiunto al Medio Cielo in Sagittario di Ratzinger alla sua nascita : lo fa certamente "Papa"..., lo promuove sin dalla nascita come personaggio spirtualmente determinante per l'umanità, anche se lui poteva non esserne cosciente ne ha dovuto prendere atto crescendo e sentendo certamente sbalzi imperiosi che salivano verso la luce interiore e sprofonadvano in inferni inauditi.... Il Papa è stato sia vittima che carnefice di se stesso e degli altri..questa è la mia sentenza...!!! Nettuno è quell’energia che sostiene la metamorfosi profonda quando il nostro piccolo ego non ha più modo di soddisfare le sue mete, quegli obiettivi dettati solamente da un desiderio egoico e accentratore. Quando tutte le porte si chiudono e la realtà quotidiana sembra implodere involvendo in se stessa si ha la sensazione di essere stati abbandonati a noi stessi, e forse davvero un amore ci lascia, una persona amica ci delude, il capoufficio ci fa sapere che non ha più bisogno di noi. Quando ad un papa nasce il dubbio di non sapere chi sia: se debole o spaventato.. Plutone innesca il C.G. che a sua volta scarica sul trigono dell spiritualità del Papa tutta una serie di dubbi all'ennesima potenza... e libera la forza metamorfica nettuniana trasformandola: quando ci sembra di vivere questo ammutinamento in un mare in tempesta, è Nettuno, dio del mare, che ci mette alla prova (non me ne vogliano i cristiani doc..!) e noi non possiamo far altro che abbandonarci alle sue onde, rivolgendoci verso le profondità di noi stessi dove dimora il nostro vero Sé, colui che, silenziosamente guida il nostro piccolo ego e lo trasforma aiutandolo passo passo nella sua evoluzione.... lanciando un grido...di dolore e di PAURA infinito...     
Non lasciatemi solo, pregate per me, perché io non fugga per paura dinanzi ai lupi.
(Benedetto XVI)
Papa Benedetto XVI ha ricordato che la Messa antica non è mai stata abrogata e che quindi qualsiasi sacerdote può celebrarla, perché "ciò che per le generazioni anteriori era sacro, anche per noi resta sacro e grande, e non può essere improvvisamente del tutto proibito o, addirittura, giudicato dannoso. Ci fa bene a tutti conservare le ricchezze che sono cresciute nella fede e nella preghiera della Chiesa, e di dar loro il giusto posto". Benedetto XVI è stato – ed è – un Papa che, "timidamente", ha cercato di pilotare quella barca, piena di falle e in parte allagata, che è la Chiesa Cattolica. Ma ci ha anche ricordato che il nocchiero, oltre ad essere guidato dallo Spirito Santo, deve essere aiutato e sostenuto anche da noi, semplici rematori....  E penso che sia questo il più grande insegnamento che Benedetto XVI abbia lasciato alla Chiesa come vero uomo di chiesa... Questa lettura però prevede sempre che il nocchiero sia affidabile guida non solo di... "giorno", ma anche e sopratutto di ..."notte"....!!!  Questo è il Papa Pesci , prendere o lasciare..direi...!!! Gli interrogativi che si rincorrono, avete letto, sono tanti. Per capire un po di più dei soliti discorsi si può pensare, proprio perchè Plutone passa sul Centro Galattico disattivandone questa  spiritualità incarnata e lasciando l'uomo nudo davanti alle sue vere responsabilità....che evidentemente pesano più della croce che ha dovuto portare il Cristo...!! E’ l’ultimo colpo di scena del nuovo ordine mondiale? Via Ratzinger, al suo posto si prepara l’ascesa del Cardinale Angelo Bagnasco, il potente presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei), molto vicino a Mario Monti e profondo conoscitore della causa filosionista..? La Chiesa cattolica apostolica romana, dopo duemila anni, si inchina alla Menorah, il candelabro a sette bracci , uno dei simboli più antichi della religione ebraica? Ci sono di mezzo i Protocolli dei Savi di Sion...? Certo che la disattivazione del Centro Galattico e della sua super-energia spirituale che dona visioni altissime della Gloria di dio, il "De gloria Olivae" che mi sento di tradurre come immagine del Cristo tra gli ulivi (che, in confidenza, non ho letto da nessuna parte e mi sono meravigliato, perchè è stata la prima visione che mi è venuta in mente...: a forza di parlare di sincronicità, di sincronicità si perisce ..!!!)  ci ridona un uomo santificato nella sua carnalità, ma in preda ai dubbi più severi per  l'asceta che ha abbandonato la sua gente...dimettendosi dal ruolo del Cristo....!!!

Roma, 26.2.2013

Dr. Claudio Crespina IlNadir

© tutti i diritti riservati

 

RIFERIMENTI sul Web e bibliografici

  • Ray Grasse:The Waking Dream: Unlocking the Symbolic
  • Language of Our Lives (1996, Quest Books).
  • www.nonsoloanima
  • www.marxist.com › Europe › Italy
  • www.asca.it notizie vaticano
  • www.melchisedek.it
  • www.ildialogo.org/Ratzinger/Interventi
  • www.lapresse.it
  • terranewsfinedelmondo.blogspot
  • www.Wikipedia.it
  • forum.videohifi.com/index
  • www.esopedia.it/title=Profezia_perduta
  • www.nibiru2012.it
  • www.astronavepegasus.it › Home › News
  • www.clvip.it/it/primopiano
  • coscienzeinrete.net/politica/item
  • www.stampalibera.com
  • franceschini.blogautore.repubblica.it
  • appuntidiastrologia.blogspot.com
  • www.convivioastrologico.it/
  • www.corsiadeiservi.it/
  • www.memospazio.it/viaggio-al-centro-della-via-lattea
  • www.crwe-news.com/news.read.asp?Guid=4799
  • -www.laurabottagisio.com

© tutti i diritti riservati

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir