GUERNICA EMULATA...un mantra incantato..

Un mio caro amico, scomparso nel tempo, ieri sera tardi è riapparso in quel vortice antico, e senza alcuno sforzo mnemonico mi ha scaraventato indietro negli anni, una ventina, anno più anno meno, e insieme come era in quel tempo, come fossimo fuscelli al vento, roteando nel vortice animico, abbiamo ripercorso quei ricordi importanti, che il mio lavoro astrale di questi ultimi anni ferventi è sembrato cancellare freddamente dal ripostiglio della mia mente,  per l’ammassarsi continuo e quotidiano di fatti da analizzare ad ogni piè sospinto..!!  Mi ha detto, non senza un velo di tristezza, e con un po di voce rotta…: “ caro prof, ci siamo…, caro prof siamo al dunque…, caro prof io non ho mai dimenticato…” . Io ho risposto imbarazzato: “ma Daniele, a cosa pensi..? Cosa ti è rimasto nel cuore per chiamarmi così turbato? La mia astrologia…forse? E’ viva, come vedi, non ho rinunciato al mio sogno, come vedi sono ancora qui, più di prima anzi impegnato.. E lui di getto: Guernica prof, Guernica emulata caro prof….Beh credetemi o meno non importa, ieri è stata la mia giornata del tempo, per le cose accadutemi  (non solo questa …) che sono ritornate prepotentemente alla mente…!! Ho rivisto in un attimo i suoi occhi intimiditi mentre  chiedeva l’ennesime spiegazioni, a me e ai suoi compagni, sui trigoni che potevano non essere solo “buoni” e non ne voleva capire l’azione…e, come un viaggio astrale dell’anima, mi sono ritrovato seduto in mezzo a quei dodici “apostoli” che mi ascoltavano sedotti dalle diaboliche metodiche dell’Arte di Urania che provavo a spiegare loro, affascinati e affascinanti ai miei occhi di maestro, senza esserne poi così consapevole, ne ieri ne oggi, e ridissi, come eco spontanea: Guernica emulata…, si Daniele, Guernica emulata…, come il suono di un vecchio mantra sbiadito che rinasce, come vorrebbe un entangled ondeggiante, improvvisamente inscritto nelle pieghe del tempo….!! Guernica, il nome che io emulai in quegli anni, che volli certamente emulare, riprendendone i sensi e i significati emananti dal quadro del grande Picasso che io richiamai prepotentemente alla coscienza proprio in quegli inizi millennio per non dimenticare quel gesto e quel vero significato di onore e di libertà che il pittore volle dare e dire al mondo..: “Guernica emulata” divenne per me e per i miei studenti un suono da ripetere in onore della libertà contro chi la minaccia... Ne feci un mantra da opporre contro l’inettitudine, la violenza  e la dura persecuzione che l’umanità avrebbe subito, come già peraltro subiva,  nei tempi prossimi a venire, dati i transiti e le progressioni che studiavamo in alcuni dei miei corsi più avanzati..e che, per la mia esperienza astrologica, sarebbero certamente divenuti realtà, come oggi nessuno può certamente più dubitare e quel richiamo ricordato da Daniele, Guernica emulata prof., Guernica emulata, di ieri sera-notte  è qui presente a ricordarlo imperiosamente semmai ce ne fosse bisogno …!!  Chi mi conosce da qualche annetto, (oltre Daniele, un altro centinaio di amici: siamo all'epoca, il 2001 l'anno del nuovo millennio, della mia scuola d'Astrologia, IL CENACOLO, che raccoglieva 12, o suoi multipli, compagni di studi, possibilmente ognuno relativo ad uno dei 12 segni..), conosce e ricorda quel mio Mantra, “Guernica emulata”, quale espressione sacra del pensiero e del pensare tipico dei Veda, (lo nominai, come detto, agganciandolo al famoso quadro di Picasso: GUERNICA e alla sua storia struggente), che raccomandavo di "visualizzare" con attenta concentrazione psico-fisica e di trasmetterne gli effetti riflessi il più possibile all'esterno, ai loro amici, parenti, così da espanderlo come barriera vibrazionale proprio per gli avvenimenti che si sarebbero preparati negli anni a venire e che oggi, che li abbiamo già in parte vissuti, li abbiamo visti realizzarsi compiutamente, (almeno chi si vuol degnare di rendersene conto senza blocchi d’ipocrisia e di diplomazia fin tropo edulcoranti..). “Guernica emulata” era il mio continuo ritornello che intonavo insieme ai miei studenti, in quegli anni neanche troppo lontani, contro l’addensarsi delle possenti forze oscure del male e della violenza duramente rappresentate dall’establishment mondiale delle massonerie internazionali, del  Bilderberg e dei suoi accoliti.. Un forte mantra d’amore per la libertà dell’uomo, direi eco-biologico, recitato infatti tutti insieme spesso all’aria aperta di villa torlonia (sotto la quercia secolare di quella villa comunque storica), come a ripetere sintonicamente il senso della forte tradizione basca: Guernica infatti è la capitale religiosa e storica dei paesi baschi spagnoli ed era il luogo di incontro dell'Assemblea di Biscaglia, che si riuniva sotto una quercia, appunto, la “Gernikako Arbola”, che era ed è un simbolo delle tradizionali libertà del popolo basco.., e, che io volli far risuonare, in quegli anni, nell’aria di ogni popolo del mondo per risvegliarne le coscienze assopite dalle tenebrose lusinghe, ammalianti all’epoca, del potere finanziario..!! 

L’urlo-richiamo dell’amico Daniele di stanotte ha riportato prepotentemente alla mia coscienza quel mantra profetico libero e di libertà, che vorrei ripetere con tutti voi che mi leggete e mi date fiducia in perfetta sintonia ad alta voce oggi, 26 aprile 2014: il giorno della ricorrenza del pauroso eccidio di Guernica.!!! Mantra profetico che facemmo risuonare nel tempo per qualche anno e che vorrei ripetere ancora, soprattutto  con tutte le persone che stanno comprendendo seriamente in che condizionamento, subliminale e non, siamo caduti noi italiani e tutti i popoli del mondo, rinchiusi in una pseudo libertà condizionata, (globalizzata…) e schiavizzati nei diritti principali, avendone perso la propria sovranità rappresentata altamente dalla Carta Costituzionale, svenduta dai traditori di sempre della Patria, di ogni Patria, ai finanzieri mercenari e strozzini dell’Elite mondialista: oggi perché direte voi che leggete? Come ho già accennato perché incredibilmente oggi, 26 aprile 2014,  ricorre l’orrore di quell’eccidio sanguinoso che costò la vita a tantissimi baschi: era il 26 aprile del 1937. Di certo io non ero pronto a ricordare l’evento (e neanche il mio mantra di quegli anni…preso come sono dai lavori di questo mese estenuante..) ne Daniele, che ha escluso di aver chiamato per l’approssimarsi della storica ricorrenza, allora cosa è successo in quell’attimo del tempo..? Sincronicità direbbe con entusiasmo Jung: Guernica emulata è riapparso silenziosamente tra i riflessi del tempo legato ai transiti attuali formanti l’ennesima Grande Croce Cardinale,  come a voler sentire di nuovo quegl’urli inneggianti l’anelito libero di ogni popolo, seduto o sdraiato al coperto di quell’ombra secolare di una quercia antica di nome LIBERTA’…. Guernica emulata, Guernica emulata recitatelo a più non posso…!!  RIPRENDIAMONE IL SENSO PROFONDO CHE PICASSO VOLLE ESPRIMERE NEL SUO QUADRO PIU’ ALTAMENTE RAPPRESENTATIVO DI TUTTA LA SUA OPERA PITTORICA  

GUERNICA UN CAPOLAVORO DELL’ARTE ESPRESSIVA DEL GRANDISSIMO PICASSO NATO SU UN TERRIFICANTE EPISODIO DI GUERRA. Gernika-Lumo, in basco, è una piccola città dei Paesi Baschi, nella provincia di Biscaglia, nel nord est della Spagna. Fondata il 28 aprile 1366, Guernica è una città santa per i Baschi. Sin dal Medioevo vi avevano luogo i consigli baschi. I re castigliani, seguiti più tardi dai re spagnoli, giuravano sotto alla quercia di Guernica di rispettare e conservare le particolari leggi autonomiste della Biscaglia. Il sacro simbolo dei Baschi, la quercia (Gernikako Arbola) si trova sopra al centro città; sotto ad essa si riuniva ogni anno sino al 1876 il Consiglio degli Anziani, i cui membri provenivano da tutti i Paesi Baschi, svolgendo in questo modo una forma diretta di democrazia. L'albero viene sostituito in caso di morte da una nuova pianticella nata dai frutti del vecchio albero. Guernica è tristemente famosa per aver subito un bombardamento aereo a tappeto - tra i primi e più duri - messi in atto dalla Legione Condor (unità volontaria della tedesca Luftwaffe). L'attacco ebbe luogo il 26 aprile 1937, durante la guerra civile spagnola, con il supporto della Aviazione Legionaria, unità volontaria e non ufficiale della Regia Aeronautica italiana…Non c’è che dire noi non ne azzecchiamo proprio una..!!! 

In quegli incontri scolastici d’inizio millennio raccontavo, analizzando insieme agli studenti,  tra le tante incentivanti azioni astrologiche sulle modalità polari,  i transiti e le progressioni a venire,  e come fosse corretto approfondire più di un solo anno, anzi dicevo (e dico tutt’oggi..) che andrebbe sempre preso di mira un decennio per comprendere il senso storico dei tempi e il loro valore intrinseco che fa da sfondo al tema di qualsiasi persona.. Per cui si devono studiare e vedere inevitabilmente i moti dei pianeti lenti: Urano, Nettuno e Plutone che il grande H. Sasportas definì  molto opportunamente nel suo miglior libro di orientamento astrologico “gli dei del cambiamento”. Plutone (e prima di lui il neo-pianeta Pan-Eolo-Y, nei panni del Tempo, di qualsiasi tempo: di cui prima o poi affronterò l’analisi..) su tutti scandisce le ere quando ritorna sui suoi passi ogni 250 anni circa e soprattutto quando transita in Capricorno, come sarebbe accaduto in un settennio, nel 2008. “Guernica” e le sue istanze belliche quindi potevano essere dietro l’angolo…!! Bastava questo evento epocale per allarmare le coscienze in quanto, per chi conosce l’astrologia e ne sa l’enfasi previsionale, Plutone in Capricorno, come principale istanza, fa crollare il potere costituito, a tutti i livelli sociali, culturali, politici, economici e religiosi.., esso si presenti,  per ripiantarne il germe di quello nuovo. Se poi si vede, come notammo nelle effemeridi, che il percorso plutonico avrebbe viaggiato per un lungo transito in compagnia con le dinamiche esplosive di Urano, in quadratura fissa dall’Ariete, non si può non comprenderne il senso di pericolosità diffusa in relazione al lungo periodo sottolineato dal balletto dei due archetipi della guerra e della rivoluzione: agenti puntuali, tramite le loro potenti onde energetiche, dei summovimenti tellurico-tsunamici dell’intero mondo terracqueo così come lo conosciamo..intesi non solo geograficamente ma anche in chiave di relazioni internazionali ed extra-nazionali..: a buon ontenditor poche parole bastano.. Una quadratura tra i due che si sarebbe inizialmente e costantemente  trasformata in quadrato a T con tre pianeti allineati tra loro,  per poi estendersi alla più pesante configurazione astrologica riconosciuta, in termini di complessità energetiche, comprendente le sinergie di 4 pianeti combattenti tra loro in vari modi: la Grande Croce Cardinale. Insomma fui facile antesignano dei moti straordinari che l’umanità avrebbe dovuto registrare durante il corso degli anni del primo decennio del nuovo millennio appena inaugurato dalla mia scuola astrologica: moti che si estendevano ben oltre quel decennio affondando le loro radici ben oltre il 2015 (anno in cui ormai siamo quasi giunti..). L’inizio vero degli eventi, dicevo, (quello che chiamai in scuola IL PUNTO DI NON RITORNO..) si poteva ricollegare senza ombra di dubbio con l’anno 2008: il fatidico anno cioè dell'entrata di Plutone in Capricorno e della sua cavalcata poderosa insieme al fido scudiero, Urano l'arietino. I tre anni precedenti però in realtà furono chiaramente indicatori di un passaggio epocale senza precedenti che non si sottolineò abbastanza neanche durante il periodo in questione..: mi riferisco agli anni 2005/2006/2007 che sarebbero stati fondamentali aperture per l’umanità tutta (veri Stargate…) utili a comprendere gli eventuali nuovi confini oltre i quali il nuovo Uomo si sarebbe potuta esporre, superando le ormai estremamente visibili, quindi obsolete, colonne d’Ercole del sapere, straconosciute dai nostri scienziati contemporanei, tutti collegati (non tutti però a dire il vero..!!) alla certamente superata realtà della relatività einstaniana(E = mc2): vi basti ricordare la questione fintamente irrisolta della velocità dei neutrini di A. Ereditato di pochi anni orsono (un fisico teorico impiegato al CERN ginevrino bastonato davanti al mondo dalla sua stessa comunità scientifica che solo pochi giorni prima lo aveva osannato come nuovo Nobel per la scienza..), con la conseguente fraudolenta (a mio modestissimo parere…) ed affrettata scoperta della particella di Dio, in realtà mai scoperta veramente… Particella di Dio che consisteva nel parto ingegnoso, irrisolto in realtà, del vecchio scienziato Higgs che invece, come tutti possono constatare, è stato riesumato dal suo torpore pensionistico da 85enne e riproposto in fretta e furia, piangente ed emozionato, alla ribalta internazionale, premiato obnubinalmente come principale inventore e scopritore della neonata ben nota ed inesistente (perlomeno quella a cui si riferiva veramente Higgs…) particella di Higgs, finalmente venuta alla luce improvvisamente dopo 50 anni di ricerche senza speranza. La collegialità scientifica, corrotta millenariamente, dai metodi tristemente inquisitori, allora come ora, dei cosiddetti Poteri Forti (vedere le ingiurie sui Galileo, G.Bruno…per dirne solamente qualcuno..) per scardinare la verità espressa dalla nuova scoperta sui neutrini, (quella si, di notevoli proporzioni avveniristiche in quanto portava in se, nei suoi paradigmi di fondo, il grandissimo “difetto” di poter mettere in chiara evidenza la non esistenza di dio…se la velocità superava, come supera, quella limite della luce einsteniana!!!) annullò la figura illuminante del neoscopritore  A. Ereditato screditandolo agli occhi del mondo: metodo già usato prepotentemente nei secoli come storia ci insegna…da sempre…!!  2005,2006, 2007 quindi come anni certamente  preparatori degli eventi a cui stiamo assistendo oggi inequivocabilmente.. Ma quale evento decisivo nascondevano, oltre il già citato 2008 con la storica entrata di Plutone in Capricorno..?  Evento, certamente di proporzioni astrologicamente determninanti,  che mi permise di prevedere nella mia scuola, insieme a daniele e gli altri miei studenti, di approfondire, in quegl’anni 2000/2001, gli accadimenti futuri quasi senza tema di smentita al punto di coniare il mantra di GUERNICA EMULATA…per l’esponenziale pericolosità in cui l’umanità stava affondando ed oggi ne è completamente sommersa checcè i ciechi continuino a non vedere: mi riferisco al transito epocale di PLUTONE SUL CENTRO GALATICO a 26° Sagittario (vedi il mio articolo su la Voce del lazio, “giornaletto” pubblicitario in cui scrivevo in quegli anni). Un transito senza precedenti senza dubbio alcuno, soprattutto se lo riferiamo alle nuove generazioni che con quel tuffo sovradimensionale ha cominciato a fecondare rumorosamente in silenzio, coperto dall’ignoranza del pregiudizio (non vorrei dire dalla consapevole meschinità conoscitiva..) di qualsiasi ente scientifico, politico, religioso, filosofico, teololgico, antropologico ed anche archeologico…strettamente preposti all’uopo, così collegati alla realtà umana che li definirebbe..per statuto.., contro la saggezza scientifica dell’unica vera scienza che si possa così definire: l’Astrologia.. !! Transito di Plutone quindi che avvenne, nella sua piena immersione nel seno del Centro Galattico, l’Hunab-ku dei Maya, esatto al millesimo su Greenvich il 29 Dicembre 2006 descrivendo un I.C.P. a 28° 39’ Granchio in VI^Casa che fu anticipatamente platealizzato dal tremendo e sconvolgente terremoto (7,3 della scala Richter) avvenuto presso Taiwan il 26 dicembre 2006 alle 20:25 (ora locale), tre giorni prima che si verificasse la congiunzione esatta, che comunque presentava già in se il seme distruttivo dell'ombra di quel Plutone Galattico che così iniziò la sua marcia destrutturante gli schemi costituiti: data questa del 26 dicembre che sottolineò la fatidicità di quel giorno, ripetutosi, quasi congetturalmente, in quel decennio in modo sistematicamente drammatico sia antecedentemente negli anni precedenti che posticipatamente negli anni successivi.  
Marcia imperiosamente preoccupante che evidenziai senza alcun dubbio agli inizi del 2000 in quella piccola scuola di amici: essa si cominciò a manifestare negli anni a ridosso del "bagno nel Centro Galattico" anche per la forte accelerazione  sulle dinamiche "aliene" o extraterrestri sia in chiave storico-mitica che i termini di nuove scoperte di civiltà più o meno realmente esistite..collegate a continui avvistamenti in ogni parte del mondo. Marcia plutonica che sta continuando a realizzarsi, anche negli anni successivi al 2008: anno fatidico del cambio epocale riferito al Potere costituito legato all'inizio del transito di Plutone in Capricorno, come elemento determinante per far crollare le strutture ormai obsolete e far emergere le nuove dalle loro ceneri...  Il C.G., mio cavallo di battaglia eloquente del primo decennio degl’anni 2000:  definizione decisamente  appropriata questa, essendo il Sagittario, in analogia stretta con gli equini, il segno che lo contiene. Il Centro Galattico, riassumendo velocemente, rappresenta un punto centrale, Sagittarius A, fortemente carico di energia, alternata dinamicamente e magneticamente - così la mia personale astrologia suddivide i segni-, (pochi astrologi, che io sappia, hanno pensato bene di prendere seriamente in considerazione la sua collocazione astrologica e i suoi poderosi riferimenti..), dove si è andato a “bagnare” quel Plutone materico (ma anche antimaterico..) ricevendo e riproponendo sistemi energizzati con nuove soluzioni ondulatorie da immettere nell’Universo o, meglio ancora, negli universi, paralleli o meno, che avrebbe cominciato a scoprire, a portare alla luce degli uomini, di tutti gli..uomini, umani, alieni, extraterrestri, ultraterrestri.. fecondato da nuove istanze vibratorie che ne hanno intriso in profondità le circolarità del suo lento ma incessante moto rotatorio: c’é un’ alta probabilitá che il buco nero al centro della Via Lattea, il Centro Galattico, rappresenti un portale per un Universo Superiore, il quale possiede una realtá completamente diversa da quella che conosciamo attualmente (Vedere un link dei tanti articoli scritti all’uopo sul mio sito http://www.ilnadir.com/blog/280-malore-del-papa.html). Non fu casuale che proprio in quegli anni Plutone fosse declassificato da pianeta a pianetino nano…da una congrega minima di pseudo-astronomi.., come sdegnatissimo li chiamai ..!! “Coloro”,  (quelli cioè che chiamo “progenia aliena”, la nostra vera discendenza..), che lasciarono la conoscenza ai Maya, vera popolazione “illuminata”, basta vederne in MESSICO le straordinarie vestigia, sostenevano in breve sintesi che Hunab-Ku, l’Albero della Vita o Centro Galattico, fosse costituito dalla Consapevolezza che organizza tutta la materia e l’anti-materia: l’attuale punto di arrivo della tematica quantistica, 5000 mila anni dopo bene che vada..!!!  Gli “antichi” hanno insistito affinché ne comprendessimo il messaggio: “Hunab-Ku” controlla tutto quello che succede nelle galassie e reagisce attraverso periodiche ed estreme esplosioni di Energia di Consapevolezza cosciente, emesse dalle radiazioni della Radiosorgente “Sagittarius A” in quello che si chiama Centro Galattico, il centro della Galassia, la Via lattea a cui appartengono la Terra, la nostra specie animale e vegetale, tra l’altro relegati in un punticino laterale, disperso, quasi invisibile, in uno dei 4 grandi  bracci del vortice galattico che la formano. Messaggio che, analizzando correttamente il Calendario del Lungo Compimento dei Maya, fu interpretato inadeguatamente, stando alle ripetute erronee cronache di questi anni,  rappresentate dalle affermazioni deliranti sulla ipotetica fine del mondo 2012, degli scienziati, dei traduttori, degli antropologi, dei giornalisti, di chiunque insomma, presunti o veri che fossero, (come sempre ho sostenuto, in qualsiasi occasione ne abbia avuto modo di parlarne, sia per calcoli di conteggio al 21 dicembre del 2012, in realtà 2013: l’anno zero di prima/dopo Cristo andava considerato.., sia per significati antropologici sottesi..), ed ora si sta aprendo con estrema chiarezza agli occhi del mondo, sottolineato in effetti dall’inizio di questa Grande Croce Cardinale, formatasi il 22 dicembre 2013, non 2012 come erroneamente dichiarato, sotto l’egida ecclesiastica delle “vacanze” di Natale (con un Incipit Cosmogonico planetario gemellino:28° Gemelli su Greenwich) di enormi proporzioni planetarie: messaggio stanziale, in assetto aspettuale, per un buon semestre cioè fino al suo massimo evento espositivo da poco consumato, la Pasqua del 22 aprile  2014, con la fusione dei quattro simboli rappresentati nel 13° grado di ogni sezione zodiacale cardinale..cioè l’esegesi biblica del Cristo dalla nascita, alla morte e alla sua energetica resurrezione..L’importanza del buco nero nel Centro Galattico (l’esistenza del quale è stata confermata dagli scienziati nel 2000, quindi esattamente con l'inizio della mia scuola astrologica "il Cenacolo") entra nella coscienza dell’umanità, quale simbolo possibile per alcuni astrologi e astronomi illuminati, dell’ingresso nell’Era dell’Acquario: se il pianeta rappresenta la personalità che gira attorno al principio animico (il Sole-Se), il buco nero è il Sole del Sole, il Sole Nero o il punto monadico attorno al quale orbita il nostro sistema solare. Altri “soli maggiori” rilevanti della galassia, quali ad esempio Sirio o Alcione, che sono stati menzionati negli insegnamenti esoterici come centri con cui il nostro Logos Solare è in rapporto, sono considerati punti di relazione intermediari (o affiliazioni cosmiche) tra il Signore Solare e la Sua fonte monadica. Un allineamento fisico tra il Centro Galattico, il nostro Sole e il pianeta Terra, quindi, rappresenta sul piano fisico un allineamento tra il logos planetario, quello solare e quello cosmico o, in altre parole, tra la personalità, l’anima e la monade della terra. Plutone congiunto al Centro della nostra Galassia in quel preciso istante significava sopratutto un enorme apprendimento da assimilare per l'intera umanità: questo fenomeno avviene circa ogni 248 anni e il 29 dicembre 2006 fu la prima volta che una configurazione di questo tipo avrà luogo mentre l'’Umanità è consapevole, infatti Plutone è stato scoperto soltanto nel 1930, quindi quando la congiunzione è avvenuta nel passato, l'’Umanità non ne era consapevole e pertanto non poteva agire coscientemente alle potenzialità magnetiche che venivano prodotte da una simile emissione energetica. Momento topico per gli esseri universali senza distinzione di raza, colore, cultura e appartenenza. Avere "Coscienza" ci consente l'’opportunità di scegliere: perlomeno di poterlo credere. Non siamo responsabili delle scelte di tutta l’'Umanità, ma possiamo esserlo delle nostre e possiamo rendere altri consapevoli di questa opportunità.

In una sessione di studi, cominciai ad affermare, proprio in relazione a questo evento epocale, che si sarebbe presentato agli occhi dell'Uomo per la prima volta vestito di coscienza nel giro di pochi anni, che ognuno di noi sarebbe potuto diventare un fattore determinante se volontariamente e coscientemente  avesse sentito la necessità di richiamare nella propria vita mentale l'’Energia della Volontà, (l'anima plutoniana..) generata dall'’allineamento del pianeta Terra, del Centro Galattico e di Plutone con Mercurio: la volontà cosciente. Plutone, spiegavo con enfasi ai miei studenti, porta un’'energia trasfigurante che spazza via tutti gli ostacoli e permette all’'energia del "Proposito Planetario" di riversarsi e ristrutturare la Civiltà tramite la Trasformazione, la Purificazione e l’'Organizzazione, le tre Forze-Entità del mondo universale degli antichi: gli dei mitici di Shamballa. La fusione cioè delle leggi del "3" che si riferisce alle tre forze presenti all’inizio di ogni evento (si pensi alla Trimurti indù o alla trinità cristiana): le tre forze possono essere viste come creativa, distruttiva e conservativa, oppure come attiva, ricettiva e conciliativa, o ancora come conservativa, sessuale e sociale, a seconda dell'ambito in cui ci si muove nella vita. Il segreto di Plutone, Signore invisibile della Trasformazione, consiste nella sua estrema capacità di erogare grandi energie per immettere forza di volontà negli esseri umani che agìta coerentemente nel Cuore di ognuno di noi può diventare un agente di "Guarigione" e conseguentemente, la vera porta per entrare nel mondo della Vita: per questo ne coniai un mantra di potente richiamo animico come solo l'Urlo strozzato del Guernica picassiano poteva riuiscire a rendere data la forza dei valori e delle immagini, espressi magicamente in quel dipinto "esoterico"..., che disprezza in modo inequivocabile tutti i totalitarismi bellici per garantire l'anelito della libertà umana come vessillo unico di democrazia..Nacque il mio mantra "Guernica Emulata" proprio come rapresentante dell'istanza energetica di quel Plutone galattico venuto alle coscienze degli umani per la prima volta nei secoli (questo ci è dato sapere....!!): volli stravolgere, utilizzandole a mio favore, le forze dionisiache di quel Plutone antimaterico per tutti gli uomini che ne capissero non solo le potenzialità di distruzione ma anche e sopratutto la violenta capacità di riemergere dalle proprie ceneri se solo essi ne fossero venuti a conoscenza consapevole. Chiesi quindi di armonizzare inizialmente un mantra (Guernica emulata..) tra noi che ci consentisse di ergerci contro le future invasioni dei complicati e difficili accadimenti planetari dei successivi anni a venire così chiaramente descritti dalle Effemeridi, libro astrologico per eccellenza, che equivale una Bibbia tanto è determinante per il vero ricercatore a saperlo far funzionare...come si dovrebbe, sapendone estrapolare cioè i velati segreti che il tempo e lo spazio, in esso descritti, altrimenti nascondono sapientemente celati tra la freddezza degli elenchi numerici accavallati l'uno su l'altro quasi a diostrarne la mancanza di un'anima che invece vive celata tra le pieghe di quei ritmi...ondulanti energia vitale per tuti gli esseri animati e non che si muovono liberamente nell'universo.
Un detto dei Veda, antichissima raccolta di Testi Sacri appartenenti alla civiltà Indù, afferma :
La parola è l'essenza dell'Umanità ". 

La parola "Mantra", rimanendo nel semplice, deriva da due parole sanscrite, "Man" che significa "mente" e " Tra" che significa "strumento ". Quindi, letteralmente, Mantra significa strumento per la mente. I Mantra sono Energia basata sui suoni. Ogni parola produce una vibrazione fisica. Se alla vibrazione della parola viene aggiunto un intento mentale, questo influenzerà il risultato della recitazione del mantra. Tutto ciò che l'Umanità pensa e succesivamente diventa, in ultima analisi, è determinato dall'espressione di idee e di azioni attraverso la parola e il suo diretto derivato, la scrittura. Le idee rimangono tali fino a quando non vengono create attraverso il potere della parola... Tutto nell'Universo è fatto di Energia e tutto vibra ad una propria frequenza specifica. Ognuno di noi è fatto di Energia che vibra ad una frequenza particolare così come tutto ciò che desideriamo entri a far parte della nostra vita. I Mantra, se correttamente visualizzati, ci aiutano a modificare le nostre vibrazioni, in modo da entrare in risonanza con ciò che vogliamo sperimentare...e realizzare nel cuore..: non c'è inganno possibile alla nostra coscienza che "sa prima di sapere"... La recitazione del Mantra avvia una potente vibrazione che corrisponde ad una frequenza specifica: quella plutonica nel caso..descritto dal quadro e dalle correnti dei transiti successivi..Nel corso del tempo il processo del Mantra inizia ad ignorare tutte le vibrazioni più piccole che alla fine vengono assorbite dal Mantra stesso. Dopo un periodo di tempo che varia da individuo a individuo, da situazione a situazione, la grande onda del Mantra incorpora tutte le altre vibrazioni. In definitiva il Mantra produce uno stato in cui l'organismo vibra al ritmo del Tutto in sintonia con l'Energia e lo stato spirituale rappresentato dal contenuto all'interno del Mantra...Parlai in quegli anni d'inizio millennio, che inoltre inauguravano nell’Europa di Maastricht  l’immissione definitiva della moneta truffa del secolo, l’Euro e del suo crollo probabile, (moneta elettronica senza alcun valore di riferimento contabile) senza tema di smentita, di più che probabile crollo della chiesa e del Vaticano, di crollo delle Istituzioni così come le conoscevamo, di strapotere bancario e finanziario (bastava solo aprire gli occhi nelle nostre città: dal 90' tutti i negozi preposti al commercio medio-piccolo progressivamente venivano chiusi, comprati o "scippati", per lasciar posto ad enti bancari di tutte le specie, che acquistavano o affittavano: a Roma, la mia città, sorgevano ovunque..banche, in ogni quartiere cittadino, al posto del commercio spicciolo nasceva una banca.. Parlai in quella scuola anche di possibili alterazioni meteorologiche di vaste proporzioni (vedi cicli del Sole alterati..., ma anche HAARP e le Scie chimiche !!), di aperture a più mondi extraterrestri, di progenia aliena. Anticipazioni che inevitabilmente risultavano per molti miei studenti inaccettabili perché non ne potevano comprendere, data l’inesperienza decifratoria, la forte simbologia sottostante.., che io invece sollevavo con estrema semplicità, animato costantemente dalla mia verve di ricercatore tipicamente aquariano.. Alcuni, come era normale intuire, se ne andarono (mi davano del visionario..), anche abbandonando in realtà troppo affrettatamente i miei corsi..: non compresero appieno, d’altronde non potevano comprendere da studenti quali erano, seppur intelligentemente iniziati, separati per segno e per abilità, il linguaggio decisamente "decifratorio" utilizzato dall’uso speculativo della mia ASTROLOGIA, che stava e sta nel consentire un'adeguata visione della realtà intera più prossima a noi e all'universo che ci contiene, mai scissa da noi, sempre presente nei nostri battiti.. umano-universali che le dinamiche planetarie tendono ad informare energeticamente sintonizzate sulle nostre lunghezze d’onda a cui rispondiamo senza soluzione di continuità. Per questo parlai di Guernica emulata, relazionandomi all’analisi degli eventi futuri che sarebbero certamente accaduti dati i transiti e le progressioni  che gli “dei del cambiamento”, i pianeti lenti, Plutone su tutti,  stavano per preparare già da tempo peraltro (1988/89: vedi caduta del Muro di Berlino). L’Astrololgia della mia scuola prepara alla comprensione dinamica degli eventi e non alla fredda esposizione delle dinamiche in atto, strette da regolamenti troppo congelati e congelanti anche la logica astrale che tutto può essere tranne che congelata: io provo a sbloccare quel fermo immagine che rende inefficace qualsiasi scienza che si voglia ritenere tale.., astrologia scienza delle scienze. l’astrologia è viva, in perfetta sintonia con l’Universo che c’informa di continuo della sua energia esponenziale mai scissa e soprattutto mai inerte..espandendosi senza sosta. Negli anni ’20 infatti, poco prima tra l’altro della scoperta di Plutone, per la prima volta l’astronomo americano Edwin Hubble, da cui il grande “cannocchiale”.., scoprì che il nostro Universo non è statico. Al contrario, Hubble trovò che lo spazio si stava espandendo. Osservando successivamente 90 delle variabili cefeidi, il telescopio spaziale Spitzer della NASA, che ricordo essere preparato per scrutare incessantemente l’Universo alla lunghezza d’onda della luce infrarossa (non visibile all’occhio umano), è riuscito a misurare la velocità di espansione dell’Universo una precisione mai raggiunta prima. Si tratta della misura più precisa mai fatta della velocità di espansione dell’Universo, che dimostra che lo spazio si sta espandendo con una velocità di 74,3±2,1 km al secondo per megaparsec (un megaparsec corrisponde a circa 3 milioni di anni luce). L’Astrologia, che non è altro che il linguaggio simbolico dell’universo, che l’Uomo dello spazio, gli Elohim biblici, ha lasciato in eredità alle generazioni future, legando in se, non le sciocchezze indicibili delle letture oroscopali, ma le dinamiche dei diversi moti planetari, come qualsiasi fonetica linguistica vuole, che risuonano differentemente tra loro emettendo risonanze diverse, basse o acute che siano, che dovranno essere sintetizzate dalle menti, umane e non, che le ricevono come diapason assonanti o dissonanti per redistribuirle nell’universo da cui provengono in un incessante moto ondoso come qualsiasi oceano dimostra ineludibilmente ai nostri occhi solo a volerlo vedere con un pò di attenzione e magari sentendone, allora però serve qualcosa d’importante nel mezzo mentale di cui disponiamo, i suoi incessanti messaggi deliranti all’unisono d’amore e di odio, di armonia e di guerra, legati al suo moto ondoso sinuosamente adescante ma anche stravolgentemente dissociante che, come note musicali insegnano, si ergono a spaventosi muri d’acqua, insormontabili apparentemente, così come si appianano su cristalli pianeggianti d’immagini di assoluta tranquillità ondosa..  Guernica emulata quindi perché ormai siamo di fronte a questi eventi che una quindicina d’anni fa descrivevo come solamente possibili che a partire dal fatidico 2008, l'anno dell'entrata di Plutone in Capricorno, dopo il suo “battesimo” rinvigorente nel Centro Galattico, si stanno susseguendo incessantemente per riorientare le menti del mondo universale, umano e non, che noi semplici uomini dobbiamo poter reinterpretare alla luce del mio mantra di allora che oggi urla a gran voce la sua potente immagine simbolica che Picasso seppe immortalare pittoricamente con al sua estrema maestria e che io ho voluto ergere come muro separatore tra chi propaga la morte e chi invece vede la vita dell’Uomo e di tutti gli uomini: quindi nella sua evocazione storica immergiamoci nel simbolo di Guernica emulata così da sconfiggere le menti distorte dell’Elite mondialista rappresentate anche dalle prossime canonizzazioni dei Papi (Woityla e Giovanni 23°simo santi..) che la chiesa falsa del corvo sta organizzando insieme al suo gabbiano.. utili entrambi a strozzare quella colomba ..della vera verità..     
  
Roma 26.04.2014                                  Dr. Claudio Crespina

Naviga verso:

banner-logica-cosmologica 

Monitoraggio Personale sul nadir